Connect with us
Pubblicità

Trento

Festival dell’economia: l’analisi del voto Europeo

Pubblicato

-

Ieri, primo giorno del Festival dell’economia, alle 19 presso la sala Depero, c’è stato l’incontro con Nando Pagnoncelli, Elisa Ferreira, Cas Mudde, Jean Pisani-Ferry e Nadia Urbinati che hanno dibattuto alla luce dl voto di europeo, sulle piu evidenti conseguenze economiche e politiche in Italia e in UE.

L’economista Jean Pisani Ferry, che è stato responsabile del programma di Macron ed è uno dei suoi più ascoltati consiglieri economisti francesi, professore alla Hertie School of Governance di Berlino e alla Sciences Po di Paris, ha sottolineato che nel voto europeo c’è un forte segnale di cambiamento per quanto riguarda le politiche trasversali che l’UE può mettere in campo, soprattutto politiche che abbiano come soggetto le istanze dei giovani; di una risposta alle istanze dei verdi sul cambiamento climatico e le politiche di integrazione.

Il fatto che dell’aumento dell’affluenza dell’8% in più rispetto alle precedenti elezioni e un consolidamento del trend di crescita nella partecipazione, dimostra come l’interesse degli elettori verso l’Europa sia in aumento.

Pubblicità
Pubblicità

D’altra parte il rischio che scaturisce da questo voto, è che assista ad un’inerzia nelle decisioni future, a discapito delle aspettative dei cittadini.

Questo a causa del frazionamento della rappresentanza, in particolare PPI il maggior partito che ha perso consenso, mentre anche la base liberal democratica si è frazionata in più partiti.

Pubblicità
Pubblicità

Elisa Ferreira, vicepresidente della Banca de Portugal, ha fatto un quadro dell’esperienza portoghese, che al momento risulta essere l’unico paese europeo che non ha avuto un exploit dei partiti cosiddetti sovranisti. L’”insurgery populista”, come l’ha denominata Fubini, ha avuto il suo massimo consenso in Italia.

Questo fatto, secondo Nando Pagnoncelli, è dato da due principi di base: un principio di tornaconto, ovvero cosa ci guadagniamo a stare in Europa, e un principio di precauzione, ovvero, se usciamo c’è un rischio di peggiorare la situazione.

«Al voto europeo – come ha spiegato in apertura Nando Pagnoncelli – si è arrivati con un sentiment (atteggiamento, ndr.) dei cittadini comunitari sostanzialmente positivo verso l’Unione europea: i due fronti (favorevoli o contrari) se la giocano alla pari sulla fiducia verso l’Europa (l’Italia, per la verità, va controcorrente con il 55% di diffidenti e il 33% di favorevoli). Gli stessi elettori non hanno però dubbi sull’adesione alla Ue (62% di favorevoli) per arrivare al  75% di giudizi positivi sull’euro». 

Il sondaggista di Ipsos, ha terminato il suo intervento con una standing ovation, per il suo riferimento al recupero di una nuova missione europea, che il nuovo Parlamento dovrà aver a riferimento se vuole governare secondo le indicazioni dell’elettorato, ovvero al fatto che esiste una responsabilità europea di garantire gli strumenti più idonei affinché tutti gli stati membri ne traggano vantaggio, un ritorno alle radici comuni, che questa politica pre elezioni sembra aver accantonato.

Pertanto i temi più caldi risultano essere la riduzione delle disuguaglianze e soprattutto la sostenibilità della crescita.

Tutto questo ha senso in Europa se capiamo il valore del nostro star insieme.

L’ultima domanda provocatoria di Federico Fubini, è stata sulla Germania, come dobbiamo considerare la Germania nel contesto europeo?

La Germania, sembra aver capito che senza l’Europa, anche i suoi interessi risultano meno tutelati, e la vecchia visione, prima Germania e poi gli altri, sembra essere stata abbandonata anche per la decrescita della cancelliera Merkel, e dell’emergere di forze piu attente a valori universali, i particolare i verdi, che proprio in Germania hanno avuto un successo maggiore.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza