Connect with us
Pubblicità

Food and Wine

Torrefazione Bontadi ti porta alla scoperta dell’oro nero. Il caffè: quanto ne sai di questa straordinaria materia prima?

Pubblicato

-

Torrefazione Bontadi ti porta alla scoperta dell'oro nero. Il caffè, quanto ne sai e cosa sai di questa straordinaria materia prima?

La Torrefazione Bontadi nasce a Rovereto nel 1790 dall’omonimo Carlo che, grazie alle sue doti imprenditoriali e commerciali riuscì a far crescere l’ azienda e a trasmettere i suoi valori anche ai diversi eredi uniti dalla stessa passione per la materia prima.

Raccontare una storia di oltre due secoli non è facile. Per questo è stata creata una collezione specifica: il museo CO.BO che rappresenta la terza collezione al mondo per importanza e attrezzature esposte. La collezione vi accoglie presso la sede con le macchine da caffè più remote e le attrezzature utilizzate nel corso degli anni dai Bontadi.

Il museo racconta non solo la storia imprenditoriale della famiglia ma, anche l’evoluzione tecnologica delle attrezzature specifiche fin dalla prima macchina da caffè nata nel 1884.

Torrefazione Bontadi è fortemente legata alla sua storia ed allo stesso momento guarda al futuro. In un contesto di quarta rivoluzione industriale, dove l’interazione tra uomo e macchina rappresenta l’occasione per le aziende di cogliere le opportunità, ritengono che investire nel progresso sia la linea di congiunzione tra il passato e il futuro.

Grazie a questa filosofia oggi l’azienda risponde alle direttive di “Industria 4.0”, ottimizzando le performance degli impianti pur sempre valorizzando il personale con formazione specifica e programmata.

Il piacere della tradizione e delle cose fatte bene sono un punto di forza per Bontadi che vanta di diversi riconoscimenti anche a livello nazionale tra i quali: la “Medaglia d’oro fedeltà al lavoro e progresso economico” per l’attività svolta con lodevole impegno ininterrottamente dal 1790 ad oggi CCIAA Trento.

Premio Mete d’Italia Ambasciatori del Territorio” conferito da Roma Palazzo Madama ad aziende di eccellenza per aver contribuito alla valorizzazione del territorio, adottando strategie legate alla tutela dell’ambiente e del paesaggio.

Premio 100 eccellenze italiane”, assegnato ad aziende ed enti che con il loro lavoro contribuiscono a valorizzare l’emblema del marchio Made in Italy, conferito da Roma Palazzo Montecitorio. “Attestato bottega storica trentina”, torrefazione segnalata da “l’Italia del Gambero Rosso”, il Sole 24 ORE. In questi traguardi Bontadi riconosce valori e principi fondamentali da tenere sempre presenti avendo chiari gli obbiettivi della torrefazione.

La professionalità dell’imprenditore, oggi viaggia di pari passo con la sua formazione, per questo è nata “Accademia Bontadi”, un’area permanente di formazione teorico pratica in cui apprendere tutti i segreti del mestiere per formare eccellenti professionisti della tazzina in grado di dare continuità qualitativa alla realizzazione dell’espresso perfetto e non vanificare le laboriosi fasi di lavorazione precedenti.

Una formazione a 360° dove apprendere le nozioni fondamentali necessarie alla massima valorizzazione della materia prima. L’azienda segue direttamente l’approvvigionamento delle materie prime, ogni caffè viene tostato monorigine per garantire la perfetta tostatura, permettendo la mutazione perfetta dei chicchi durante la tostatura senza che questi subiscano stress per diversificazione di crivelli e caratteristiche organolettiche. Selezioniamo fazende che garantiscano gli standard di massima affidabilità dei raccolti nel corso degli anni, garantendo la massima qualità. Garanzie che rispondano alla tracciabilità più remota della materia prima, certificazioni fitosanitarie, biologiche, Slow Food dei caffè utilizzati. Lo stoccaggio del prodotto crudo avviene tramite i migliori partner, questo ci permette un monitoraggio continuo e immediato dei caffè, sottoponendo questi a controlli, test, e analisi che permettano il migliore stato di conservazione presso le strutture più adeguate e all’avanguardia.

Food and Wine

La spesa di Maggio: frutta e verdura di stagione

Pubblicato

-


Viste le temperatura glaciali degli ultimi giorni ero tentata di rivedere l’articolo e  proporvi stinco e polenta, castagne e brulè.

Ma il calendario parla chiaro, siamo a maggio… metà quasi e se ci guardiamo intorno al supermercato, siamo invasi da una varietà incredibile di meravigliosi ortaggi che si prestano ad innumerevoli ricette.

Dall’antipasto ai secondo, dai contorni al piatto unico, c’è spazio per tutti.

Cercando di documentarmi su quali sono i prodotti del mese mi sono imbattuta negli agretti.

Qualche tempo fa li avevo visto su un giornale di ricette vegane ma, non conoscendoli, non mi sono fidata.

Questa volta invece ho voluto dare una possibilità a questo insolito mazzetto verde e il risultato è stato strepitoso a mio avviso.

Non voglio farvi una noiosa lista di frutta e verdura di stagione, ve ne riporto solo alcuni. Fra la verdura e gli ortaggi cito oltre agli agretti, asparagi, fave, sedano e sedano rapa, zucchine, taccole, piselli, ravanelli, rucola e scalogno.

Per quello che riguarda la frutta è finalmente la stagione delle albicocche, delle fragole e delle ciliegie (che mi riservo di usare prossimamente) e ancora pere e kiwi.

Che dire… sbrizzarritevi. Le possibilità sono infinite e i risultati assicurati.

Quenelle di sedano rapa e topinambur

per due persone
100 gr di topinambur
200 gr sedano rapa
1 cucchiaio di formaggio spalmabili
2 cucchiaio di grana
sale

Per prima cosa sbucciare il topinambur e il sedano rapa, tagliarli a pezzi e lessarli, io ho usato la pentola a pressione (5 minuti dal soffio). Passarli ancora caldi in un robot da cucina ed azionare; le verdure devono essere tritate il più finemente possibile. Aggiungere i formaggi, regolare di sale e mescolare finchè tutti gli ingredienti non sono amalgamati, regolare di sale. Preparare le quelenne e adagiarle su un letto di asparagi precedentemente cotti al vapore.

Agretti e spaghetti
per 4 persone
250 gr di spaghetti
200 gr di agretti (o barba dei frati)
100 gr gorgonzola dole
poco latte

Innanzi tutto pulire gli agretti eliminando le radichette, lavarli bene; versare abbondante acqua in una pentola e quando bolle tuffare gli spaghetti e gli agretti contemporaneamente. Nel frattempo mettere il gorgonzola a pezzetti in un tegame insieme a qualche goccio di latte (o panna se preferite); far sciogliere a fiamma dolce; quando la pasta è cotta scolare e saltare nel tegame del condimento. Mescolare per amalgamare gli ingredienti e lasciar insaporire qualche istante sul fuoco, quindi impiattare e aggiungere grana, pepe o una granella di nocciole.

Polipo arrosto con crema di fave fresche
1 kg polipo – 400 gr fave fresche sgranate
1 cipolla bianca piccola – olio evo
sale

Lessare il polipo per 30 minuti, poi lasciarlo a raffreddare nella sua acqua di cottura; sbollentare le fave, scottarle poi immergerle in acqua fredda e pelarle. Affettare finemente la cipolla, farla appassire con un filo di olio quindi frullare con metà fave. Tagliare il polipo a tocchetti, arrostirlo 1 minuti in padella poi servirlo accompagnato sulla crema di fave, rifinendo il piatto con le fave fresche.

Crostata alla frutta
100 gr di burro
100 gr di zucchero
1 uovo grande
300 gr di farina di riso
Per la crema
500 ml di latte
100 gr zucchero
2 uova
40 gr di farina
Per la decorazione: fragole, albicocche, pere

Lasciare il burro a temperatura ambiente finchè non diventa  morbido, quindi trasferirlo in una ciotola e aggiungere lo zucchero.

Mescolare fino a quando non diventa una crema, aggiungere la farina e per ultimo l’uovo. impastare gli ingredienti finchè non sono amalgamati, formare una palla e lasciarla riposare per 10-15 minuti.

Trascorso il tempo di riposo, stenderla su un piano di lavoro infarinato, dargli una forma rotonda e sistemare nell’apposita teglia per crostata; cuocere a 180 gradi in forno preriscaldato per 20-25 minuti.

Intanto preparare la crema (io con il bimby) In un tegame versare il latte e lo zucchero e mescolare; togliere dal fuoco e aggiungere la farina e le uova, mescolare energicamente per sciogliere eventuali grumi di farina e riportare sul fuoco. Cuocere a fuoco medio per 1o minuti circa, la crema deve addensare.

Quando il guscio è completamente freddo versare la crema e decorare a piacere con la frutta.

Continua a leggere

Food and Wine

Ricette: sbocciano i sapori sulla tavola di Marzo

Pubblicato

-


Marzo mese di inizio primavera, e così come cambia la stagione inizia anche a  colorarsi la nostra tavola con nuovi colori e profumi diversi.

Troveremo ancora prodotti tipicamente invernali, ma lasciamo presto  spazio ad altri ingredienti.

Fra i prodotti del mese sempre presenti ancora gli agrumi, ma anche i kiwi, mele e  pere.

Forte la presenza di cavoli e broccoli, ma anche spinaci, porri, finocchi, ravanelli e sedano.

Vi avevo promesso che non avrei trattato solamente ricette vegetariane e infatti in questo articolo vi propongo piatti con le uova e la carne. Avrei voluto stupirvi utilizzando gli spinati, che non ho mai apprezzato, in un modo originale ma non sono riuscita a passare sopra alle mie riserve.

Pertanto ho ripiegato sul broccoli e cavoli, che ho molto rivalutato negli ultimi mesi, e sul caro vecchio porro, che metterei ovunque.

Si tratta come sempre di ricette facili, veloci e adattabili al gusto personale di ognuno. Non vi resta che scegliere i prodotti che gradite di più e gustarli nel modo migliore.

Succo di kiwi e finocchio
4 kiwi
1 finocchio piccolo

Per prima cosa lavare il finocchio, tagliarlo a listarelle e tenere da parte. Sbucciare i kiwi e tagliarli a pezzi, inserire gli ingredienti nell’estrattore ed azionare. Versare il succo in un bicchiere e mescolare

Frittata con i cipollotti

6 uova
3 cipollotti

Affettare i cipollotti in maniera grossolana, rosolarli in una pentola con un cucchiaio di olio e cuocere per 5 minuti circa. Nel frattempo sbattere le uova in una ciotola, aggiungere un pizzico di sale.  Aggingere i cipollotti alle uova, mescolare e trasferire il composto nella pentola in cui abbiamo precotto i cipollotti.

Cuocere la frittata a fuoco lento, quando ha fatto un pò di crosticina alzare un lato della frittata e piegarlo verso l’interno; ripiegare il secondo lato e chiudere la frittata, girarla e terminare la cottura.

Risotto con crema di broccoli e cavolfiore
Mezza cipolla rossa
1 bicchiere di vino bianco
3-4 pugni di riso
10 cime di broccolo
10 cime di cavolfiore
1/2 porro

Per prima cosa affettare finemente la cipolla e rosolarla in una pentola con un cucchiaio di olio; aggiungere il riso, tostare, aggiungere il brodo per la cottura, tanto quanto basta a coprire completamente il riso. Cuocere a fuoco medio.

Nel frattempo affettare il porro e cuocerlo in una pentola con un filo di olio; a cottura ultimata versare in un robot da cucina assieme al broccolo e al cavolfiore (precedentemente lessati in acqua bollante).

Ridurre in crema con un mixer ad immersione, aggiungere un pizzico di sale e tenere da parte. 5 minuti prima della fine della cottura del riso aggiungere la crema di verdure, mescolare e terminare la cottura. Impiattare, spolverare con un cucchiaio di parmigiano grattugiato e servire

Polpettone con carciofi

600 gr macinato
300 gr cuori di carciofo
1/2 cipolla rossa

Per prima cosa affettare i cuori di carciofi, in una pentola versare un filo d’olio e cuocerli  per una decina di minuti. In una ciotola mescolare il macinato ad un cucchiaio di ricotta, successivamente aggiungere i carciofi e tanto pangrattato quando basta ad ottenere un composto compatto (ma morbido).

Dargli la forma classica del polpettone e procedere con la cottura.

Soffriggere  mezza cipolla rossa con un pò di burro, rosolare il polpettone da entrambi i lati quindi sfumare con un cucchaio di vino bianco. Procedere la cottura bagnando la carne con mezzo litro di brodo. A cottura ultimate aspettare che sia completamente freddo prima di affettarto (per evitare che si sbriciolino le fette).

Con il brodo rimasto nella pentola preparare il sugo aggiungendo un cucchiaio di farina bianca e mescolare per sciogliere eventuali grumi, aggiungere le fette di polpettone e riscaldare la carne.

Continua a leggere

Aziende

Berlino, 6-8 febbraio 2019 : Melinda e La Trentina a Fruit Logistica con le migliori mele in mostra

Pubblicato

-


Uno stand sicuramente inedito quello di questa edizione berlinese di Fruit Logistica 2019  dove Melinda e La Trentina saranno nuovamente insieme per promuovere su questo palcoscenico, punto di riferimento per il commercio ortofrutticolo e uno dei principali appuntamenti europei di settore, la qualità dei propri frutti, nelle varietà classiche e nuove, tutti incorniciati nell’insolita formula di una mostra d’arte per sottolinearne il valore e pregio riconosciuto in tutto il mondo.

Non manca poi l’innovazione nella proposta ai visitatori di immergersi nelle bellezze del territorio trentino e nel cuore delle ben note celle ipogee attraverso i moderni Oculus Virtual Reality, un’esperienza unica e accattivante per entrare in contatto con queste realtà produttive in maniera virtuale.

Sempre presente poi l’obiettivo di business che vedrà incontri a tema con i partner dei diversi Club delle nuove varietà per condividere e definire le strategie commerciali e di marketing per il futuro.

Consapevoli del ruolo di questa piattaforma internazionale nell’offrire ai professionisti e operatori del comparto aggiornamenti, novità e indicatori di mercato, Melinda e La Trentina scendono in campo con l’intera gamma delle mele trentine, valorizzate da un’esposizione originale e caratterizzante, con un tocco di modernità nella scelta di far indossare ai propri ospiti questi visori per la realtà virtuale i cui contenuti spaziano dalle bellezze naturali del territorio alle scene di raccolta, fino all’immersione nel cuore della montagna dove le mele sono conservate nelle modernissime celle ipogee, il tutto nel tradizionale clima ospitale accompagnato dalla degustazione delle tipicità trentine presentate direttamente da Trentino Marketing che gestirà in prima persona sia gli allestimenti che la parte dedicata al food, incentrata sui prodotti certificati Qualità Trentino.

L’edizione 2019 di Fruit Logistica sarà occasione di incontro tra i rappresentanti dei club delle nuove varietà, fra le quali, oltre alla ormai celebre Evelina®, anche Sweetango®, Isaaq® Kissabel® Fengapi-Tessa®, Gradisca, Kizuri-Morgana® e Opal®.

Obiettivo: individuare percorsi scientifici e programmi strategici che sappiano posizionare i prodotti delle valli del Trentino nel mercato di oggi, affinché diventino concretamente leva indispensabile anche negli anni a venire, sia in termini economici che di sostenibilità.

Per Melinda e La Trentina raggiungere questi obiettivi è possibile grazie al recente accordo stipulato con APOT, l’Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini, struttura individuata come la più idonea per la gestione delle due OP nelle diverse attività strategiche.

Tra queste, una tra le più importanti è proprio la gestione coordinata dell’assetto varietale degli areali frutticoli del Trentino; lo scopo è quello di ottimizzarne le produzioni e valorizzare allo stesso tempo le singole varietà, tra cui le nuove Club, ognuna delle quali sarà destinata alle zone produttive più adatte.

Oltre alle mele nelle diverse declinazioni, classiche e varietali, non mancheranno anche tutti i prodotti trasformati a base di mela, come le mousse, lo strudel, gli snack e le barrette.

L’appuntamento è dunque a Fruit Logistica 2019 (Berlino, 6-8 febbraio) presso gli spazi della “Messe Berlin” Hall 2.2 – stand Trentino D-02.

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza