Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Consiglio Comunale dei Giovani di Novella sulla fusione: «Vogliamo far parte del cambiamento. Trasformiamo quel “salto nel buio” in un’azione consapevole e ragionata»

Pubblicato

-

I membri del Consiglio Comunale dei Giovani di Novella

Per tutti i cambiamenti importanti dobbiamo intraprendere un salto nel buio”. Forse proprio le parole dell’illustre psicologo americano William James, secondo i giovani di Novella, possono descrivere al meglio la situazione che sta vivendo in questo momento il territorio della Terza Sponda.

Il “salto” di cui si sta parlando è quello della fusione, arrivata e avviata in fretta grazie alla vittoria del SI nel referendum tenutosi il 22 maggio 2016, che invitava i cittadini di Cagnò, Revò, Romallo, Cloz e Brez a esprimersi riguardo alla fusione dei cinque Comuni.

Forse più che un salto possiamo definirla una “spinta”, arrivata dalle limitate scelte a cui i cittadini si sono trovati di fronte: fusione o gestione associata?” dichiarano i membri del Consiglio Comunale dei Giovani di Novella, guidati dal presidente Alberto Iori.

Pubblicità
Pubblicità

Il popolo si è espresso, intraprendendo con coraggio un salto “nel buio” di un nuovo Comune, più grande, diverso, in cui cambieranno l’amministrazione, la burocrazia e le abitudini dei cittadini.

E come c’era da aspettarsi assieme alla curiosità che caratterizza il cambiamento, la prospettiva di un nuovo Comune ha portato incertezze, indecisioni e paura di un futuro non ben definito e poco certo – continuano i giovani –. Sentimenti ed emozioni altalenanti e profondamente comprensibili, caratteristici di quando si esce dalla famosa “zona di comfort” per affacciarsi ad un futuro non ancora chiaro”.

Pubblicità
Pubblicità

Ma come si suol dire, “non si piange sul latte versato” e a un cambiamento simile si può reagire in diverse maniere: cercando di tornare indietro spendendo energie per risalire dal posto indefinito in cui si è deciso di saltare; rimanere fermi a contemplare in maniera passiva i cambiamenti che avvengono attorno a noi; oppure mettersi in gioco: attivarsi con determinazione per essere parte del cambiamento.

Noi membri del Consiglio Comunale dei Giovani di Novella abbiamo deciso di intraprendere quest’ultima strada, di accettare la sfida che la fusione ci pone davanti e assumerci la responsabilità di proporre una visione di futuro del nostro territorio, per trasformare quel “salto nel buio” in un’azione consapevole e ragionata – dicono ancora i giovani di Novella –. Vogliamo fare parte del cambiamento e vorremmo che anche i cittadini al nostro fianco, ne siano protagonisti. Abbiamo la profonda convinzione che il nostro territorio sia una culla di enormi occasioni sociali, culturali, economiche e di innovazione che devono però essere sfruttate e incoraggiate su tutto il territorio, attraverso il dialogo, la cooperazione e la fratellanza tra i vari paesi”.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo motivo i giovani hanno deciso di investire il proprio tempo e le proprie energie proponendo al “Piano Giovani di Zona di Novella – Carez” un progetto che ha come obiettivo il “capire” cosa i cittadini si aspettano dal nuovo Comune di Novella e quali sono le loro idee, pensieri, proposte, critiche, esigenze. A riguardo, creando spazi di confronto e dialogo in cui possano immaginare e proporre idee per costruire assieme il futuro del nostro territorio, in maniera tale da arrivare alla fusione del 2020 con più consapevolezza e con una visione del territorio da proporre alla nuova amministrazione, alle associazioni e ai concittadini.

Quella che ci poniamo è una sfida difficile, ma affascinante: pensare al futuro del nostro territorio partendo dal “Noi” – concludono i ragazzi –. In altre parole, immaginare “la Novella che vorremmo…” con tutti i giovani che vorranno partecipare mettendosi in contatto con noi”.

Quando al Tavolo del Piano Giovani vengono presentati progetti come questo, non si può che essere orgogliosi e sostenere l’iniziativa – commenta il referente tecnico-organizzativo del Piano Giovani di Zona di Novella “Carez” Alessandro Rigatti –. Il progetto prevede da una parte la formazione dei giovani attraverso l’intervento di facilitatori, Marco Linardi e Graziano Tolve, che li aiutino a riconoscere gli strumenti più opportuni per conoscere e indagare la realtà, e dall’altra un’azione di cittadinanza attiva nella quale i giovani si mettano in gioco incontrando faccia a faccia la popolazione e le loro richieste. Il Consiglio Comunale dei Giovani di Novella, creatura stessa del nostro Piano Giovani, oggi può davvero fare la differenza nel processo di fusione del nuovo Comune di Novella. Tale progetto sancisce inoltre una crescita in termini di qualità della proposta del Piano Giovani per la quale come referente tecnico e come Tavolo lavoriamo da molti anni. Crescita che quest’anno si è misurata con diversi progetti, con la partecipazione più attiva del solito da parte delle altre realtà del territorio. Chi semina fiducia, nei giovani in particolare, raccoglie i suoi frutti; a noi la pazienza di aspettare”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Cles, camion rimane incastrato nella galleria della stazione

Pubblicato

-

È successo a Cles nella galleria che dal centro porta alla stazione dei Treni. Un camion, nonostante in bella vista ci fosse il segnale di divieto di transito per i veicoli sopra i 3 metri di altezza, ha deciso di avventurarsi nella galleria per arrivare alla stazione.

Appena entrato nel tunnel però il suo camion si è incastrato perdendo la copertura del tetto.(vedi video) Il camionista non è più riuscito a muoversi ne avanti e ne indietro.

Sono quindi intervenuti gli uomini della polizia locale e i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza la carreggiata ed estratto il mezzo dalla galleria. Per il conducente in arrivo una bella sanzione e probabilmente i costi sostenuti dai vigili del fuoco. Una disattenzione che costerà quindi cara all’azienda.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Tassullo ricorda con affetto il professor Adolfo Menapace

Pubblicato

-

A cinque anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 12 novembre del 2014, un gruppo di cittadini di Tassullo ha voluto ricordare il professor Adolfo Menapace, figura conosciuta e stimata nell’ambiente di Ville d’Anaunia e anche al di fuori dei confini comunali. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Teatro strapieno a Rallo per l’incontro con Manolo: «Bisogna rispettare le leggi eterne della montagna»

Pubblicato

-

Invitato dall’assessore allo sport del Comune di Ville d’Anaunia Matteo Mendini, il mago dell’arrampicata Manolo – alias Maurizio Zanolla – è stato protagonista l’altra sera di un incontro pubblico a Rallo, accolto da un teatro gremito e da applausi scroscianti. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza