Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Franceschini e Menestrina senza rivali a Molveno. La «short» incorona Deromedi e Bonvecchio

Pubblicato

-

I favoriti della vigilia non hanno tradito le attese alla quarta edizione della Molveno Lake Running, che ha fatto segnare un nuovo record di partecipanti, ben 700, e ha incoronato ancora una volta vincitori Emanuele Franceschini e Simonetta Menestrina, re e regina dell’albo d’oro della gara organizzata dall’Asd Molveno.

Entrambi hanno fatto gara solitaria sul percorso long di 20 km, con l’alfiere dell’Us Quercia Trentingrana al terzo successo consecutivo, uno in meno della portacolori dell’Atletica Trento, che ha fatto quattro su quattro.

Sul podio della gara maschile è salito anche il fratello del vincitore, il giovane classe 2001 Maximilian, con papà Luca Franceschini decimo, a completare la festa di famiglia.

Pubblicità
Pubblicità

Il copione è stato rispetto anche nella “short” di 10 km, che ha regalato la seconda vittoria al portacolori dell’Atletica Val di Non e Sole Giovanni Deromedi (già a segno nel 2018) e ad Elektra Bonvecchio, che ha bissato il successo del 2016, a cui avevano fatto seguito i secondi posti del 2017 e del 2018.

Il comitato organizzatore presieduto da Alessandro Sartori ha messo in campo il proprio collaudato staff di volontari ed è uscito tra gli applausi assieme ai vincitori di giornata, premiato da una partecipazione record, con tanti atleti provenienti da fuori regione (circa l’80%) e ben sette nazioni rappresentate nella starting list, grazie alla presenza di runner arrivati anche da Gran Bretagna, Irlanda, Germania, Grecia, Romania e anche dal lontano Brasile.

Il suggestivo scenario offerto dal percorso di gara, che quest’anno prevedeva la confermata partenza dalla centralissima Piazza San Carlo e il nuovo traguardo sulle rive del lago, ha raccolto grandi apprezzamenti da parte degli atleti, non ultimi quelli del vincitore Emanuele Franceschini.

È stato lui il primo a raggiungere la zona d’arrivo, vincitore della 20 km (che presentava un dislivello attorno ai 350 metri) con il tempo di 1h13’07”, di 3’25” più basso rispetto a quello del secondo classificato, il runner del Marathon Club Trento Francesco Maria Raimondo.

La classifica ha preso forma già al passaggio dal lago di Nembia, attorno a metà gara, con Luca Franceschini nettamente al comando, inseguito a distanza da Raimondo e dal più giovane fratello Maximilian. Quest’ultimo ha chiuso terzo a 6’14”, bravo a tenersi alle spalle la coppia del Gs Fraveggio composta da Alessandro Graziadei e da Guido Accurti, quarto e quinto a 6’14” e 7’09” dal vincitore.

«Vengo sempre volentieri qui a Molveno, ormai è un appuntamento fisso per me – ha raccontato Emanuele Franceschini – Non c’è stato da battagliare, ma ho corso su ritmi buoni e sono contento. Questi chilometri fanno bene nelle gambe. La gara è bella, il percorso altrettanto e l’organizzazione è sempre al top. Ho vissuto anche una bella giornata in famiglia e sono felice anche per la prova di mio fratello Maximilian: sta crescendo bene e si è difeso egregiamente in una 20 km, cosa non comune per un ragazzo della sua età. A differenza di me, lui è più portato per le gare lunghe, per la corsa in montagna e i trail. Dove c’è da fare fatica».

Al femminile c’è stato un nuovo assolo, il quarto in altrettante edizioni, per l’inossidabile Simonetta Menestrina, che ha chiuso con il 29° tempo assoluto, prima delle donne in 1h28’20”. Per lei c’è stata la gioia dell’arrivo in solitaria, mentre è stata serrata la lotta per il secondo posto, che ha premiato Maddalena Sartori del Gs Fraveggio (argento in 1h29’54”). Terza piazza per Barbara Regaiolli (Women Triathlon Italia) in 1h30’01”.

Nella short di 10 km, invece, al maschile è arrivata la seconda affermazione consecutiva per Giovanni Deromedi, che è riuscito ad allungare sulla coppia composta dall’altro trentino Davide Demozzi e dal tedesco Christian Goeller. Il portacolori dell’Atletica Valli di Non e Sole ha bissato il successo del 2018 imponendosi in solitaria con il tempo di 38’54”, con Demozzi (39’49”) che ha avuto la meglio nel testa a testa per la piazza d’onore su Goeller (terzo in 39’52”).

Tredicesimo posto assoluto e successo nella 10 km in rosa per Elektra Bonvecchio, che ha confermato il proprio feeling con la Molveno Lake Running e ha raggiunto per prima il traguardo con il tempo di 44’53”, accompagnata sul podio da Penelope Polver (seconda in 49’26”) e da Eugenia Tronciu (bronzo in 50’17”).

È andata così in archivio la quarta edizione dell’evento organizzato dall’Asd Molveno, una gara ancora giovane ma che ha conosciuto una crescita esponenziale, tanto da riuscire nel breve volgere di pochi anni a ritagliarsi uno spazio importante nel calendario podistico nazionale. L’appuntamento è per il 2020.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, domani la prima amichevole di pre-season a Carisolo contro la Vanoli Cremona

Pubblicato

-

Contro i lombardi, anche quest’estate in ritiro in Trentino, domani sera palla a due alle ore 18.30 al Palasport di Carisolo: ingresso libero

Dopo 12 giorni di lavoro e di preparazione, è tempo di mettersi alla prova: lo scrimmage in programma domani sera fra la Dolomiti Energia Trentino e la Vanoli Basket Cremona metterà di fronte due squadre che vogliono ritagliarsi un ruolo da protagonista nella stagione 2019-20 di Serie A ormai alle porte.

I bianconeri a Carisolo potranno verificare sul campo e contro un’avversaria di rango lo stato di avanzamento dei progressi fisici e tecnici di un gruppo che in questi giorni ha lavorato ad altissima intensità agli ordini del coach Nicola Brienza, del preparatore Andrea Baldi e del resto dello staff bianconero.

Pubblicità
Pubblicità

Ad assistere alla partita sarà presente anche Davide Pascolo, rientrato in Trentino dopo il periodo di lavoro individuale a Siena delle scorse settimane.

Per tutti i tifosi trentini e della palla a spicchi, una grande occasione per vedere la Dolomiti Energia Trentino di nuovo in campo: palla a due alle ore 18.30 nel Palasport di Carisolo, ingresso libero.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Domani al via il 24° trofeo Panarotta: oltre 130 gli iscritti

Pubblicato

-

Domani Sabato 24 agosto 2019 prende il via la 24° edizione del Trofeo Panarotta.

Sono oltre 130 gli atleti iscritti alla classica tappa di corsa in montagna organizzata dal GS Valsugana sul Monte Orno – Panarotta sui Comuni di Pergine e Vignola Falesina.

L’edizione, arrivata alla 24°edizione, è inserita nel Circuito montagne trentine promosso dal Comitato Fidal Trentino e precisamente è la sua ottvava tappa.

Pubblicità
Pubblicità

C’è spazio anche per i ragazzi scalatori: gli scoiattoli trentini che correranno infatti su un tracciato ridotto la 4° tappa del trofeo.

I numeri degli iscritti confermano lo standard delle altre tappe, segno che il circuito di corsa in montagna piace, ma che forse necessita di un ulteriore rilancio.

Il percorso è quello del 2017, con partenza da Assizi di Pergine per la categoria assoluta maschile ed arrivo sul Monte Orno, con un tempo stimato per i primi di circa 45-50 minuti

Le donne e gli junior maschili e femminili partiranno invece da Vignola Falesina per un percorso ridotto, ma sempre con arrivo sul Monte Orno.

Gli scoiattoli trentini partiranno dalla Località Compet per un percorso breve ma suggestivo, con chilometraggio diverso in funzione dell’ età dei ragazzi.

Per tutti ci sarà il passaggio all’interno dei tunnel del Forte Busa Granda, costruito dalle milizie durante la prima guerra Mondiale.

Arrivo sulla cima del Monte Orno con vista mozzafiato su tutta la Valsugana ed in particolare sui laghi di Levico e Caldonazzo.

Le premiazioni finali sono state organizzate a Vignola Falesina, in concomitanza con la festa del Patrono

Clicca qui per scaricare tutto il programma

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

A Caldonazzo un week end a tutto Dragon Boat!

Pubblicato

-

Sabato 24 e domenica 25 agosto i Dragon Boat si sfideranno sulle acque del lago per la terzultima tappa del Campionato trentino UISP

Quinta e terzultima tappa del Campionato Trentino Dragon Boat / Coppa UISP, il Trofeo Lago di Caldonazzo festeggia quest’anno il dodicesimo compleanno e si conferma uno degli appuntamenti ormai “storici” del Dragon Boat in Trentino.

Gli equipaggi che stanno partecipando al Campionato, dopo essersi dati battaglia sui laghi di Molveno, Pinè, Predaia e già una volta a Caldonazzo, gareggeranno sabato 24 agosto sulla distanza dei 500 metri, in attesa della penultima tappa sulle acque della Brenta, a Borgo Valsugana, e dell’ultimissima sfida della Dracus Longa, di nuovo sulle acque del lago di Caldonazzo.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo quattro gare, la classifica vede in testa il fortissimo equipaggio di Pinè, seguiti dai padroni di casa del Paniza Pirat e dal team di Borgo Valsugana. Un campionato molto equilibrato, che nelle prossime tappe darà il suo responso: quale sarà stata la squadra più costante, nelle otto tappe del Campionato UISP?

Il Trofeo Lago di Caldonazzo sarà come sempre all’insegna della collaborazione tra il movimento trentino e altre importanti realtà dal resto d’Italia: saranno in acqua, infatti, gli equipaggi di Bardolino, del Canoa Club Sile e di UNI Venezia, per rendere ancora più avvincente la sfida. Ampia anche la pattuglia delle squadre trentine: sabato si sfideranno gli equipaggi trentini Paniza Pirat, Tchen Tchen, Dragonos, La Remenga, Dragon Boat Borgo, Dragon Pinè, Dragon Power Pinè, La Famigerata, Nutria Team, Dragon Broz.

Non solo: si confronteranno, pagaiata su pagaiata, anche 5 squadre junior (Paniza Pirat Junior, Tchen Tchen Junior, Canoa Club Sile Junior, Borgo Junior, Dragon Pinè Junior) e 6 femminili (Paniza Ladies, Bardolino Femminile, Dragon Limite Femminile, Cuore di Drago Femminile, Calcedonia Femminile, Uni Venezia Femminile): in entrambi i casi, un record assoluto, e soprattutto una dimostrazione che il Dragon Boat è davvero “sport per tutti”, aperto e inclusivo, capace di coinvolgere atleti di ogni età.

Dopo la riunione dei capitani di mercoledì, la sfida entra nel vivo sabato 25 agosto, con l’attesissima gara sulla distanza dei 500 metri che partirà alle 13.30 con la prima manche di qualificazione e si concluderà con le finali Junior e Femminile e con la finale Open, alle 17.00. A seguire, dalle 18.00 inizieranno le premiazioni con il saluto delle autorità.

Domenica dalle 10.30 animazione di sport e gioco a cura delle associazioni affiliate al Comitato UISP del Trentino, e dalle 11.00 prove libere e sfide goliardiche con Outirigger, Sup e Dragon Boat aperte a tutti, con l’avvincente “Tiro alla fune con il Drago” e molto altro.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza