Connect with us
Pubblicità

Trento

Levico Terme: Il centro sinistra trentino appoggia Beretta. Rieccoli, cacciati dalla porta tentano di rientrare dalla finestra

Pubblicato

-

Saranno queste ultime ore a decidere chi sarà il prossimo Sindaco di Levico Terme. 

Domani il ballottaggio da «dentro o fuori» metterà la parola fine a settimane di veleno e di polemiche.

Sembrano molto positivi per il candidato Tommaso Acler gli interventi fatti nelle ultime ore da Luca Zeni e Alessandro Olivi.

Pubblicità
Pubblicità

Gli ex Consiglieri provinciali Olivi e Zeni si sono infatti schierati apertamente con il candidato Beretta, titolare della ditta W&G S.r.l, definendo così la vera natura di centro sinistra della coalizione da lui formata.

Già lo si capiva in realtà vista la lettera che un altro ex Consigliere, Gianpiero Passamani, aveva spedito ai suoi più fedeli Cittadini. “Lavorare dietro le quinte…è stimolante e entusiasmante”, così si legge in un passaggio della comunicazione.

Nel caso di Luca Zeni gli esempi da portare potrebbero essere molteplici e se in caso di vittoria di Gianni Beretta fossero messi in atto ci sarebbe da preoccuparsi visto il totale fallimento delle sue politiche in fatto di welfare e accoglienza certificate dalla bocciatura del 21 ottobre 2018.

Ma come si sa quelli del PD spesso li cacci dalla porta e rientrano dalla finestra. È quello che anche stavolta tentano di fare su Levico Terme appoggiando Gianni Beretta, che con un lista civica ha tentato di camuffare il solito centro sinistra.

Pubblicità
Pubblicità

I numeri di Zeni e del centro sinistra corso in aiuto di Gianni Beretta sono allarmanti. 

Certificano il fallimento del progetto di accoglienza e delle politiche sanitarie che hanno abbandonato le periferie e le valli chiudendo punti nascita, pronto soccorsi, ospedali e guardie mediche.

Luca Zeni attraverso l’interrogazione 4492 ammette per esempio che solo 111 su oltre 1.900 hanno ricevuto lo status di profugo e che nel 2016 la spesa sostenuta per le tessere elettroniche prepagate dalla provincia di Trento è stata di 791.327,25. euro.

Nell’anno 2017 la spesa sostenuta per i primi mesi 2017 (30 aprile 2017) è stata di € 350.070,19.

La spesa totale rendicontata al Commissariato del Governo per l’accoglienza straordinaria anno 2016 è stata di € 11.120.101,08 (dato aggiornato a maggio 2017). 

L’invito è di leggere con attenzione la rendicontazione pubblicata sotto. Alcune voci sfiorano la comicità.

Moltiplicate la stessa cifra dal 2013 ad oggi. Sono cifre da capogiro. 

Il dato totale è contenuto in una tabella (clicca qui) della risposta che ’assessore Luca Zeni da all’interrogazione del consigliere provinciale del Movimento 5 Stella Filippo Degasperi.

Luca Zeni è anche responsabile dei costi della costruzione delle strutture dove hanno alloggiato i richiedenti asilo che sono tutti assorbiti dalla nostra provincia.

Prima a Marco di Rovereto (ora smantellato dalla lega) dove Zeni ha speso quasi 500 mila euro per ristrutturare la sede della protezione civile per poi capire che i profughi in un posto del genere ci devono rimanere oltre il dovuto visto che nessuno comune trentino li vuole.

Nessun problema, infatti l’ex assessore aveva pensato di spenderne altri 250 mila per renderlo più accogliente. (qui articolo)

Non va meglio alla residenza Fersina e Brennero dove sono stati spesi quasi 800 mila euro per la ristrutturazione (ma il dato potrebbe essere sminuito) e dove si sono verificati gravi episodi di violenza e criminalità.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Da stasera torna il maltempo in Trentino: attese precipitazioni abbondanti, che saranno nevose in montagna

Pubblicato

-

Per tutta la giornata di domani, venerdì 15 novembre, sono previste precipitazioni intense e diffuse con valori cumulati medi di 50 – 70 millimetri nelle 24 ore, e localmente anche maggiori.

La perturbazione di carattere sciroccale sarà accompagnata da venti sud orientali anche forti.

Il limite delle nevicate si attesterà mediamente sopra i 1500 metri a sud, mentre a nord e nelle valli più strette potrà scendere fino a circa 1000 metri. Sui settori occidentali e settentrionali sono attesi 30 – 50 centimetri di neve attorno ai 1600 – 1800 metri.

Pubblicità
Pubblicità

Da sabato a lunedì rimarranno condizioni variabili con fasi di precipitazioni perlopiù deboli o moderate, nevose oltre 1200 metri circa. Lo comunica oggi la Protezione civile del Trentino attraverso un “messaggio mirato”.

Le condizioni di maltempo potranno provocare problemi di caduta rami o alberi in seguito all’azione combinata delle precipitazioni e del vento che andranno a sovrapporsi alla neve caduta nei giorni scorsi, con conseguenti possibili disagi alla circolazione e alle reti elettriche; in montagna permane il pericolo di valanghe per i nuovi significativi spessori di neve fresca che andranno a sovrapporsi su un manto nevoso non ancora consolidato.

Il peggioramento delle condizioni climatiche è atteso a partire da stasera.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Mattarello: giovedì l’inaugurazione del nuovo «Spazio neo mamme…. insieme»

Pubblicato

-

Riapre a Mattarello lo “ Spazio neo mamme…insieme”, un luogo dove si potranno condividere i primi passi della maternità anche con la gradita presenza di papà e nonni. La sede è in via Guido Poli 13 e nella mattinata di giovedì 21 novembre, dalle 9,30 alle 11,30 avverrà l’inaugurazione.

Il progetto è stato ideato dall’associazione “Mamme Insieme” (info sulla pagina Facebook  oppure scrivendo a info@mamme-insieme.it ) e prevede uno spazio adatto ad ospitare in sicurezza i fratellini o i piccoli che già camminano, un’area dove allattare comodamente e coccolare in tranquillità i neonati ed un morbidoso spazio giochi. Lo spazio è stato rinnovato per così poter accogliere i piccoli e le loro mamme con nonne e zie al seguito ed è stato reso ancora più confortevole per ospitare i bimbi in sicurezza con gioia e serenità.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Trento

Al via oggi il Festival delle Professioni: 14-16 novembre a Trento e Rovereto

Pubblicato

-

Inizia oggi il Festival delle Professioni, che si articolerà in una tre giorni di riflessioni e dibattiti dal tema “Innovazione e Dialogo Inter-Generazionale” fino a sabato 16 Novembre 2019 tra Trento e Rovereto, organizzato da Gi.Pro, il tavolo dei Giovani Professionisti della provincia di Trento, una rete sostenuta dalla Provincia che mobilita una molteplicità di associazioni di categoria a livello giovanile.

Si segnalano in particolare alcuni eventi tra i quali:

–  giovedi 14 Novembre ad ore 9.30 in Fondazione CARITRO a Trento in via Calepina 1  , un dibattito dal titolo “Università e Professioni Giuridiche. Generazioni a Confronto” con Federico Puppo (professore Ordinario di Filosofia del Diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento – Segretario del Cermeg), Lorenzo Sartori (Notaio in Trento), Gianluca degli Avancini (Avvocato in Trento), Fulvio Cortese (Professore Ordinario di Diritto Amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza di Trento, di cui è Preside), Nicola Azzariti e Andrea Olivieri (Rappresentanti degli studenti della Facoltà di Giurisprudenza di Trento).

PubblicitàPubblicità

–  venerdi 15 Novembre ad ore 17 in Fondazione Bruno Kessler a Trento in via Santa Croce 77  , si svolgerà la presentazione del libro di Massimiliano Magrgni “Fuori dal Gregge: il Pensiero Divergente che crea Innovazione”. Un venture capitalist, già responsabile di Google Italia, si confronterà con Paolo Nicoletti (Direttore Generale, Provincia Autonoma di Trento), Marco Bicocchi Pichi (Strategy & Innovation Consultant. Entrepreneur & Business Angel – Presidente ItaliaStartup 2015-2018), Prof. Federico Puppo e Roberto Loro (Director Technology & Innovation – CTO, Dedagroup).

sabato 16 Novembre ad ore 9 in Fondazione CARITRO a Trento in via Calepina 1  , Francesco Grillo (Amministratore Delegato di Vision & Value, visiting fellow all’Università di Oxford, editorialista del “Corriere della Sera”, “LINKIESTA” e “The Guardian”) ha ideato il workshop: “Notai, Avvocati e Commercialisti | Costruire Un Sistema Fiscale All’altezza Del 21esimo Secolo” e dialogherà con Giampaolo Marcoz (vice presidente del consiglio nazionale del notariato), Patrizia Corona (membro del consiglio nazionale forense), Maurizio Postal (consigliere nazionale dell’ordine dei commercialisti con delega alla fiscalità) e Riccardo Scarfato (consulente fiscale e legale, membro di Vision).

sabato 16 Novembre ad ore 11.30 in Fondazione CARITRO a Trento in via Calepina 1  , “Il nuovo capitalismo? Innovazione e Dialogo Inter-Generazionale” con Andrea Goldstein (Responsabile per le Economie Emergenti, Divisione Investimenti Internazionali, OECD; editorialista associato de Il Sole 24 Ore; collabora regolarmente con Aspen Institute Italia), Michele Petochi (Partner, CI Films, già Director di Academic Networks, World Economic Forum) con molteplici interpreti del mondo trentino-internazionale.

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza