Connect with us
Pubblicità

Trento

La ricetta della felicità secondo il sociologo De Masi

Pubblicato

-

Quando noi rallentiamo il ritmo, cioè quando riposiamo, permettiamo alla nostra mente di risalire alle immagini del passato, per poi proiettarle in avanti.

Il multitasking, quindi, non paga e non è funzionale all’ apprendimento: un passaggio, questo, che sta rivoluzionando il mondo delle neuro scienze perché apre nuovi scenari sulle modalità operative del cervello.

Proiettando il discorso all’oggi, la confusione, la competizione e lo stress, che sono dirette conseguenze del neoliberismo, a lungo andare portano all’isolamento sociale, alimentando scenari di insicurezza, chiusura e ancore.

Pubblicità
Pubblicità

In che modo quindi l’individuo può trovare la ricetta della felicità in un contesto sociale complesso?

Ne ha parlato il sociologo Domenico De Masi al Festival dell’Economia nell’incontro che ha visto relatori anche Maurizio Milan, presidente nazionale AIF, l’Associazione Italiana Formatori, e Antonello Calvaruso, Direttore di AIF Academy.

Maurizio Milan – Presidente di AIF, l’Associazione italiana Formatori, è partito da un’analisi attenta dei flussi migratori per supportare le sue considerazioni sulle politiche d’integrazione e d’inclusione dei Paesi UE. A comniciare dal sistema scolastico, per il quale i modelli scandinavi e anglosassoni risultano offrire risultati migliori sul fronte dell’apprendimento e delle prospettive di occupazione rispetto ad altri.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi, la differenza culturale ed etnica è un valore da promuovere in azienda, perché crea valore.

Le minoranze etniche variano in base ai Paesi e alla leadership aziendale: un esempio virtuoso è quello del Regno Unito, dove i team misti ai vertici aziendali rappresentano il 50% dell’insieme. Dati e analisi che devono far riflettere. Politiche di non inclusione sembrano non essere, quindi, la soluzione migliore per l’economia odierna.

Domenico de Masi, Professore Emerito di Sociologia organizzativa, ricorda che quello attuale è il mondo migliore di quelli esistiti fino ad oggi e abbiamo tutto il dovere di operare affinché resti come tale.

Diversi i temi trattati dal sociologo: dalla mancanza di un modello per la società post-industriale che crea uno smarrimento generale, alla diminuzione delle ore lavorative a favore delle ore del tempo libero, l’ozio creativo, l’aumento delle post-democrazie e dei governi prefascisti, passando in rassegna gli scenari politici dell’ultimo millennio giungendo fin ai giorni nostri.

ll neoliberismo è il pensiero unico in economia, che oggi ha assunto una violenza inaudita.

“Per Papa Francesco il neoliberismo è il male principale del nostro tempo” – ha detto De Masi citando la celebre affermazione dell’Evangelii gaudium: “questa economia uccide”.

“È il primo Papa che ha trattato il neoliberismo da assassino”, ha fatto notare il sociologo, ricordando che “tutte le encicliche dei papi, dalla Rerum Novarum alla Laudato si’, hanno trattato il problema del rapporto tra ricchi e poveri, schierandosi decisamente dalla parte dei poveri”.

Il dunque, secondo De Masi, è presto detto. La sua “ricetta” al male odierno prevede alcuni passaggi fondamentali. Bisognerebbe formare alla social democrazia, la solidarietà anche in autonomia può ottenere anche molto di più della competitività. In secondo luogo bisognerebbe educare alla tecnologia, in senso liberatorio, non “sfruttatorio”.

Il progresso dev’essere reale e concreto, non fittizio. E fa l’esempio di quanti si recano in ufficio, quando potrebbero fare il telelavoro. Questo, secondo il sociologo è ancora sfruttamento, non progresso.

In terzo luogo è necessario educare alla “lentezza”, viviamo in un mondo che va sempre di fretta, con lo stress e la competizione alle stelle, e tutto ciò non giova a far sì che un individuo possa sentirsi parte di una comunità.

Fondamentale anche è il ri-appropriarsi del senso delle cose, così come facevano i greci. Tramite la cultura. L’ozio creativo è quello che manca alla società odierna e le persone devono essere rieducate all’ indignazione, poiché nessuno oramai si scandalizza più di niente.

La ricetta della felicità dunque? Antonello Calvaruso ha riassunto così l’incontro, offrendo credito alle ultime scoperte sul fronte neuro scientifico.

“Per il sociologo è la donazione di senso la vera chiave della felicità, il vincere il braccio di ferro tra isolamento e integrazione – ha detto – ciò vuol dire evitare di dedicare del tempo a cose inutili e senza senso. Tutti elementi, questi, che portano a un riequilibrio della nostra esistenza su vari fronti e soprattutto per quanto riguarda la parte emotiva, a sfruttare bene le nostre aree cerebrali”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza