Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

I bambini della Scuola dell’Infanzia di Taio esploratori della biodiversità per un giorno con “Bioblitz”

Pubblicato

-

Diventare esploratori della biodiversità per un giorno: era questo lo scopo di “Bioblitz”, evento organizzato al parco Asuc dalle insegnanti della Scuola dell’Infanzia di Taio per dare ai bambini un’ulteriore possibilità di vivere una straordinaria avventura nell’ambiente naturale.

Ma anche per ricercare, individuare e classificare nell’ambiente il maggior numero di forme di vita animali e vegetali.

Nel corso dell’anno scolastico è stata dedicata grande attenzione, infatti, alla natura nei suoi vari aspetti, con uscite mirate ai biotopi, all’oasi naturalistica di Maso Plaz, alla scoperta della magia dell’inverno in Predaia e con il progetto “Cittadini volanti”.

PubblicitàPubblicità

Fino ad arrivare al progetto “Bioblitz”, con il quale si è voluta proporre ai bambini un’importante esperienza dal forte valore educativo.

È stato un modo divertente per scoprire le piccole/grandi meraviglie della natura, per sollecitare l’osservazione e l’attenzione ai particolari, per condividere la curiosità nei confronti dell’ambiente, per maturare l’amore e la passione per il bello che ci circonda e il rispetto per la natura in tutte le sue forme.

L’attività più interessante che ha animato la giornata è stata la “caccia al tesoro naturale”, con la raccolta e la classificazione di elementi naturali: i bambini, suddivisi in piccoli gruppi, hanno seguito con entusiasmo le indicazioni della “borsa missione” loro affidata.

Diverse e stimolanti sono state poi le possibilità sperimentate dai bambini nel corso della giornata, come il percorso sensoriale a piedi nudi, la realizzazione di mandala con elementi naturali raccolti al momento, l’esperienza con l’argilla che ha permesso di stampare la corteccia degli alberi, la copia dal vero, come grandi artisti, di alberi e insetti, e l’attività pittorica con acquarelli per riprodurre i colori della natura.

La giornata si è conclusa con il coinvolgimento delle famiglie, che hanno condiviso l’emozione e la gioia dei bambini e hanno potuto ammirare la piccola mostra allestita in un “blitz” dalle insegnanti con i materiali raccolti, le foto e gli artefatti realizzati nel corso della giornata. I bambini hanno anche coinvolto i genitori con indovinelli a tema “insetti”.

Al termine delle attività c’è stato spazio per una piccola merenda tutti insieme e la consegna del tesoro: per tutti una piccola bustina di semi, quale invito a sperimentare la semina e la meraviglia di veder crescere piantine e fiori colorati.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Una scuola tutta nuova per gli alunni di Denno e Sporminore

Pubblicato

-

Una scuola tutta nuova, luminosa, funzionale. Il luogo ideale dove crescere e imparare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ville d’Anaunia: le caserme dei Vigili del Fuoco saranno ammodernate

Pubblicato

-

Le tre caserme dei Vigili del Fuoco volontari di Nanno, Tassullo e Tuenno saranno interessate da lavori di ammodernamento. Il Consiglio comunale ha approvato anche l’assestamento di bilancio, mentre sono state bocciate le due opposizioni alla bonifica del Comitato bosco. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Sequestrati in Val di Non ben 133 kg di funghi porcini

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il personale forestale e di custodia della stazione di Fondo, coadiuvato dai colleghi della stazione di Rumo e dell’Ufficio distrettuale delle foreste di Cles, hanno provveduto ad un controllo della raccolta dei funghi nei comuni di Castelfondo e Brez.

L’operazione di vigilanza ha portato alla redazione di 28 verbali di contravvenzione per violazioni in materia di raccolta di funghi (quasi tutte per raccolta oltre i limiti consentiti) e di 3 verbali per transito non autorizzato su strade forestali.

Si è proceduto inoltre alla confisca di 133 kg di funghi, quasi tutti porcini. 

Pubblicità
Pubblicità

I funghi sono stati devoluti in beneficenza presso strutture locali ad eccezione di un limitato quantitativo che è stato distrutto per dubbia commestibilità, a causa del cattivo stato di conservazione.

In virtù del particolare periodo climatico, che ha favorito una copiosa produzione di funghi nel bosco, molti raccoglitori non si sono accontentati dei 2 kg per persona per giorno previsti dalla legge, superando in molti casi il limite consentito.

Eclatante il caso in cui sono stati contestati 29.5 kg a carico di un singolo raccoglitore che aveva provveduto a nascondere i porcini nel vano della ruota di scorta della propria autovettura.

Nei prossimi giorni è prevista un’intensificazione dei controlli sul territorio provinciale.

Si ricorda che la raccolta è consentita solo dalle ore 7 alle ore 19 nel limite tassativo di 2 kg a testa.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza