Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tra natura e storia partita la prima tappa di “TrentinAvventura”

Pubblicato

-

Alla fine del marzo scorso, è nata in Val di Non una nuova startup dal nome “TrentinAvventura”. Si tratta di un gruppo creato per portare a conoscenza percorsi montani più o meno noti del Trentino.

Ideata da due donne, mamma e figlia, cioè Claudia Stangoni e Jessica Remondini, ha come obiettivo riscoprire nuovi sentieri, antiche trincee montane, parchi avventura, sport, benessere, passeggiate, e quant’altro il Trentino può offrire in tema di turismo.

Come annunciato nella serata di presentazione (qui l’articolo), domenica 2 giugno  scorso si è svolta la prima uscita del team di TrentinAvventura, composto esclusivamente da donne.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo itinerario ha toccato la Val di Non, piú precisamente, il percorso del Cammino Jacopeo d’Anaunia che parte da Castel Thun ed arriva a Sanzeno.

Il Trentino, terra di forti contrasti, di ambienti suggestivi, e meta di molti turisti ed escursionisti. Ed in questo contesto che le ragazze TrentinAvventura hanno voluto immergersi in un percorso ricco di entità storiche e culturali. Da Castel Thun fino ad arrivare al Santuario di San Romedio, un percorso fatto di storia, cultura e paesaggi naturalistici stupendi raccontato attraverso riprese e immagini spettacolari, con un programma divertente e avventuroso dove le ragazze stesse si sono messe in gioco.

Le partecipanti si sono divise in 2 gruppi e si sono sfidate tra i suggestivi borghi nonesi alla ricerca di un misterioso oggetto, senza il quale non avrebbero avuto il Pass per divertirsi al Sores Park, lo splendido Parco Avventura installato sugli alberi nell’Altopiano della Predaia.

Il primo gruppo, composto da Ely, Anna con la figlia Sara ed Antonella, è partito da uno dei punti focali della Val di Non, Castel Thun, dove hanno intervistato Piero Turri, importante storico locale. Hanno poi proseguito passando per il piccolo borgo di Nosino, quindi attraverso alla gola che ospita il Rio Pongaiola, poi per i paesi di Dardine e Mollaro.

Il secondo gruppo, composto da Sara, Irene e Claudia, è partito da Sanzeno, hanno percorso il sentiero scavato nella roccia che porta al mistico Santuario di San Romedio, per poi proseguire verso la località Due Laghi di Coredo. Ultima tappa Castel Bragher di Taio.

Jessica invece, ha diretto ed organizzato tutta la giornata, seguendo segretamente i due gruppi e monitorandoli durante il tragitto.

I due gruppi si sono incontrati nel pomeriggio al Sores Park, dove il titolare Andrea con Sebastian ed Odino ha accolto il gruppo con entusiasmo e professionalità.
Sul blog dedicato si prevede un codice sconto rivolto alle persone che prenoteranno la loro giornata al Parco Avventura Sores Park tramite TrentinAvventura!

A breve potremo vedere il video della prima uscita sul Blog www.trentinavventura.com

Lo staff tecnico era composto da:
Luca Bazzanella (fotografo ufficiale)
Andrea (videomaker)
Gianmarco Alexander Sanchez Vega (sito web e ceo di Arkadio Fitness)

Jessica, l’organizzatrice di TrentinAvventura.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Nel giorno del primo allunaggio, la biblioteca di Coredo si trasforma in una… rampa di lancio

Pubblicato

-

Il 20 luglio, data storica in cui ricorre il 50° anniversario del primo allunaggio, sarà una giornata da ricordare anche per un altro evento importante: il lancio (ore 18:28) dal cosmodromo di Baikonur diretto alla Stazione Spaziale Internazionale – ISS della missione dell’Esa “Beyond”, capitanata dal comandante e colonnello neopromosso dell’Aereonautica Militare, Luca Parmitano. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

A Castel Thun aperitivi d’arte con la moda francese

Pubblicato

-

Venerdì 26 luglio ad ore 18 primo appuntamento con gli aperitivi d’ arte serali nella magnifica cornice di Castel Thun.

Incontri dedicati alla mostra sulla moda francese di fine Ottocento con un gustoso buffet finale. Ingresso su prenotazione.

Nella suggestiva atmosfera di Castel Thun il museo proporrà tre appuntamenti esclusivi intorno al tema della mostra À la modefrançaise.

Pubblicità
Pubblicità

Stile modelli e modiste per le contesse Thun. Emanuela Rollandini, curatrice dell’esposizione, con Fiammetta Baldo, archivista presso l’Archivio provinciale, e Roberto Perini, restauratore della Soprintendenza per i beni culturali, converseranno con il pubblico, per parlare di moda, di tecniche artistiche e di ritratti, il tutto si  concluderà con un gustoso aperitivo nei giardini del museo.

Si inizierà venerdì 26 luglio ad ore 18.00 con Fiammetta Baldo e Emanuela Rollandini con l’appuntamento Vestivamo a la mode française. Fra riviste e colorati figurini di moda, come una sfilata su carta per lontane stagioni primavera-estate, si ripercorre la storia del costume nel secondo Ottocento e, attraverso questa inusuale prospettiva, le vicende poco note di Giovanna, Maria Antonia e Maria Teresa, contesse Thun.

Venerdì  2 agosto sempre alle 18.00 Emanuela Rollandini e Roberto Perini parleranno di Incidere la moda.

I figurini di moda esposti a Castel Thun sono realizzati ad acquaforte, xilografia o litografia e acquerellati a mano.

La visita alla mostra sarà l’occasione per scoprire da vicino, lente di ingrandimento alla mano, le caratteristiche delle diverse tecniche esecutive. Si concluderà venerdì 9 agosto ad  ore 18.00 con Emanuela Rollandini che parlerà della Moda nei ritratti.

Nelle sale del castello, una sequenza di ritratti femminili intercetta l’evoluzione della moda fra Otto e Novecento, dallo stile impero fino agli anni del charleston, mentre la storia personale delle contesse Thun si intreccia con le grandi trasformazioni politiche, sociali ed economiche.
Info:

Servizi educativi del museo T 0461492811 lun>ven 9>13 prenotazione obbligatoria – posti limitati: 25 persone parcheggio gratuito a partire dalle 17.30

Tariffa: 10 € a persona, comprensivo di aperitivo a buffet

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

La lectio di Vittorio Sgarbi inaugura al meglio la Sagra del Carmen a Revò

Pubblicato

-

Ieri sera la pieve di Santo Stefano era stracolma di gente curiosa di assistere alla lezione del professor Vittorio Sgarbi

La Sagra del Carmen di Revò è iniziata col botto ieri sera, martedì 16 luglio, tra le mura dell’antica Pieve di Santo Stefano che quest’anno compie 500 anni. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza