Connect with us
Pubblicità

Trento

Quartiere «Le Albere»: una discarica a cielo aperto

Pubblicato

-

«Vorrei poter condividere con Voi una situazione di degrado che mai avrei pensato potesse esistere, in un quartiere moderno e di prestigio come Le Albere di Trento».

Comincia così l’email di un nostro lettore che denuncia presso il quartiere «Le Albere» a Trento una situazione di degrado con tanto di report fotografico al seguito inviato al numero whatsApp della redazione (3922640625)

Il lettore premette subito che è nato a Roma ma che vive a Trento da diversi anni.

Pubblicità
Pubblicità

«All’inizio della mia avventura trentina – racconta –  credevo, o forse speravo, che Trento fosse davvero la città perfetta, a misura d’uomo, dove crimine e degrado fossero solo utopia. Ben presto invece mi sono scontrato con una realtà diversa. Il centro cittadino è un’enorme zona di spaccio e non ho mai visto scene del genere neanche di notte alla stazione Termini di Roma. Gente in cerca di una dose che vaga per la città come in The Walking Dead, botte da orbi, rapine negli esercizi commerciali, gente privata del telefonino perché minacciata, furti in appartamenti, finestrini di auto in frantumi e potrei andare avanti per ore a stilare questa lista. Ma la cosa che più mi ferisce è il quasi totale menefreghismo generale della gente, menefreghismo e rassegnazione».

Ma veniamo al degrado del quartiere Le Albere.

Pubblicità
Pubblicità

«Come testimoniano le foto – continua il lettore –  si evince una noncuranza del territorio che circonda il quartiere, tra lavori lasciati a metà, bottiglie rotte dappertutto, siringhe, camper abbandonati utilizzati come giaciglio notturno, preservativi usati e chissà cos’altro, il tutto in prossimità di appartamenti, hotel e ristoranti. Insomma una discarica a cielo aperto».

Del problema il nostro giornale se n’era già occupato il giorno 11 marzo del 2018 all’indomani dello scoppio di un incendio avvenuto proprio nello stesso posto indicato dal nostro lettore (qui articolo e foto)

Pubblicità
Pubblicità

All’interno del capanno il vigili del fuoco e la polizia avevano trovato diversa merce, comprese delle bombole che se fossero scoppiate avrebbero potuto creare seri problemi. L’ipotesi più probabile è che alcuni disperati abbiano acceso il fuoco per riscaldarsi finendo per appiccare un incendio. 

Singolare come si nota che da allora non cambiato nulla. È tutto come prima.

Anche il nostro lettore mette sotto la lente d’ingrandimento un quartiere che non è mai decollato, costato la bellezza di circa 500 milioni di euro solamente 6 anni fa, dove il costo minimo di un appartamento è 5 mila euro al metro quadrato (e c’è da chiedersi il perché la metà degli appartamenti sia disabitata).

Il cospicuo invenduto ha provocato perdite non trascurabili (ca 25 milioni di euro) per gli investitori: Isa (curia trentina), Fondazione CaritroDolomiti EnergiaItas.

Dal bilancio 2017 del Fondo Clesio risulta che la Fondazione Caritro e Dolomiti Energia perdono circa 7 milioni di euro ciascuna.

Per l’invenduto? In tanti pensano che possa intervenire “mamma” Provincia cercando di mettere una pezza alle «grandi idee» di Lorenzo Dellai e di tutte le giunte comunali di centro sinistra che si sono avvicendate a Trento negli ultimi anni. 

Ma è poco probabile che la Lega possa intervenire per rimediare agli errori degli avversari politici.

Ma torniamo al nostro lettore: «Sperando che la situazione possa cambiare in positivo e sono sicuro che con la volontà di noi cittadini in primis tutto si può fare – conclude –  ringrazio e cordialmente saluto»

Interessante la firma che dopo il suo nome e cognome riporta testualmente: «Un residente avvilito».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza