Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tra natura e storia partita la prima tappa di “TrentinAvventura”

Pubblicato

-

Alla fine del marzo scorso, è nata in Val di Non una nuova startup dal nome “TrentinAvventura”. Si tratta di un gruppo creato per portare a conoscenza percorsi montani più o meno noti del Trentino.

Ideata da due donne, mamma e figlia, cioè Claudia Stangoni e Jessica Remondini, ha come obiettivo riscoprire nuovi sentieri, antiche trincee montane, parchi avventura, sport, benessere, passeggiate, e quant’altro il Trentino può offrire in tema di turismo.

Come annunciato nella serata di presentazione (qui l’articolo), domenica 2 giugno  scorso si è svolta la prima uscita del team di TrentinAvventura, composto esclusivamente da donne.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo itinerario ha toccato la Val di Non, piú precisamente, il percorso del Cammino Jacopeo d’Anaunia che parte da Castel Thun ed arriva a Sanzeno.

Il Trentino, terra di forti contrasti, di ambienti suggestivi, e meta di molti turisti ed escursionisti. Ed in questo contesto che le ragazze TrentinAvventura hanno voluto immergersi in un percorso ricco di entità storiche e culturali. Da Castel Thun fino ad arrivare al Santuario di San Romedio, un percorso fatto di storia, cultura e paesaggi naturalistici stupendi raccontato attraverso riprese e immagini spettacolari, con un programma divertente e avventuroso dove le ragazze stesse si sono messe in gioco.

Pubblicità
Pubblicità

Le partecipanti si sono divise in 2 gruppi e si sono sfidate tra i suggestivi borghi nonesi alla ricerca di un misterioso oggetto, senza il quale non avrebbero avuto il Pass per divertirsi al Sores Park, lo splendido Parco Avventura installato sugli alberi nell’Altopiano della Predaia.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo gruppo, composto da Ely, Anna con la figlia Sara ed Antonella, è partito da uno dei punti focali della Val di Non, Castel Thun, dove hanno intervistato Piero Turri, importante storico locale. Hanno poi proseguito passando per il piccolo borgo di Nosino, quindi attraverso alla gola che ospita il Rio Pongaiola, poi per i paesi di Dardine e Mollaro.

Il secondo gruppo, composto da Sara, Irene e Claudia, è partito da Sanzeno, hanno percorso il sentiero scavato nella roccia che porta al mistico Santuario di San Romedio, per poi proseguire verso la località Due Laghi di Coredo. Ultima tappa Castel Bragher di Taio.

Jessica invece, ha diretto ed organizzato tutta la giornata, seguendo segretamente i due gruppi e monitorandoli durante il tragitto.

I due gruppi si sono incontrati nel pomeriggio al Sores Park, dove il titolare Andrea con Sebastian ed Odino ha accolto il gruppo con entusiasmo e professionalità.
Sul blog dedicato si prevede un codice sconto rivolto alle persone che prenoteranno la loro giornata al Parco Avventura Sores Park tramite TrentinAvventura!

A breve potremo vedere il video della prima uscita sul Blog www.trentinavventura.com

Lo staff tecnico era composto da:
Luca Bazzanella (fotografo ufficiale)
Andrea (videomaker)
Gianmarco Alexander Sanchez Vega (sito web e ceo di Arkadio Fitness)

Jessica, l’organizzatrice di TrentinAvventura.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Trattore si ribalta nelle campagne di Taio, illeso il conducente

Pubblicato

-

Incidente per fortuna senza gravi conseguenze intorno alle 10.30 di ieri mattina, domenica 20 ottobre, nelle campagne di Taio.

Nello svoltare per imboccare una stradina, a causa di una manovra errata, un mezzo agricolo si è sbilanciato, ribaltandosi in una rampa.

Fortunatamente il conducente, protetto dalla cabina del trattore, non è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco volontari di Taio, che hanno messo in sicurezza e poi recuperato il mezzo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Vivi la strada in sicurezza. Incontro a Cles con il Comandante della Polizia Locale Vittorio Micheli

Pubblicato

-

Appuntamento martedì 22 ottobre 2019 alle ore 20.30 presso la sala Boreghesi Bertolla di Cles per l’incontro  ” Vivi la strada in sicurezza ”  a cura del Comandante del Corpo Intercomunale di  Polizia Locale Anaunia Vittorio Micheli nell’ambito del “progetto sicurezza”.

Verranno presentate e spiegate le norme di comportamento per prevenire le situazioni di pericolo.

Il Comandante Vittorio Micheli può vantare una bella carriera di quasi quarant’anni di esperienza nel settore della Polizia Locale, sempre disponibile, corretto e gentile con la sensibilità che lo contraddistingue  da sempre bene potrà portare alla luce anche per i giovani gli aspetti più significanti del gravoso problema legato ai sinistri stradali.

Pubblicità
Pubblicità

Infatti gli incidenti stradali sono in Italia la prima causa di morte per i giovani tra i 15 e i 24 anni. Prevenzione e controllo possono interrompere il cosiddetto ‘paradosso del giovane guidatore’, per il quale una condotta di guida imprudente e senza conseguenze rafforza la convinzione di essere immune dai rischi.

Oltre alla corretta progettazione delle strade, la corretta illuminazione ed apposizione della cartellonistica è fondamentale il corretto comportamento degli utenti della strada, la consapevolezza dei rischi. Non solo gli automobilisti devono osservare il Codice della Strada ma anche i ciclisti ed i pedoni che troppo spesso lo ignorano.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi, si stima che in molti paesi dell‘OECD il costo degli incidenti di traffico ammonti a circa il 2% del loro prodotto interno lordo. Nei paesi in via di sviluppo, queste perdite possono essere maggiori alla quantità di denaro ricevuta come aiuti internazionali.

Per alzare il livello di sicurezza sulle strade ci vuole un cambiamento culturale, costruito anche attraverso un linguaggio adeguato soprattutto se i destinatari della comunicazione sono i giovani.

Pubblicità
Pubblicità

Solo una sicurezza partecipata e condivisa da tutti gli attori della sicurezza Stradale, quindi anche da tutte le persone che circolano con i loro veicoli sulle strade, può consentire il raggiungimento dell’obiettivo della Commissione europea di dimezzare la mortalità per incidente stradale.

Anche se non è stato centrato l’obiettivo europeo entro il 2010 (dimezzamento in 10 anni dei morti per incidente stradale), il calo degli incidenti e delle vittime (morti e feriti) negli ultimi anni appare incoraggiante.

L’obiettivo di maggior sicurezza stradale è comune sfida che coinvolge già da tempo sul piano nazionale oltre alla Polizia Locale anche la Polizia Stradale, l’ANAS, l’AISCAT e le diverse concessionarie autostradali,  l’ACI, e le associazioni e albi professionali.

Notevole e profuso impegno per la prevenzione, con numerosi comunicati ed eventi, nonchè con l’aggiornamento professionale è riconosciuto anche all’ ANVU (Ars Nostra Vis Urbis) Associazione professionale della Polizia Locale.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Tamponamento a catena al bivio di Coredo. Coinvolti una moto e 4 autovetture

Pubblicato

-

Pericoloso incidente oggi a Predaia alle 15.50 sulla strada che porta a Sanzeno al bivio che svolta verso  Coredo. 

Una motocicletta dopo una frenata al’altezza del bivio è finita a terra.

Nel tentativo di evitarla un’autovettura che viaggiava dietro il centauro ha fatto una brusca frenata creando così un tamponamento a catena che ha coinvolto altri 3 mezzi.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’incidente sono rimaste ferite due persone che sono state trasportate al pronto soccorso di Cles.

Entrambe non sarebbero in gravi condizioni. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Taio che hanno messo in sicurezza la carreggiata e due ambulanze. Gravi le ripercussioni sul traffico.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza