Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Fassa e Fiemme, tragico weekend sulle strade e sulle montagne: tre morti e sette denunce

Pubblicato

-

Fra due incidenti stradali mortali ed un altro in montagna altrettanto mortale è stato un weekend da dimenticare per il Trentino.

I carabinieri della compagnia di Cavalese sono stati molto impegnati anche nei controlli sul territorio denunciando sette soggetti a vario titolo

I carabinieri della della stazione Primiero San Martino di Castrozza hanno denunciato una persona per guida senza patente, mai conseguita, e nello stesso intervento, minaccia a pubblico ufficiale.

PubblicitàPubblicità

I carabinieri della stazione di Moena hanno invece identificato  un 44 enne della provincia di Napoli per truffa informatica.

La stazione di Molina di Fiemme ha smascherato un 38 enne della provincia di Foggia accusato di insolvenza fraudolenta.

Pubblicità
Pubblicità

Gli agenti della stazione di Cavalese hanno denunciato tre persone: un 38 enne trentino per truffa, un 2 6enne del luogo per maltrattamenti contro i familiari e un 22 enne della provincia di Verona per lesioni personali.

Per quanto riguarda gli incidenti mortali, venerdì a Mezzano ha perso la vita Renata Zanin, 75enne di Feltre. (nella foto)

Pubblicità
Pubblicità

Secondo la ricostruzione dei militari la donna avrebbe perso il controllo dell’autovettura precipitando in una scarpata.

L’arrivo dei soccorsi era stato immediato, ma le ferite riportate nell’incidente erano troppo gravi e la donna non ce l’ha fatta.

Gli agenti stanno indagando sulle cause dell’incidente, fra le ipotesi un problema meccanico della vettura.

Sabato verso mezzogiorno invece l’inglese Jean Andre Quemerner si è gettato dalla cima del Sass Pordoi con la tuta alare schiantatosi sulle rocce e precipitando in un canalone di neve.

Infine il motociclista di Schio, Marco Stabile, è finito fuori strada, precipitando in una scarpata sulla provinciale 71 fra Sover e Segonzano. All’arrivo dei soccorsi l’uomo era già morto.

Pubblicità
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Moena: cede la strada e la betoniera finisce nel burrone. Il video

Pubblicato

-

La devastazione della tempesta Vaia non lascia scampo ad una betoniera che finisce nel burrone a Moena. Il conducente si salva, ma solo perché  scende dal mezzo alcuni secondi prima della caduta.  L’incidente è successo ieri pomeriggio sulla strada che collega Moena e la frazione Medil, dove si sta lavorando per il ripristino dei sentieri dopo la tempesta Vaia.

La betoniera si è fermata per un cedimento della sede stradale spostandosi pericolosamente su un lato. Per alcuni minuti è rimasta in stallo poi è finita nel burrone fra le piante del bosco sottostante facendo un volto di una quarantina di metri. 

 

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Abbattuto dai forestali un cinghiale in Val di Fiemme

Pubblicato

-

Lo scorso 26 novembre il personale della Stazione forestale di Predazzo ha provveduto all’abbattimento di un esemplare maschio di cinghiale del peso di 81 kg, sul territorio del comune di Tesero. Ciò in applicazione della disciplina per il controllo del cinghiale, che persegue l’obiettivo di evitare che il suide si propaghi sull’intero territorio della provincia, considerati i danni pesanti che può provocare al comparto agricolo.

Come è noto, le maggiori popolazioni di cinghiale presenti in provincia si trovano nel Trentino meridionale, in particolare nelle aree di confine con il Veneto e con la Lombardia, dove l’animale è piuttosto diffuso. In queste zone si cerca perciò di contenerne il numero con abbattimenti mirati, in collaborazione anche con l’Associazione cacciatori trentini. In aree invece dove la specie non è ancora presente, come la val di Fiemme, si cerca di evitare che ciò accada.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Ospedale di Cavalese: tempi e modalità certe di progettazione

Pubblicato

-

“La progettazione esecutiva del nuovo ospedale di Cavalese verrà effettuata da un gruppo di lavoro interno alla Provincia, facente capo all’Umst Grandi opere e ricostruzione, in stretta collaborazione con il personale sanitario e il territorio, al fine di agevolare la massima condivisione di scelte ed esigenze e di semplificare la convivenza fra il cantiere e il servizio svolto dall’ospedale attuale. Le principali funzionalità della nuova struttura saranno assicurate nei tempi previsti, anche in vista delle Olimpiadi del 2026. La nuova struttura dovrà essere moderna, efficiente e funzionale”.

Così il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, che ieri mattina ha incontrato, assieme all’assessore alla salute Stefania Segnana, al dirigente generale dell’Umst Grandi opere della Provincia Raffaele De Col e al dirigente generale del Dipartimento salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti, il presidente della Comunità territoriale della valle di Fiemme Giovanni Zanon e il sindaco di Cavalese Silvano Welponer.

Due i temi al centro dell’incontro: le tempistiche relative alla progettazione e successiva realizzazione del nuovo ospedale e gli stanziamenti previsti in Bilancio.

Pubblicità
Pubblicità

Sulle tempistiche, come illustrato da De Col, la progettazione esecutiva del nuovo ospedale sarà terminata entro il 2020. Nel 2021 si procederà con la gara di appalto per arrivare nel 2022 all’avvio dei lavori. L’obiettivo è di garantire le funzionalità principali, comprese le prestazioni del previsto Centro traumatologico, entro la scadenza del 2025.

Per quanto riguarda i finanziamenti, il costo previsto per coprire le esigenze prioritarie che il nuovo ospedale dovrà assolvere è pari a 35 milioni di euro. Il cadenzamento degli investimenti previsti in Bilancio si allineerà con le previsioni realizzative delle diverse opere.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza