Connect with us
Pubblicità

Trento

Il meglio del Trentino sotto gli occhi del mondo

Pubblicato

-

Sono quasi 400 i partecipanti attesi per l’evento “Traverse19” organizzato per la prima volta in Italia e che nelle prime due giornate ha già prodotto 10 milioni di impressions dedicati al Trentino sui principali strumenti social.

Basta fare una passeggiata nel centro storico di Trento in questi giorni per accorgersi che Traverse19 è cominciato.

Americani, canadesi, australiani, indiani, arabi, neozelandesi, giamaicani: centinaia di travel blogger, instagrammer e youtuber internazionali sono in giro per la città a scattare foto, girare video, raccontare storie per poi, ovviamente, condividere il tutto sui propri canali social. Sono passati solo due giorni dall’arrivo dei primi ospiti e l’evento ha finora già prodotto la cifra record di 10 milioni di impressions.

Pubblicità
Pubblicità

Non solo monumenti, palazzi e montagna; nel mirino delle fotocamere di Traverse sono finiti anche piccoli negozi, locali del centro, bar, ristoranti e gelaterie, per raccontare “l’italian lifestye”, sempre apprezzato in Europa e oltreoceano. Se siete curiosi, cercate su Instagram, Facebook e Twitter l’hashtag #Traverse19, per vedere in quanti modi e con quanti colori questi “viaggiatori digitali” stanno raccontando il Trentino.

Perché è il viaggio il tema principale di Traverse19, il più importante meeting dedicato al mondo degli influencer del settore travel che per la prima volta viene ospitato in Italia, grazie all’accordo tra Trentino Marketing e la britannica Traverse, una delle maggiori agenzie internazionali specializzate nel mercato digitale e nell’influencer marketing.

Sono quasi quattrocento gli influencer che hanno già raggiunto o stanno raggiungendo Trento per la due giorni di incontri, dove si discuterà delle ultime tendenze in fatto di turismo sul web e sui social con alcune delle “star” dei blog di viaggi, come Jordan Hammond travel instagrammer di fama mondiale o Kate McCulley famosa blogger americana, prima al mondo a specializzarsi in solo female travel e nominata da Forbes una delle top 10 travel influencers al mondo.

La fascia di età più rappresentata è quella fra i 20 e i 29 anni.

I più lontani dei partecipanti sono giunti in Trentino da paesi come gli Emirati Arabi, l’India, la Giamaica, la Nuova Zelanda e l’Australia.

Scorrendo questo lungo elenco è interessante, ad esempio, osservare l’interesse che un territorio, in fondo piccolo come il Trentino, ha suscitato tra affermati blogger americani e canadesi: sono 60 in totale, ma la rappresentanza più numerosa proviene da Inghilterra, Scozia e Irlanda.

I workshop e le conferenze avranno luogo presso il Teatro Sociale sabato 8 e domenica 9 con oltre 30 speakers internazionali, ma già da martedì 4 giugno, una buona parte di loro ha raggiunto Trento per i mid-week events, una serie di esperienze in luoghi significativi nei dintorni di Trento.

Le attività più gettonate sono state le escursioni a cavallo tra i vigneti di Nosiola in valle dei Laghi, i tour in elicottero sopra il Garda e le Dolomiti e l’escursione all’Orrido di Ponte Alto.

Evento clou e novità di quest’edizione di Traverse è la serata Traverse Content Creator Awards sabato 8 giugno al Mart di Rovereto.

Per la prima volta, infatti, verranno premiati i blogger che si sono distinti per creatività, originalità e qualità della comunicazione online. Video, fotografia, storytelling, innovazione: sono 15 le categorie in gara per questa “Notte degli Oscar” dedicata agli influencer.

Nei giorni successivi alla conferenza, dal 10 al 14 giugno, un centinaio di loro parteciperà infine alle Post Event Adventures: 12 tour tematici alla scoperta del Trentino. Grazie alla collaborazione con Apt e i Consorzi turistici, gli influencer avranno la possibilità di provare emozionanti esperienze alla scoperta del nostro territorio.

Dai tour più avventurosi che prevedono discese in kayak, vie ferrate e arrampicate nelle Dolomiti, a quelli enogastronomici e culturali, come il concerto di Capossela ad Arte Sella o le visite a forti e castelli, per toccare con mano le tante meraviglie del Trentino ed incontrare persone che, grazie al proprio lavoro, “presidiano” il territorio e se ne prendono cura.

«Possiamo tranquillamente affermare”, dice Maurizio Rossini CEO di Trentino Marketing, “che in questi giorni c’è un racconto del Trentino e di tutte le sue maggiori attrattive che sta scorrendo sotto gli occhi dell’intero pianeta, grazie alle esperienze riportate da centinaia di blogger e influencer che sono riuniti a Trento per questo evento e che solo nei primi due giorni hanno già prodotto un numero davvero enorme, oltre 10 milioni di impressions e 7 milioni di reach, ovvero il numero di volte che i contenuti dedicati al nostro territorio sono stati visualizzati da fan e follower sui principali canali social».

«L’evento Traverse19 – dichiara a sua volta l’Assessore provinciale al turismo Roberto Failoni – costituisce un’opportunità molto importante per il Trentino che va nella direzione di una maggiore internazionalizzazione del turismo trentino, facendo conoscere il nostro territorio e le tante esperienze possibili in ogni momento dell’anno ad un pubblico nuovo, in particolare di giovani, a loro agio nell’interagire e nell’informarsi attraverso i social media ed i nuovi strumenti offerti dalle piattaforme digitali».

Traverse19 è realizzato da Trentino Marketing con la collaborazione dell’agenzia Traverse, di tutte le Apt e i Consorzi turistici del Trentino, i musei Mart e Le Gallerie di Piedicastello, l’Istituto Trentodoc, e la Starpool Zerobody in veste di sponsor.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Truffe online, identificati dai Carabinieri gli autori di due vendite fittizie a Lavis e Civezzano

Pubblicato

-

Oggi lunedì 23 settembre 2019 a conclusione di due distinte attività di indagini, i Carabinieri della Compagnia di Trento hanno scoperto l’identità di due soggetti che attraverso false inserzioni su due noti siti di annunci, hanno truffato, altrettanti, inconsapevoli acquirenti della rete.

In un caso un uomo di Civezzano, attirato dalla vendita di un telefono cellulare, dopo una serie di trattative via email si faceva convincere ad effettuare un pagamento tramite ricarica su una carta di credito postepay dell’importo di euro 480,00.

Nel secondo caso, a cascare nella rete di un altro truffatore è stata una donna di Lavis allettata dalla vendita online di un robot da cucina ad un prezzo di 560,00 euro.

Pubblicità
Pubblicità

Anche questa volta, dopo vari contatti con il venditore, concordava con quest’ultimo l’immediato pagamento, sempre tramite ricarica di una postepay

In entrambi i casi, una volta ricevuto il pagamento il venditore si rendeva irreperibile non rispondendo alle numerose email e telefonate da parte delle vittime, che non ricevendo gli oggetti acquistati e, rendendosi conto di essere stati vittime di truffa, hanno sporto denuncia presso gli Uffici della Stazione Carabinieri di Lavis.

Sono stati identificati e denunciati in stato di libertà M.P. 56enne originario della Campania e residente a Roma e A.L. 37enne originaria e residente in Lombardia.

Entrambi dovranno rispondere del reato di truffa innanzi all’Autorità giudiziaria trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Non solo cellulari: i cittadini digitali riparano il modello lineare dell’economia

Pubblicato

-

Nella “Piazza digitale“, grande affluenza e interesse per il laboratorioAggiusta il tuo rapporto con l’elettronicaproposto da HIT nel pomeriggio di sabato 21 settembre in Piazza Duomo.

Numerosi i cittadini che hanno risposto alla chiamata lanciata e che si sono cimentati nell’apprendimento di tecniche di progettazione e razionalizzazione di iniziative innovative e per riparare ciò che non funziona più: dal vecchio cellulare… al modello economico dell’usa-e-getta.

Essere cittadini digitali non significa solo conoscere le “istruzioni per l’uso” dei tanti e diversi strumenti tecnologici con cui abbiamo a che fare tutti i giorni, ma anche quelle “oltre al loro uso”.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo motivo l’edizione 2019 della Trento Smart City Week ha dedicato particolare attenzione al tema della sostenibilità ambientale ed in particolare alla corretta gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), organizzando diversi laboratori nel Villaggio Digitale di Piazza Duomo.

Tra questi anche “World Cafè: aggiusta il tuo rapporto con l’elettronica”, l’evento organizzato da Hub Innovazione Trentino ed inserito nel più ampio progetto europeo REFER (Raw Engagement for Electronics Repair) finanziato dalla KIC EIT RAW Materials  in collaborazione con 6 partner internazionali.

Un vero e proprio successo da sold-out. Sabato 21 settembre sono stati 25 – il massimo numero consentito – i “cittadini digitali” che hanno testato le proprie doti di riparazione provando a disassemblare piccole apparecchiature elettroniche, dal vecchio GameBoy Advance al case di un computer. Successo anche per l’attività di bigiotteria e di ri-utilizzo creativo delle componenti elettroniche contenute nei RAEE.

L’evento ha catturato l’interesse di un pubblico variegato: da appassionati della riparazione a non addetti ai lavori inclusi studenti universitari, famiglie con bambini, adulti curiosi… e anche qualche “senior”.

La motivazione comune?

Tutti aiutati passo a passo dai facilitatori e dagli esperti tecnici di HIT e degli enti partner APS Carpe Diem, CoderDolomiti, FabLab UNITN, Enactus, MUSE FabLab e Kaleidoscopio.

A partire dalle 19:00, con uno schiocco di dita l’officina itinerante si è trasformata in un vecchio Cafè – per la precisione un World Cafè, una tecnica di discussione tanto semplice quanto rivoluzionaria per stimolare conversazioni autogestite e riflessioni condivise su progetti complessi… Ma in modo divertente ed informale.

Tre i temi sui quali i partecipanti hanno ragionato – scarabocchiando, appiccicando post-it sui cartelloni e disegnando: la necessità di promuovere la corretta gestione dei RAEE, la sostenibilità economica della riparazione e le potenzialità nascoste dei FabLab.

L’appuntamento con la riparazione è rinnovato per sabato 28 settembre, con il prossimo Repair Cafè organizzato in Via Belenzani 13 in collaborazione con Civico13.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Cambio di comando al XXXI Battaglione Guastatori “Iseo”

Pubblicato

-

Il 19 settembre 2019 è avvenuto il cambio al Comando del XXXI battaglione guastatori “Iseo” presso la Caserma Cesare Battisti, unità dipendente dal 2° reggimento genio guastatori alpini e presente nella stessa sede.

Il Tenente Colonnello Marco Arculeo cede il testimone al parigrado Adriano Visintin, dopo due anni di impegnata condotta dei suoi uomini.

La Cerimonia presieduta dal Colonnello Gaetano Celestre, Comandante del reggimento di casa, ha visto la preziosa partecipazione del Sindaco della Città di Iseo accompagnato dal rispettivo Gonfalone, da numerosi vessilli delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, le Sezioni ANA di Trento, Brescia, con diversi dei propri gruppi, l’ANGET di Trento, l’ANSI, l’ANARTI, fedeli amici sempre vicini ai reparti in armi.

Pubblicità
Pubblicità

Nel discorso di commiato, il Tenente Colonnello Arculeo ha salutato e ringraziato definitivamente l’unità, composta da 3 compagnie guastatori ed una compagnia supporto allo schieramento.

Assetti, questi, impegnati costantemente a turnazione nell’Operazione “Strade Sicure” ed attualmente sulla piazza di Roma, sotto il Comando della sovraordinata Brigata alpina “Julia”.

Il battaglione  guastatori “Iseo” nel 2018 è stato impiegato in Libano nell’Operazione “Leonte”, sotto l’egida della stessa Brigata, per la prima volta in conformazione MLF DECI, ovvero con elementi multinazionali Sloveni, Ungheresi ed anche Croati ed Austriaci.

Un capitolo importante questo per la storia del battaglione, preparatosi prima della missione con un crosstraining (addestramento congiunto) preciso e dedicato, durante l’amalgama delle forze presso l’Area Addestrativa “Paolo Caccia Dominioni” in Roverè della Luna.

Il personale del battaglione è costantemente impegnato anche nel frangente del DUAL USE, la particolare capacità dell’Esercito Italiano ad intervenire a salvaguardia della popolazione in eventi calamitosi ed emergenze territoriali.

Infatti, aliquote specialistiche del XXXI “Iseo” sono state impiegate nel Veneto durante l’ottobre – novembre 2018 a seguito degli eventi meteorologici della “tempesta VAIA”, contestualmente nell’opera di preparazione del sito per il nuovo Museo Nazionale Storico degli Alpini, sul Doss Trento ed anche nei lavori di preparazione e ricondizionamento dei siti nell’attività di neutralizzazione residuati bellici: da menzionare in particolare l’Operazione CARMENTA, bonifica complessa di una bomba d’aereo nella Provincia di Padova, avvenuta nell’autunno scorso.

Parimenti, sono stati dispiegati assetti nel veronese per l’esercitazione di Protezione Civile VARDIREX 2018, attività organizzata dal Comando Truppe Alpine per operare in via sperimentale congiunta con i raggruppamenti della Associazione Nazionale Alpini nel soccorso di pubbliche calamità.

Nuclei dei genieri di Trento, inoltre, continuano nelle attività di ripristino e sistemazione delle aree addestrative ed operative della zona, appartenenti al Comando Truppe Alpine di Bolzano.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza