Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Venerdì riprende il processo contro il caseificio di Coredo

Pubblicato

-

Il caso del formaggio, finito sotto sequestro per la presenza dell’escherichia coli, un batterio contenuto nel latte crudo, approda per la seconda volta in Tribunale.

Venerdì 14 giugno, riprende il processo penale, promosso dalla Procura di Trento, nei confronti del presidente del caseificio di CoredoLorenzo Biasi, 36 anni di Sfruz, e del responsabile della sicurezza e dei controlli, Gianluca Fornasari, 47 anni residente a Coredo.

I reati penali contestati ai due (nella foto) sono:

Pubblicità
Pubblicità

1 – produzione e immesso nel circuito commerciale prodotti caseari con cariche microbiotiche superiori ai limiti di legge (Stec e escherichia coli);

2 – condotta omissiva in quanto si ometteva di richiedere adeguati controlli e ometteva di richiedere a Trentingrana Concast di effettuare delle ispezioni sul campo al fine di verificare le condizioni igieniche delle stalle dei conferitori (inoltre successivamente all’evento non provvedeva al ritiro cautelativo del prodotto);

Pubblicità
Pubblicità

3 – omessa ottemperanza alla disposizione impartita dall’U.O. Igiene e Sanità Pubblica Veterinaria di Cles, con la quale, imponeva, di effettuare un richiamo agli allevatori per una più corretta applicazione di una procedura di pulizia e disinfezione in fase di mungitura e operazioni correlate obbligo da adempiere immediatamente secondo quanto previsto dal provvedimento stesso.

Più volte abbiamo scritto della dolorosissima vicenda del bimbo di Coredo che nel 2017 (aveva solo quattro anni) si sentì male, dopo aver mangiato il formaggio “Due Laghi“, prodotto e commercializzato proprio dal caseificio sociale della Val di Non.

Pubblicità
Pubblicità

Il piccolo, a distanza di due anni, si trova ancora in condizioni molto gravi, causate dall’escherichia coli, un batterio contenuto nel latte crudo che causa vari tipi di tossine.

La Procura vuole fare chiarezza e capire che cosa sia successo: oltre al procedimento qui descritto c’è un’indagine in corso, coordinata dal pubblico ministero Maria Colpani, per lesioni colpose gravissime e per somministrazione di sostanze nocive.

I carabinieri del Nas hanno acquisito e stanno acquisendo una grande mole di documenti, sono state fatte numerosi analisi e numerose ispezioni presso il caseificio, tra cui quella avvenuta nella notte tra giovedì 28 marzo 2019 e venerdì 29 marzo 2019, che si è protratta per parecchie, durante la quale è stato convocato in azienda anche il presidente del caseificio.

Il papà del bambino, individuato come parte offesa dalla p.m. Colpani, è difeso dall’avvocato Paolo Chiariello, si è costituito parte civile.

Durante la prima udienza alla quale erano assenti gli imputati, il loro avvocato Gaetano Forte del foro di Ferrara, ha sollevato un’eccezione tecnico/procedurale e non di merito, alla quale si sono opposti, tanto il p.m. d’udienza, quanto l’avvocato di parte civile Paolo Chiariello, mentre la pronuncia del Giudice è attesa nell’udienza del 14 giugno.

 

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Frana a Campodenno, Vigili del Fuoco ancora al lavoro. Rimangono chiuse la provinciale 67 e la strada del Faè

Pubblicato

-

Nella foto di Sergio Zanotti si può notare l'entità dello smottamento avvenuto nella serata di ieri tra Campodenno e Lover

Sono ancora al lavoro i Vigili del Fuoco di Campodenno dopo l’intervento di ieri sera, quando sono stati allertati a causa di alcuni blocchi di terra presenti sulla sede stradale della SP 67 tra Campodenno e Lover (qui l’articolo). (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Sabato a Denno l’inaugurazione della scuola primaria “Don Simone Weber”

Pubblicato

-

Sarà inaugurata sabato prossimo, 23 novembre alle 10.30, la nuova scuola primaria di Denno “Don Simone Weber”, che fa parte dell’Istituto Comprensivo Bassa Anaunia-Tuenno. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Frana il terreno tra Campodenno e Lover, chiusa la provinciale 67 e la strada del Faè

Pubblicato

-

Continuano i disagi legati al maltempo, anche se le precipitazioni, almeno nella giornata di oggi, sembrano aver concesso una tregua. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza