Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Da luglio prossimo per il progetto “Ri-Alzhiamoci insieme” all’APSP Santa Maria di Cles sarà attivo lo sportello Alzheimer

Pubblicato

-

Martedì 11 giugno, presso l’APSP Santa Maria di Cles, è stato presentato il progetto ‘Ri-Alzhiamoci insieme’, lo sportello ideato per fornire una possibilità di supporto, ascolto e sostegno alle persone che convivono con la demenza e ai loro famigliari.

Introduce l’Avv. Laura Flor, Presidente della Casa di Riposo Santa Maria: “Lo sportello sarà dedicato non solo all’anziano presente in struttura, ma anche alle persone esterne. Ricordo che l’Alzheimer è una patologia che non prevede ricovero ospedaliero, ad accogliere questi malati sono solo le case di riposo. Questo progetto è nato in occasione dell’Alzheimerfest, in collaborazione con la Comunità della Valle di Non, con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari e con la Provincia Autonoma di Trento. Non a caso abbiamo scelto questo mese per presentarlo, perchè è il mese dedicato a questa malattia; in tutta la provincia si stanno svolgendo parecchie manifestazioni ed incontri sul tema”.

La Presidente Flor procede quindi alla lettura di un brano, particolarmente toccante, tratto dal libro ‘Still Alice. Perdersi. Senza ricordi non c’è presente’ di Lisa Genova. E’ la storia di una neuropsichiatra che viene colpita precocemente da questo terribile male, e lotta per non perdere sè stessa.

Pubblicità
Pubblicità

Prende la parola il Direttore dell’Istituto, Dott. Luca Cattani: “L’obiettivo di questo incontro è informare dell’esistenza dello sportello, far conoscere la malattia, far conoscere i servizi, avvicinare la gente a questa malattia che ‘ti porta via’. In Trentino attualmente ci sono 8.000 persone affette; l’inserimento in RSA è marginale, in quanto i posti totali su tutto il territorio sono solo 1.500, perciò l’opzione sono i famigliari o la badante. Quando insorge questo problema la famiglia si trova ad affrontare un male che non conosce, non ha strumenti. Lo sportello, per dare supporto, mette a disposizione tre professionisti: una psicologa che opererà le scelte e le modalità del supporto; un’educatrice che si occuperà dei percorsi da affrontare, ed un fisioterapista per aiutare i pazienti nei vari stadi della malattia, anche i più avanzati”.

La Psicologa Anna Daccordo racconta che nelle sue precedenti esperienze: i famigliari si preoccupano solo della salute del proprio caro, senza pensare alle proprie necessità e soprattutto senza rendersi conto che sono proprio loro ad aver maggior bisogno di aiuto. “Chi si prende cura del paziente ha un rapporto bidirezionale: se sta bene il malato, sto bene anch’io. Ma invece il benessere passa attraverso chi si prende in carico la persona, deve conoscere la cura adatta a lui, e deve riuscire a combattere la rabbia, i sensi di colpa, l’impotenza che li affigge. Non bisogna tenersi tutto dentro, si corre il rischio di cadere in depressione, si deve chiedere aiuto prima che sia troppo tardi. E’ compito dello psicologo studiare le strategie adatte a prevenire, per riuscire a conservare le energie e la salute psicofisica, e riuscire a prendersi i propri spazi”.

Pubblicità
Pubblicità

In assenza delle Educatrici che si occupano del progetto, Samanta Noldin e Barbara Framba, la psicologa spiega al posto loro che il ruolo dell’educatore è quello di far vedere ai famigliari oltre alla malattia, far capire loro che le persone dementi provano ancora emozioni. E’ necessario valorizzare quello che c’è, immergersi nella loro realtà. Inoltre l’educatore dà suggerimenti sull’ambiente dove vive il malato, per esempio in casa ridurre ciò che può destabilizzarlo.

Il Fisioterapista, Nicolò Panza, approfondisce il suo ruolo: “Svolgo il mio lavoro sia all’interno della struttura che presso le abitazioni dei pazienti. E’ difficile ottenere la collaborazione del paziente, specie se la malattia è in stato avanzato. Mi prendo cura non solo del malato, ma studio anche l’ambiente che lo circonda, ed interagisco con le persone che lo hanno a carico. Insieme all’educatore applichiamo le soluzioni migliori, come togliere i tappeti per evitare che inciampino, mettere maniglioni di appoggio vicino al water, alla vasca, ecc. In base alle loro capacità motorie e cognitive usiamo degli ausilii, come carrozzine, girelli, sollevatori, materassi e cuscini antidecubito, ed insegniamo a famigliari e badanti ad usarli. Insegniamo loro anche le tecniche base di mobilizzazione per aiutarli a svolgere le attività quotidiane. Sicuramente avere uno sportello per unire psicologo, educatore e fisioterapista è un valido supporto”.

Pubblicità
Pubblicità

Il Direttore Cattani puntualizza: “Lo sportello è aperto non solo per coloro che hanno un famigliare malato, ma soprattutto a chi si accorge che qualcosa in un proprio caro non va, e forse è agli esordi della malattia. Proprio per questo motivo si è pensato di istituire lo sportello che offra questa gamma di servizi. Basta telefonare, si verrà ricontattati e, una volta capito il tipo di bisogno, si verrà indirizzati alla figura professionale con la quale relazionarsi per un incontro, sia in struttura che a domicilio. Il primo intervento è gratuito, poi verranno applicate le tariffe a seconda della tipologia del servizio”.

Conclude Laura Flor: “Noi crediamo molto in questo progetto, ci mettiamo energia ed entusiasmo, sarà per noi come una specie di sfida, e siamo pronti ad accogliervi nella nostra struttura insieme ai nostri professionisti per offrire supporto tecnico e consulenza”.

Presenti all’incontro anche la Vicepresidente della Comunità della Val di Non Carmen Noldin, la Consigliera Provinciale Paola Demagri e l’Assessore alla Politiche Sociali del Comune di Cles Cristina Marchesotti.

Per informazioni chiamare lo 0463/601311 o consultare il sito dell’APSP Santa Maria

 

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Statale 421 tra San Lorenzo e Molveno, proseguono i lavori di messa in sicurezza

Pubblicato

-

Si conta di riaprire la statale 421, ancora chiusa tra San Lorenzo in Banale e Molveno, nei prossimi giorni, appena terminati i lavori di messa in sicurezza che la stanno interessando dopo la frana del 23 novembre scorso.

Nel frattempo, da domani, la strada alternativa, in località “Moline” sarà aperta, con il presidio di personale del Servizio Gestione strade della Provincia, anche dalle 11 alle 13, oltre che dalle 7 alle 8 e dalle 17.00 alle 18.30, com’era già previsto.

In rappresentanza della Giunta, l’assessore competente ha fatto il punto della situazione in un incontro avvenuto questo pomeriggio a Trento, presenti i tecnici provinciali, il presidente della Comunità della Paganella, e sindaco di Fai, Gabriele Tonidandel, i sindaci di Molveno, Luigi Nicolussi, di Andalo, Alberto Perli e di San Lorenzo-Dorsino, Albino Dellaidotti, accompagnato dal vicesindaco Rudi Margonari.

Pubblicità
Pubblicità

“Stiamo lavorando – ha confermato l’assessore – per riaprire la strada a breve, in sicurezza. Purtroppo la situazione della parete rocciosa a monte della strada non ci ha ancora permesso di farlo, nonostante l’impegno degli uffici provinciali coinvolti e della ditta privata che sta operando. Confidiamo servano ancora pochi giorni“

Una situazione che si intende gestire con un intervento importante: lo stesso presidente Fugatti ha confermato la volontà, già espressa in precedenti occasioni, di affrontare strutturalmente le condizioni di quella strada per la quale sono già disponibili risorse a bilancio.

Pubblicità
Pubblicità

“Un’ispezione con l’elicottero – ha ricordato il dirigente del Servizio Gestione strade Giancarlo Anderle – ci ha permesso di vedere come un nuovo crollo, dopo quello del 23 novembre, abbia quasi riempito le barriere paramassi, che adesso devono essere svuotate. La ditta che ci sta lavorando ipotizza di finire questa operazione, se non ci sono altri imprevisti, entro giovedì 12 dicembre. A seguire, con il parere favorevole dei geologi, si può pensare di riaprire la statale 421”.

Gli amministratori presenti hanno ricordato quanto quella via di comunicazione sia importante tanto per l’economia che per la vita della comunità ed hanno auspicato che quanto prima possa essere avviato un intervento definitivo sulla statale. All’incontro hanno partecipato anche Stefano De Vigili, dirigente del Dipartimento Infrastrutture e trasporti e Filiberto Bolego, del Servizio Gestione strade.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ronzone: operaio 44enne si ferisce alla mano con il trapano

Pubblicato

-

Ieri pomeriggio poco dopo le 14.00 un operaio di una ditta artigiana di Ronzone in Val di Non è rimasto ferito ad una mano mentre stava usando il trapano.

L’uomo, 44 anni di Romeno, stava lavorando con il trapano, quando all’improvviso la punta è scivolata dalla superficie andando a colpire la sua mano, ferendolo in maniera grave.

La punta è riuscita a trapassare i guanti da lavoro andando a danneggiare le falangi

Pubblicità
Pubblicità

Preoccupati per le grida dell’uomo, i colleghi hanno immediatamente chiamato il 112.

Sul posto sono arrivate: due ambulanze, l’elicottero e i vigili del fuoco permanenti di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo è stato trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento in codice rosso e da lì trasferito al centro di chirurgia della mano a Peschiera, dove i medici stanno cercando di ridurre al minimo i danni provocati alla mano.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Immersi nelle vie dei paesi di Ton per vivere tutti insieme “La gioia del presepe”

Pubblicato

-

Il bassorilievo realizzato da Jon Bordeniuc, vincitore della scorsa edizione del concorso "La gioia del presepe"

Anche quest’anno tornano i presepi tra le vie dei paesi di Ton. La commissione cultura e il Comune di Ton hanno organizzato l’11esima edizione del concorso “La gioia del presepe”, per riscoprire e valorizzare la tradizione del presepe. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza