Connect with us
Pubblicità

Trento

Cestini introvabili e rifiuti abbandonati: i cittadini di Cristo Re si lamentano

Pubblicato

-

«Sono un cittadino residente in Piazza G. Cantore a Trento. La mia, per segnalare le condizioni dei pochi cestini raccolta immondizia nella mia zona»Comincia così la lettera di un residente del quartiere di Cristo Re che segnala alcuni disservizi nella zona. 

Da due giorni uno dei pochi cestini presenti in zona (una scuola, un supermercato, tre banche, una farmacia, quattro bar, numerose attività commerciali e tanti residenti), ad esclusione di quelli del parco, è in queste condizioni (vedi foto).

«Recentemente, l’azienda addetta alla raccolta dei rifiuti in città, – aggiunge il residente –  nessuno ha mai capito la motivazione, ha rimosso la maggior parte dei cestini esistenti nelle nostre strade. Pertanto, attualmente, per tutto il Corso Alpini hanno lasciato uno/due cestini, nei pressi delle fermate dell’autobus, un cestino in tutta Via Stoppani, uno in Via Bresadola e qualcuno intorno alla chiesa di Cristo Re. A mio avviso, questa scelta, sciagurata, di depotenziare la presenza di contenitori raccolta immondizie, porta inevitabilmente ad avere una città più sporca».

Pubblicità
Pubblicità

Il cittadino segnala anche che è sempre più frequente vedere cittadini/turisti che si guardano intorno per intercettare qualche cestino, che non si trova neanche a morire, per depositare fazzolettini, pezzi di carta e quant’altro…

«Per non parlare dei numerosissimi proprietari di cani (lo sono anch’io), che con tutta la buona volontà, – continua –  dopo aver raccolto le deiezioni dei propri animaletti, non sanno dove depositarle e sono costretti a portarsele a casa…»

«Ovviamente, – conclude il cittadino –  non tutti sono propensi a portarsi il “trofeo” a casa ed ecco che le “cacche” o si raccolgono e si depositano per strada o, nella maggior parte dei casi, restano in bella mostra a fare da ornamento alla nostra bella città… con il rischio concreto che esse, quando annusate da altri animali, possano veicolari batteri e/o virus, pericolosissimi per la salute dei nostri quattro zampe. Oltretutto, con il caldo torrido delle recenti estati, non penso si possa continuare così».

dav

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza