Connect with us
Pubblicità

Trento

Apertura discarica Sardagna: le gravi responsabilità del centro sinistra

Pubblicato

-

La responsabilità della riapertura della discarica Sativa di Sardagna è esclusivamente delle amministrazioni di centro sinistra che si sono succedute in Provincia e Comune.

Quella provinciale di centro destra e nello specifico dell’assessore Tonina, è stato solo un subentro a decisione già presa.

Sarebbero dovuti essere l’ex presidente Rossi, oppure Mauro Gilmozzi Assessore ai lavori pubblici, ambiente, trasporti ed energia a risolvere il problema che giace da tempo.

Pubblicità
Pubblicità

Ma anche Zeni Assessore alla salute e solidarietà sociale che salì a Sardagna unicamente per illustrare le modalità del già deciso arrivo dei richiedenti asilo alle Viote o Alessandro Olivi Vice presidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro.

Invece se ne sono stati tutti in silenzio alla pari del sindaco Andreatta e dei consiglieri comunali di maggioranza, proprio nel momento decisivo della trattativa.

Una fase silenziata che ha finito per spiazzare anche gli stessi residenti che si sono mossi alle prime voci di riapertura, arrivate però a decisione già presa.

Pubblicità
Pubblicità

Probabilmente il tutto è stato condizionato da una situazione a rischio.

Ovvero Sativa ha subito un sequestro dell’impianto a causa di un conferimento di materiale non idoneo che poi è entrato nella norma per via dei mutati parametri di legge che è andato oltre la tempistica delle singoli fasi.

Piuttosto che affrontare una richiesta di risarcimento, il centro sinistra ha preferito non intervenire nella complessa operazione rappresentata dalla riapertura della cava.

Un’altra certezza della quale erano a conoscenza Rossi, Gilmozzi, Zeni, Olivi, Andreatta e assessori comunali, è che l’ipotesi di conferimento di inerti sia minoritaria rispetto a quella di rifiuti urbani – per capirci immondizia – e rifiuti speciali non pericolosi.

Minoritaria perché si tratta pur sempre di scarti commerciabili e quindi non ha senso portarli in discarica.

A questo punto, sempre che non ci sia un accordo già sottoscritto tra le parti, cosa resta da fare all’assessore Tonina?

Puntare unicamente sul conferito, cercando di limitare il più possibile le quote a rischio.

Provincia e Comune dovrebbero far fronte unico per non concedere deroghe per il conferimento di terra e rocce diverse da mattonelle e ceramiche.

Questo per evitare il rischio prospettato dall’avvocato Giuliano che rappresenta un gruppo di residenti, che vengano portate nella discarica di Sardagna scorie nere di acciaieria che possono contenere metalli pesanti come il Cormio, il cui smaltimento ha un costo molto alto.

In conclusione l’unica attuale possibilità è quella di rendere il meno remunerativo possibile il conferimento di materiali in discarica.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]

Categorie

di tendenza