Connect with us
Pubblicità

Trento

Futura 2018 cuscinetto dei centri sociali: la «faticosa» giornata di lavoro di Ghezzi «essere umano»

Pubblicato

-

Nella Foto Paolo Ghezzi in versione «Giullare»

Per Futura – il partito alla perenne ricerca di una ragione d’essere – le ultime giornate sono state molto impegnative.

Ieri mattina Ghezziessere umano” e Lucia Coppola hanno partecipato alla manifestazione organizzata dalla Cgil a sostegno dei disoccupati del progetto accoglienza.

E per il resto della giornata?

Pubblicità
Pubblicità

«Per prepararci al meglio, apriremo la sede di Futura, in via Vittorio Veneto 20 a Trento, Mercoledì 29 e giovedì 30 dalle 16 alle 20 per  scrivere il tuo striscione insieme a noi. Abbiamo raccolto l’appello dei I sentinelli di Trento e diamo la nostra disponibilità. Porta il tuo lenzuolo e la tua ironia. Noi forniremo spago, spray e uno spazio dove fare insieme un bello striscione di benvenuto a Salvini. TI ASPETTIAMO» – cita l’appello di Futura 2018

Insomma, laboratorio di disegno e scrittura riservato agli adulti disubbidienti.

Nella sede di Via Vittorio Veneto sono a disposizione teli, inchiostro e corde per dare libero sfogo alla fantasia per realizzare i lenzuoli di “benvenuto” per Salvini che potrebbe essere a Trento venerdì per il festival dell’economia.

Presenza che però non è stata confermata.

Pubblicità
Pubblicità

A ricordarlo ieri il è stato il consigliere provinciale Devid Moranduzzo: “Salvini non confermato al Festival, Ghezzi pensi al suo lavoro”. Nella sua breve nota il consigliere leghista invita Ghezzi a “pensare al suo lavoro, piuttosto che organizzare striscioni anti-salvini

Immaginiamo Ghezzi, da buon professore quale si crede di essere, passare tra i teli stesi a terra, osservare con sguardo critico i lavori in corso per poi dispensare paterni consigli, come farebbe un insegnante durante un tema in classe.

Bisogna dire che tra sceneggiate in consiglio provinciale con magliette che avrebbero voluto essere ironiche, uscite da “ giullare-promoter” per promuovere la povera Giulia Merlo candidata del PD alle suppletive dov’è riuscito a far ridere il Trentino, ecco l’idea del laboratorio: insomma di tutto tranne che fare politica seriamente.

Ghezzi “essere umano” e il suo Futura pur di far palare di se, hanno preso al volo l’occasione offerta della fantasiosa iniziativa delle “ balconiadi” evento appoggiato da Futura.

Di cosa si tratta? #SalviniTogliAncheQuesti e adesso è forse più chiaro.

Futura e Ghezzi  “essere umano” si sono messi prontamente a disposizione di una delle iniziative di contestazione di “Trento non si Lega – Salvini non sei il benvenuto” il cui campo base sarà al Parco Santa Chiara a partire dalle 14 di domani.

Evento pubblico organizzato manco a dirlo dal Centro Sociale Bruno nell’ambito di Oltrefestival che sarebbe interessante capire da chi è finanziato e il perché il sindaco Andreatta abbia concesso gratuitamente o meno il Parco.

Il motivo della scampagnata? Contestare il ministro Salvini che sarà, forse, al Teatro Sociale nello stesso pomeriggio.

La funzione dei lenzuoli “ pittati”?

Quella di essere esposti a finestre e balconi di chi da sinistra, vorrà contestare l’arrivo di Salvini.

Considerando che i lenzuoli difficilmente saranno ironici, ma più facilmente verbalmente violenti e offensivi, Ghezzi “essere umano” si è preso una bella responsabilità.

C’è voluto un po’ di tempo, ma adesso si capisce cosa andrà a fare Futura: il cuscinetto.

Ovvero il portavoce della sinistra antagonista con l’interlocutore del momento.

In cambio? Visibilità e voti perché Ghezzi essere umano ha capito che l’unico spazio che può provare a coprire, è quello dell’estrema sinistra.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Affittava in nero a studenti camere di 7 metri quadrati e il bagno in cortile per 350 euro al mese

Pubblicato

-

Emergono altri particolari in riferimento alla maxi operazione delle fiamme gialle Trentine contro gli affitti in nero in regione.

Questi riguardano gli affitti di immobili in nero agli studenti che molti affittuari scorretti trasformano in un vero business.

A Trento i prezzi per una camera singola variano dai 250 ai 350 euro mensili più spese.

PubblicitàPubblicità

Dalle indagini della Guardia di Finanzia si è scoperto che si può trovare qualsiasi cosa spacciata per camera singola.

Nei dintorni di Trento un immobile rurale è stato trasformato in alloggio per studenti con camere di 7 metri quadrati e il bagno in cortile.

Per tale alloggio, se si può definire così, l’affittuario chiedeva anche 350 euro al mese senza dichiarare nulla al fisco.

Sempre a Trento il proprietario di due palazzine e di un capannone affittava gli appartamenti a studenti e turisti senza dichiarare nulla al fisco.

Pubblicità
Pubblicità

Tra i casi più singolari, quello del proprietario di più immobili (sia abitazioni, che locali commerciali), siti in provincia di Trento, che tra il 2013 e il 2018, aveva “dimenticato” di dichiarare al Fisco oltre 1 milione di euro di canoni di locazione percepiti.

Trattandosi di “evasore totale” ed avendo superato le soglie previste dalla legge, è stato, anche, denunciato per omessa dichiarazione

E’ stato anche scoperto il caso di cittadini stranieri residenti all’estero che attraverso dei portali dedicati affittavano degli immobili in località trentine altamente turistiche.

Per esempio a Riva del Garda un evasore delle Mauritius e residente nel Regno Unito ha redatto regolari contratti d’affitto senza però dichiarare nulla dei canoni di locazione percepiti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

La Voce del Trentino: nella giornata di ieri lette 102.608 pagine da oltre 53 mila lettori

Pubblicato

-

Ieri il nostro giornale ha superato le 102 mila pagine lette (sotto il report di Google Analytics).

In 24 ore sono stati 53.710 i lettori che hanno sfogliato oltre 102 mila pagine grazie a 68.803 sessioni. 

Siamo lontani dal record di pagine lette stabilito il giorno 30 luglio 2019 dove i lettori sfogliarono quasi 213 mila pagine in sole 24 ore ma di certo è la dimostrazione che il nostro giornale viene letto molto e in maniera costante grazie alla fidelizzazione di molti lettori.

PubblicitàPubblicità

In costante crescita anche i «mi piace» sulle 5 pagine facebook e sul profilo di Twitter riconducibili alla testata che hanno superato i 59 mila utenti.

Un giornale che dalle 4 milioni di pagine lette del 2016 è passato alle oltre 11 milioni del 2017 e ai 14 milioni del 2018.

Le pagine lette nel 2019, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, sono oltre due milioni in più.

Un’escalation senza nessun cedimento che continua a crescere ininterrottamente dal momento dell’apertura della testata che è stata iscritta al Tribunale di Trento il giorno 5 febbraio 2013 dopo essere stata diffusa come «magazine» per due anni

Pubblicità
Pubblicità

Sono inoltre migliaia anche gli iscritti alla nostra Newsletter giornaliera gratuita (clicca qui se vuoi iscriverti) che invia per 3 volte al giorno in tempo reale oltre 50 notizie realizzate dai quasi 30 collaboratori dislocati su tutto il territorio.

Da ricordare che grazie al percorso indicato dall’ODG in questi anni sono diventati giornalisti pubblicisti ben 16 collaboratori. (con altri 4 in procinto di diventarlo).

Aumentano anche i contatto dei lettori al nostro numero WhatsApp 3922640625

I dati certificati di Google Analytics della giornata di ieri

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

L’appello dell’ENPA:«Il comune accolga i senza tetto insieme ai propri animali»

Pubblicato

-

L’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) opera in tutti gli ambiti in cui siano coinvolti a qualunque titolo gli animali.

Questa vocazione deriva da sensibilità sia verso gli etero-specifici che verso i propri simili, perciò il nostro Ente è attivo affinché le Istituzioni pubbliche rispettino i diritti delle persone che condividono la propria vita con gli animali.

La presidente dell’ente Trentino Ivana Sandri lancia un appello.

PubblicitàPubblicità

«Con l’arrivo del maltempo e del freddo diventa ancora più difficile la vita per chi, per scelta oppure per costrizione, non ha una casa e vive ai margini della società. Per questo, per evitare patimenti e pericoli per la salute, a causa delle condizioni climatiche estreme, e ricordando gli episodi in cui cittadini in difficoltà hanno rifiutato un ricovero, pur di non doversi staccare dai propri compagni di vita a 4 zampe, come fa ormai da tempo ENPA del Trentino si rivolge al Comune di Trento e al Servizio politiche sociali della Provincia, per chiedere che dei posti letto siano destinati all’accoglienza di persone accompagnate dai propri animali».

«Non si tratta “solo” di una scelta di civiltà, per non discriminare e non esporre a rischi proprio quelle persone che mostrano maggiore sensibilità verso altre creature, rifiutando di abbandonare i propri amici animali, seppure a rischio del proprio benessere e talvolta anche della vita stessa. Infatti, poiché l’abbandono di animali domestici è un reato previsto e punito dal codice penale, è evidente che le istituzioni, qualora vietassero l’accesso ai rifugi per senza tetto a chi sia accompagnato da animali, dovrebbero farsi carico di questi ultimi, affrontando quindi sia le difficoltà nel reperire il luogo in cui ricoverarli (mentre sono presenti in Trentino dei canili, non esistono similari strutture pubbliche per ospitare gatti ed altri animali d’affezione), nonché le ulteriori spese per cure e sostentamento. Un problema sia etico che economico che viene superato proprio attraverso l’evoluzione culturale che l’ENPA si auspica».

«L’ENPA del Trentino sollecita il Servizio politiche sociali della Provincia e il Comune di Trento ad attivarsi – conclude la nota –  affinché i cittadini che versano in condizioni di disagio, in caso di necessità trovino adeguata accoglienza assieme ai propri animali. E chiede di conoscere quanti posti siano previsti, per rispondere adeguatamente a questi bisogni, e dove siano dislocati».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza