Connect with us
Pubblicità

Trento

Allarme del Soccorso Alpino: «Attenzione alle zecche»

Pubblicato

-

Come ogni anno con l’arrivo del caldo fa la sua comparsa un parassita assai sgradevole, la zecca.

È il soccorso Alpino Trentino a lanciare l’allarme.

Simile a un piccolo ragno, questo piccolo parassita di colore scuro – marrone o nero – vive sulle piante e sull’erba, prediligendo le zone umide.

PubblicitàPubblicità

Lasciandosi cadere dalle piante, atterra su uomini o animali e grazie a un particolare apparato boccale riesce ad attaccarsi saldamente alla pelle per nutrirsi di sangue.

La puntura di per sé non è dolorosa ma non per questo va sottovalutata.

Alcune zecche, infatti, possono trasmette delle infezioni anche molto gravi per la salute dell’uomo.

Le più diffuse sono la malattia di Lyme e la Tbe.

La malattia di Lyme si manifesta con chiazze rossastre sulla pelle, a volte con febbre, malessere, mal di testa, dolori alle articolazioni e ai muscoli.

Dopo settimane o mesi può causare anche disturbi più gravi alle articolazioni (artriti), al cuore e al sistema nervoso (meningiti). La Tbe, invece, è una malattia simile all’influenza che però può evolvere in meningiti o encefaliti o danneggiare il sistema nervoso.

A differenza della malattia di Lyme, per la Tbe è disponibile un vaccino.

Cosa fare per prevenire la puntura delle zecche?

  • È consigliato percorrere i sentieri evitando di camminare a contatto diretto con l’erba;
  • indossare indumenti coprenti, preferibilmente di colore chiaro, e scarpe chiuse;
  • applicare prodotti repellenti a base di Deet sulla pelle scoperta.

Se ci accorgiamo di essere stati punti è importante rimuovere la zecca il prima possibile.

È sufficiente prendere una pinzetta, afferrare il parassita vicino alla pelle e tirare fino al distacco. Non è necessario applicare sostanze sul parassita.

Una volta rimossa la zecca, assicurarsi di renderla innocua bruciandola o attaccandola a del nastro adesivo, disinfettare la ferita e tenerla controllata per circa un mese.

Se dovessero comparire chiazze rosse sulla pelle o altri disturbi rivolgersi al proprio medico.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]
  • Il dipinto ritrovato: torna a casa il “ritratto di signora” di Klimt
    22 febbraio 1997: presso la Galleria Ricci Oddi di Piacenza scompare il “Ritratto di Signora”, una delle opere dell’artista austriaco Gustav Klimt risalente al 1916/17. La cornice abbandonata sul tetto dopo il furto era tutto ciò che restava di una delle splendide e più discusse opere di Gustav Klimt. La tela originale, si suppone infatti […]

Categorie

di tendenza