Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Lucio Gardin: mercoledì 5 giugno al Teatro Sociale l’ironia sui luoghi comuni degli ingegneri

Pubblicato

-

Mercoledì 5 giugno al teatro Sociale di Trento dalle 18.00 si terrà l’Assemblea generale dell’ordine degli ingegneri.

L’evento è aperto alla cittadinanza e al termine dell’Assemblea, alle ore 19 ci sarà lo spettacolo di Lucio Gardin.

Lo spettacolo, totalmente gratuito, durerà oltre un’ora dove i momento di ilarità non mancheranno di certo.

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo colto l’occasione per fare un paio di domande al grande comico trentino.

Che spettacolo porti mercoledì al Sociale?

«E’ un tipo di spettacolo che solitamente faccio come Funny Manager (il Funny Manager è un format originale inventato da Gardin per le convention aziendali, di cui potete vedere un breve demo qui:) cioè uno slide show con immagini e video che sviluppa in chiave ironica il tema della serata».

Quindi hai studiato la causa?

«Sì in questo tipo di spettacoli c’è sempre dietro un grande lavoro per approfondire il tema».

E cosa hai capito degli ingegneri?

«Il loro lavoro è come una vela a tre lati. Da un lato c’è l’ingegnere, dall’altro il cliente e dall’altro il legislatore. Bene o male sono tutti collegati, e ognuna di queste figure pensa che l’altro sia un cretino. E tutti concordano che quello messo peggio è legislatore. Che impedisce che la vela si gonfi».

Cioè?

«Il problema è la burocrazia. Oggi è meno complicato organizzare un traffico clandestino di scorie radioattive dentro zanne di elefante, che ottenere una sanatoria per una tramezza interna».

Se ti chiedessi “cosa significa fare l’ingegnere in Trentino?” sapresti rispondere?

«(Gardin ride, ci pensa un po’ e poi risponde) Beh, posso dirti che gli ingegneri andrebbero tutelati come gli orsi, ci vorrebbe un progetto Life Ingegnerus perché se lavorano loro, lavorano anche artigiani, elettricisti, falegnami muratori, idraulici ecc. Sapevi che in provincia di Bolzano i lavori nel settore delle costruzioni sono il triplo rispetto alla provincia di Trento? Se vai a Bolzano è pieno di gru, a Trento non ce n’è una, hanno avvistato la scorsa settimana un airone, ma è scappato anche quello».

Prenderai in giro solo gli ingegneri?

«No, non prenderò in giro nessuno. Rideremo dei luoghi comuni, ma lo faremo “con” gli ingegneri, non “contro” di loro. Tra l’altro ho scoperto che l’ordine degli ingegneri è molto tecnologico. E’ il primo a organizzare, per gli iscritti, gli incontri in via telematica. Ora io non ho uno stradario a portata, ma credo che Via Telematica sia abbastanza vicina al centro».

Pubblicità
Pubblicità

Spettacolo

Tentata truffa e falso, Ornella Muti condannata anche in Cassazione

Pubblicato

-

Confermata dalla Cassazione la condanna a sei mesi di reclusione e 500 euro di multa per tentata truffa aggravata e falso nei confronti di Ornella Muti.

Il verdetto convalida la decisione della Corte di Appello di Trieste del 6 luglio 2017.

All’attrice si contesta di aver cancellato uno spettacolo al Teatro Verdi di Pordenone, nel dicembre 2010, dandosi malata quando invece partecipò a una cena di gala in Russia con Vladimir Putin e Kevin Costner

PubblicitàPubblicità

Nella sua requisitoria il Pg della Cassazione Pietro Molino aveva chiesto ai supremi giudici della Seconda sezione penale della Suprema Corte di dichiarare “inammissibile” il ricorso della difesa della Muti, come è avvenuto.

La sospensione condizionale della pena è subordinata al pagamento di una provvisionale di 30 mila euro al Teatro Verdi, ‘vittima’ del comportamento dell’attrice.

In primo grado, il 24 febbraio 2015, la Muti era stata condannata dal Tribunale di Pordenone a otto mesi di reclusione e 600 euro di multa, oltre alla provvisionale.

L’attrice diede forfait presentando un certificato medico per laringo-tracheite acuta con febbre, tosse e raucedine, con la prescrizione di cinque giorni di riposo e divieto di far uso della voce.

Le fotografie del gala di beneficenza la mostrarono a tavola con il premier Putin e il divo hollywoodiano Kevin Costner. 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

E’ stata un successo la prima puntata di “Undercut – l’oro di legno” su Dmax con protagonisti i boscaioli trentini

Pubblicato

-

Ieri sera la trasmissione Dmax “Undercut – l’oro di legno” ha fatto registrare l’1,6% di share, che per un canale tematico significa un +40%.

Protagonisti i boscaioli trentini e veneti che stanno lavorando per ripristinare gli alberi dopo la tempesta Vaia di ottobre.

Per il Trentino  due delle tre squadre protagoniste erano della Val di Fiemme: il team Giacomelli al lavoro presso Lavazè e il team Morandini operante a Predazzo.

PubblicitàPubblicità

La produzione è tutta trentina: Giuma appoggiata da Trentino Film Commission ha selezionato quattro squadre di taglialegna e le ha seguite nei loro cantieri (passo Vezzena, passo Lavazè  e Predazzo in Trentino, foresta di Cansiglio in Veneto).

Sono state otto settimane di riprese, iniziate a marzo e con qualsiasi condizione meteo (fino a venti gradi sottozero).

Le troupe televisive guidate dai registi Mario Barberi e Angelo Poli hanno affiancato costantemente i boscaioli, che saranno protagonisti di altre tre puntate.

Per saperne di più e guardare il trailer (qui l’articolo).

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Spettacolo

Il torneo medievale di Kaltenberg compie 40 anni

Pubblicato

-

Il torneo medievale di Kaltenberg festeggia quest’anno la sua quarantesima edizione. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza