Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

“PredAir”, buona la prima: 1.500 spettatori e 300 partecipanti attivi alla tre giorni dedicata allo sport all’aria aperta

Pubblicato

-

Il Centro Sportivo di Tres è stato il cuore pulsante della manifestazione

Buona la prima per “PredAir”, il festival delle discipline outdoor andato in scena lo scorso weekend a Tres e su tutto il territorio di Predaia, riscuotendo un grande successo.

Sono stati infatti 300, tra gare e attività sportive proposte, i partecipanti attivi alla manifestazione. Circa 1.500, invece, gli spettatori che hanno assistito alle esibizioni dei numerosi performers presenti nell’arco dei tre giorni dedicati allo sport e al divertimento all’aria aperta.

Dopo “l’edizione 0” dello scorso anno, l’iniziativa organizzata dall’associazione Smarano Climbing in collaborazione con il Comune di Predaia e l’Azienda per il Turismo ha richiamato in Val di Non tanti appassionati, ma anche famiglie e bambini curiosi di cimentarsi in diverse attività all’Outdoor Village, cuore dell’evento allestito al Centro Sportivo di Tres.

Pubblicità
Pubblicità

Particolarmente apprezzati sono stati gli incontri ravvicinati con degli sportivi speciali come il mago dell’arrampicata Manolo, all’anagrafe Maurizio Zanolla, che ha fatto registrare il tutto esaurito al Centro Ricreativo Prà del Lac. Ma la sala era gremita anche quando sul palco sono saliti gli altri ospiti Alessandro de Bertolini, Lorenza Menapace e Tomas Franchini.

Tra arrampicata sportiva, orienteering e nordic walking, mountain bike, equitazione, kayak e dragon boat, minitennis e pesca sportiva, in molti hanno poi voluto provare nuove e accattivanti discipline. Senza dimenticare le slacklines, i monocicli, il parkour, la giocoleria, la ginnastica acrobatica. Un’affluenza elevata che ha spesso costretto gli organizzatori a chiudere in anticipo le iscrizioni.

La “scalata” al campanile di Tres

Notevole è stata anche la partecipazione alle tre manifestazioni sportive “Predaia Super Bike”, raduno amatoriale di MTB con partenza alle suggestive gallerie San Romedio, “Predaia Social Walk”, trail running di beneficenza, e “Patablock”, contest di arrampicata che quest’anno ha visto parecchi scalatori tentare la salita al campanile di Tres.

Non può che dirsi soddisfatto Massimo Pindo, segretario dell’associazione Smarano Climbing e ideatore della manifestazione: “Il pubblico presente e la partecipazione di oltre 300 persone tra attività proposte e gare sportive ci rendono naturalmente orgogliosi – dichiara Pindo –. L’affluenza di appassionati durante i tre i giorni è stata costante, soprattutto sono state numerose le famiglie con bambini al seguito che hanno assistito alle esibizioni proposte. Un ringraziamento particolare va in primis al Comune di Predaia e all’Apt che hanno creduto in questo progetto, agli enti istituzionali come Provincia, Regione, Comunità di Valle, Bim dell’Adige e sponsor privati come la Cassa Rurale Val di Non, AlpStation Cles, Melinda e San Romedio, che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento. Un grande ringraziamento alle associazioni sportive che hanno partecipato: Non Solo Bike, Predaia Bike, Parco Fluviale Novella, Nordic Walking alta VdN, DrangonBroz, Gruppo CTG “Terre Alte”, Ginnastica Val di Non, Willow Horse Center e Circolo Tennis alta VdN. Naturalmente anche alle Pro Loco di Taio, Tres, Coredo e l’associazione Strada della Mela che hanno curato la ristorazione e Croce Rossa, i Carabinieri in congedo, i Vigili del Fuoco che si sono occupati della sicurezza durante i tre giorni. In tutto sono stati un centinaio i volontari coinvolti”.

Tante le occasioni di intrattenimento durante il weekend di “PredAir”

Anche da parte dell’Apt arrivano parole d’elogio. “PredAir vive grazie a una proposta lanciata da un’associazione che è stata in grado di coinvolgere altre realtà per valorizzare lo sport outdoor e il territorio – spiega il vicepresidente Andrea Widmann –. Aspetti questi che si inseriscono perfettamente in ciò che l’Apt sta cercando di portare avanti, con l’obiettivo di rendere la Val di Non attrattiva per la sua natura. Stiamo infatti parlando di una terra autentica, la cui ricchezza turistica è data dalla sua vitalità e dal fatto che è abitata e vissuta tutto l’anno. La territorialità è la nostra forza”.

Gli fa eco Lorenzo Rizzardi, assessore allo sport nonché vicesindaco di Predaia: “C’è grande soddisfazione nell’amministrazione comunale dopo questa prima edizione di Predair, che segue quella ‘di prova’ dell’anno scorso – rivela –. Il formato sembra davvero essere quello giusto e ha dimostrato le grandi potenzialità del nostro Comune. Siamo convinti che l’abbinamento sport all’aperto e fruizione del nostro territorio sia un connubio che può fungere da volano importante dal punto di vista turistico”.

Sulla stessa lunghezza d’onda sono le parole del sindaco Paolo Forno. “Questo evento ha tutti gli ingredienti per diventare una delle principali manifestazioni della valle – commenta il sindaco –. Sport a 360 gradi, discipline adatte a tutti, dalle famiglie con bambini ai professionisti. PredAir valorizza alcuni dei luoghi più interessanti di Predaia: i laghi di Coredo e Tavon e quello di S. Giustina (attualmente riqualificato attraverso il grande progetto de “Le Plaze”), i sentieri per mountain bike e running, i percorsi naturalistici, i vari paesi di Predaia con le loro bellezze storico architettoniche… Ma soprattutto parliamo di una festa che raggruppa tante realtà associative che fanno del volontariato un valore aggiunto. Senza di loro non sarebbe possibile realizzare un progetto come questo”.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Una scuola tutta nuova per gli alunni di Denno e Sporminore

Pubblicato

-

Una scuola tutta nuova, luminosa, funzionale. Il luogo ideale dove crescere e imparare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ville d’Anaunia: le caserme dei Vigili del Fuoco saranno ammodernate

Pubblicato

-

Le tre caserme dei Vigili del Fuoco volontari di Nanno, Tassullo e Tuenno saranno interessate da lavori di ammodernamento. Il Consiglio comunale ha approvato anche l’assestamento di bilancio, mentre sono state bocciate le due opposizioni alla bonifica del Comitato bosco. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Sequestrati in Val di Non ben 133 kg di funghi porcini

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il personale forestale e di custodia della stazione di Fondo, coadiuvato dai colleghi della stazione di Rumo e dell’Ufficio distrettuale delle foreste di Cles, hanno provveduto ad un controllo della raccolta dei funghi nei comuni di Castelfondo e Brez.

L’operazione di vigilanza ha portato alla redazione di 28 verbali di contravvenzione per violazioni in materia di raccolta di funghi (quasi tutte per raccolta oltre i limiti consentiti) e di 3 verbali per transito non autorizzato su strade forestali.

Si è proceduto inoltre alla confisca di 133 kg di funghi, quasi tutti porcini. 

Pubblicità
Pubblicità

I funghi sono stati devoluti in beneficenza presso strutture locali ad eccezione di un limitato quantitativo che è stato distrutto per dubbia commestibilità, a causa del cattivo stato di conservazione.

In virtù del particolare periodo climatico, che ha favorito una copiosa produzione di funghi nel bosco, molti raccoglitori non si sono accontentati dei 2 kg per persona per giorno previsti dalla legge, superando in molti casi il limite consentito.

Eclatante il caso in cui sono stati contestati 29.5 kg a carico di un singolo raccoglitore che aveva provveduto a nascondere i porcini nel vano della ruota di scorta della propria autovettura.

Nei prossimi giorni è prevista un’intensificazione dei controlli sul territorio provinciale.

Si ricorda che la raccolta è consentita solo dalle ore 7 alle ore 19 nel limite tassativo di 2 kg a testa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza