Connect with us
Pubblicità

Trento

Condivisione degli ordini professionali sulle linee guida del Psp con un forte invito a prevenzione e formazione

Pubblicato

-

Accompagnata del dirigente generale del dipartimento salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti, l’assessora Stefania Segnana ha incontrato i presidenti e i rappresentanti degli ordini professionali del comparto sanità per un confronto sulle linee guida del Programma di sviluppo provinciale (Psp):

“Abbiamo ritenuto importante un incontro diretto per raccogliere informazioni e osservazioni per poi elaborarle e condividerle con voi”, ha evidenziato l’assessora in apertura. Con i presidenti degli ordini dei medici (Marco Joppi)  dei Farmacisti (Bruno Bizzaro) e delle Professioni infermieristiche (Daniel Pedrotti) erano presenti anche il segretario di TSRM-PSTRP (Lorenzo Giovanelli) e i rappresentanti dei veterinari (Giuseppe Pallante, responsabile scientifico e Sergio Coretti, tesoriere).

Condivisione da parte degli ordini professionali presenti all’incontro sulla “programmazione che, pur rimanendo generica, punta su concetti come valorizzazione, competitività, competizione, molto importanti in ambito sanitario“, per usare le parole del presidente dell’ordine dei medici Marco Joppi.

PubblicitàPubblicità

“La sanità non deve però essere una voce di spesa ma una voce di ricchezza. E’ necessario investire molto sulla prevenzione e sulla formazione. Se noi investiamo su questo avremmo anche una resa, se noi non investiamo corriamo il rischio di non poter più curare tutti”, così il presidente Joppi.

Il dirigente generale Ruscitti ha condiviso questa prospettiva e ha parlato del ruolo fondamentale della prevenzione e formazione “dobbiamo riuscire a coordinare i medici con le altre figure professionali tenendo presente che, spesso, gli utenti sociali sono anche gli utenti sanitari”.

Il presidente dell’ordine professioni infiermeristiche, Daniel Pedrotti, ha posto l’attenzione “sul pensare modelli innovativi che intercettino i cittadini sul territorio con un’ottica di prevenzione”.

Facendo riferimento al recente piano di efficentamento ha sottolineato come ciò non sia pensabile “per coloro che erogano servizi e hanno un carico di lavoro altissimo ma si debba pensare ad un riconoscimento professionale individuando, anche, percorsi formativi specifici”.

Pubblicità
Pubblicità

Il presidente Bruno Bizzaro condividendo le analisi dei colleghi degli altri ordini ha sottolineato come negli ultimi tempi “in campo farmaceutico ci sia stato un continuo e progressivo spostamento di risorse dal territorio all’ospedale ma non possiamo svuotare il territorio. Sicuramente nell’ambito della prevenzione le farmacie possono avere un ruolo importante. La prossimità e capillarità sono i valori della farmacia”.

Assicurazione, anche in questo senso, da parte del dirigente generale della sanità trentina che ha ricordato come “l’assessore ha dato ordine di riaprire alcune guardie mediche” e ha ribadito come “sulla farmacia dei servizi noi vogliamo fare la nostra parte”.

Il responsabile scientifico dell’ordine dei veterinari Giuseppe Pallante ha posto l’attenzione sulla necessità della “formazione che non si esaurisce nella competenza dei singoli ma si deve trasferire sul territorio. Un tempo, tanti anni fa c’era, ora non più”.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Roncafort, continuano gli accampamenti abusivi

Pubblicato

-

Sul numero whatsApp della redazione (3922640625) è arrivata una segnalazione inerente alla situazione nell’area antistante della casa di riposo di Roncafort «Stella del Mattino».

La zona è un’area verde di primaria importanza dove sono assolutamente vietati gli accampamenti.  Pare invece che questo divieto non venga seguito dalle numerose famiglie rom che a turno sostano ormai da quasi 3 anni nella zona. Gli stessi “campeggiatori” abusivi creano poi la solita “emergenza rifiuti” che vengono abbandonati sul ciglio della strada di via Aeroporto, a ridosso del vecchio capannone della ditta Mondini e nei cestini davanti alla fermata dell’autobus della casa di riposo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

A22: code e rallentamenti tra Trento Sud e Rovereto Sud

Pubblicato

-

Traffico intenso sulle strade del Trentino, in questa domenica che coincide con la Festa dell’Immacolata, ecco il quadro della situazione aggiornato alle ore 17.00.

Sull’Autostrada del Brennero si segnalano code e rallentamenti tra Trento Sud e Rovereto Sud in direzione Sud. Viene consigliato per chi è diretto a Sud l’ingresso in A22 al casello di Ala Avio.

Sulla statale 12, rallentamenti tra Trento Sud e Rovereto in direzione Sud. Sulla provinciale 90 rallentamenti e code tra Nomi e Villalagarina, sempre in direzione Sud. Infine, sulla statale 240, rallentamenti tra Nago Torbole e Mori in direzione Rovereto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Consegnato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri il certificato Family Audit

Pubblicato

-

Il segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Roberto Chieppa, nell’ambito del Festival della Famiglia, ha ricevuto venerdì in Provincia a Trento, dall’assessore Mirko Bisesti, il certificato Family Audit, con il quale si riconosce alla Presidenza del Consiglio l’avvio di un piano di misure di conciliazione fra vita e lavoro che verranno attuate fra i propri dipendenti nei prossimi anni.

Family Audit è uno strumento che ha l’obiettivo di attivare un cambiamento culturale nelle imprese e nelle pubbliche amministrazioni attraverso azioni innovative a sostegno delle famiglie.

E’ uno standard che innesca un ciclo virtuoso di miglioramento continuo e che offre la possibilità di entrare in un network di aziende che mirano a diventare ambienti di lavoro eccellenti.

Pubblicità
Pubblicità

E’ molto importante – ha detto Chieppa, accompagnato dal vicesegretario Francesca Gagliarducci – che un ente come la Presidenza del Consiglio dei Ministri riesca ad adottare prassi innovative in questo campo, dimostrando come anche la pubblica amministrazione possa cambiare al fine di garantire una maggiore conciliazione fra i tempi di vita e di lavoro dei propri dipendenti, offrendo, di conseguenza, un servizio più efficiente ai cittadini. Ringraziamo quindi – ha concluso – la Provincia autonoma di Trento per questo riconoscimento, che non premia tanto un lavoro fatto, ma l’inizio di un lavoro da fare”.

“Il Trentino sta puntando molto – ha detto l’assessore Bisesti – sulle politiche a sostegno della famiglia. Ci fa molto piacere quindi che un ente importante come la Presidenza del Consiglio dei Ministri abbia espresso questa sensibilità aderendo al modello Family Audit che sta trovando sempre maggiore attenzione fra le imprese e le pubbliche amministrazioni”.  

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza