Connect with us
Pubblicità

Trento

Apertura discarica Sardagna: le gravi responsabilità del centro sinistra

Pubblicato

-

La responsabilità della riapertura della discarica Sativa di Sardagna è esclusivamente delle amministrazioni di centro sinistra che si sono succedute in Provincia e Comune.

Quella provinciale di centro destra e nello specifico dell’assessore Tonina, è stato solo un subentro a decisione già presa.

Sarebbero dovuti essere l’ex presidente Rossi, oppure Mauro Gilmozzi Assessore ai lavori pubblici, ambiente, trasporti ed energia a risolvere il problema che giace da tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Ma anche Zeni Assessore alla salute e solidarietà sociale che salì a Sardagna unicamente per illustrare le modalità del già deciso arrivo dei richiedenti asilo alle Viote o Alessandro Olivi Vice presidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro.

Invece se ne sono stati tutti in silenzio alla pari del sindaco Andreatta e dei consiglieri comunali di maggioranza, proprio nel momento decisivo della trattativa.

Una fase silenziata che ha finito per spiazzare anche gli stessi residenti che si sono mossi alle prime voci di riapertura, arrivate però a decisione già presa.

Pubblicità
Pubblicità

Probabilmente il tutto è stato condizionato da una situazione a rischio.

Ovvero Sativa ha subito un sequestro dell’impianto a causa di un conferimento di materiale non idoneo che poi è entrato nella norma per via dei mutati parametri di legge che è andato oltre la tempistica delle singoli fasi.

Piuttosto che affrontare una richiesta di risarcimento, il centro sinistra ha preferito non intervenire nella complessa operazione rappresentata dalla riapertura della cava.

Un’altra certezza della quale erano a conoscenza Rossi, Gilmozzi, Zeni, Olivi, Andreatta e assessori comunali, è che l’ipotesi di conferimento di inerti sia minoritaria rispetto a quella di rifiuti urbani – per capirci immondizia – e rifiuti speciali non pericolosi.

Minoritaria perché si tratta pur sempre di scarti commerciabili e quindi non ha senso portarli in discarica.

A questo punto, sempre che non ci sia un accordo già sottoscritto tra le parti, cosa resta da fare all’assessore Tonina?

Puntare unicamente sul conferito, cercando di limitare il più possibile le quote a rischio.

Provincia e Comune dovrebbero far fronte unico per non concedere deroghe per il conferimento di terra e rocce diverse da mattonelle e ceramiche.

Questo per evitare il rischio prospettato dall’avvocato Giuliano che rappresenta un gruppo di residenti, che vengano portate nella discarica di Sardagna scorie nere di acciaieria che possono contenere metalli pesanti come il Cormio, il cui smaltimento ha un costo molto alto.

In conclusione l’unica attuale possibilità è quella di rendere il meno remunerativo possibile il conferimento di materiali in discarica.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa
    Una possibile alternativa per acquistare casa potrebbe essere l’affitto con riscatto. Negli ultimi anni, la mancanza di liquidità, le garanzie delle banche sempre più stringenti e gli alti tassi di intesse, incidono negativamente sull’acquisto di... The post Affitto con riscatto, un’ottima opportunità per acquistare casa appeared first on Benessere Economico.
  • Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona
    Dopo i danni subiti dalle associazioni sportive a causa delle restrizioni dovute all’emergenza covid, il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del CdM ha destinato un fondo di 50 milioni per Ssd e Asd. Contributi... The post Attivata la seconda sessione di contributi a fondo perduto per Associazioni sportive, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande
    Dopo l’annuncio di qualche mese fa, il reddito di libertà ora è pronto per essere erogato a tutte le donne in difficoltà e vittime di violenza. Reddito di libertà, cos’è La misura che prevede un... The post Reddito di libertà, attivata la procedura per l’invio delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

Categorie

di tendenza