Connect with us
Pubblicità

Trento

Scandalo Itas: la procura chiede per Grassi la condanna ad 1 anno e 3 mesi di reclusione

Pubblicato

-

La procura chiede la condanna di Ermanno Grassi (ex direttore generale di Itas Mutua) per tutti e tre i capi d’imputazione: tentata estorsione, falso e calunnia.

Ieri al termine del processo sullo scandalo Itas il pm Carmine Russo ha chiesto al collegio la condanna a 1 anno, 3 mesi e 15 giorni di reclusione per Ermanno Grassi, e 15 giorni di reclusione per l’ex funzionaria Alessandra Gnesetti.

Alessandra Gnesetti è accusata per un presunto falso che riguardava i punti della patente.

Pubblicità
Pubblicità

Il processo, indebolito dopo il ritiro della querela da parte di Itas che ha fatto cadere una decina di capi d’imputazione, si sta avviando verso la conclusione, ma l’udienza durerà fino a luglio.

Grassi aveva risarcito la compagnia con 200 mila euro che aveva rimesso quindi la querela nei confronti dell’ex direttore generale per truffa aggravata per la vicenda dell‘attico di piazza Silvio Pellico (qui articolo)

La cifra del risarcimento non viene confermata da Itas ma voci ben informate non hanno dubbi in proposito.

Pubblicità
Pubblicità

Insomma, alla fine, era finito tutto a tarallucci e vino e con un piccolo buffetto sul viso dell’ex amministratore di ITAS.

La procura conferma l’accusa di tentata estorsione, nonostante nella precedente udienza l’ipotetica  vittima Giovanni Di Benedetto (ex presidente di Itas Mutua) aveva detto di non essere mai stato vittima di estorsione.

Secondo l’accusa, Di Benedetto nel 2016 sarebbe stato seguito da investigatore privato, assoldato dallo stesso Grassi, per costruire un dossier, poi mai utilizzato.

Secondo la difesa l’indagine dell’investigatore privato riguardava una dipendente, e solo per errore era stato coinvolto l’ex presidente Di Benedetto. In realtà l’appartamento e l’auto monitorati dall’investigatore privato erano proprio quelli dell’ex presidente.

Il clima di sospetti aveva portato Grassi a cercare delle prove contro Di Benedetto interpellando un investigatore privato; salvo poi cambiare idea.

Il pm Russo aveva definito il materiale raccolto come la sua “polizza assicurativa“. Secondo l’accusa è quindi presente il reato di estorsione, anche se solo tentato.

Per quando riguarda la calunnia, Grassi è accusato di aver mentito sulla questione della badante della madre. La funzionaria licenziata Alessandra Gnesetti aveva dichiarato che Grassi aveva dato disposizioni per modificare l’intestazione di una fattura in modo da addebitare ad Itas la prestazione di assistenza a favore della madre.

Inoltre lo stesso Grassi, con pochi punti sulla patente, avrebbe chiesto all’ex funzionaria di dichiarare che fosse stata lei alla guida dell’auto sanzionata per eccesso di velocità.

In quest’ultima vicenda è imputata anche la Gnesetti, che invece è parte lesa nel caso della calunnia. Il suo avvocato Beniamino Migliucci ha chiesto per lei l’assoluzione.

Fra le numerose «miserie» (molte) e «nobiltà» (poche) dello scandalo ITAS, aveva creato particolare attenzione e sconcerto nella comunità la conferma da parte dei carabinieri dei ROS dell’esistenza di un «cerchio magico» chiamato «I divini» condotto da «Zeus» l’ex direttore generale ITAS Ermanno Grassi.(qui articolo)

Al di là dell’ilarità, che fin dall’inizio della scoperta aveva creato momenti tragicomici e facili battute fra la comunità trentina, dalla ricostruzione in fase d’indagine fatta da numerosi testimoni che operavano all’interno della compagnia assicurativa ai carabinieri del Ros, era emerso che tutti «i divini» avrebbero saputo dei presunti illeciti, soprattutto per quanto riguardava il sistema di fatturazione.

Uno stesso dipendente di ITAS attraverso alcune intercettazioni confermate negli interrogatori avrebbe confermato « Se arriva qui la Finanza andiamo tutti in galera».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]

Categorie

di tendenza