Connect with us
Pubblicità

Trento

Arrestato l’aggressore di Gianfranco Merlin, il commerciante di Via Travai

Pubblicato

-

L’episodio che purtroppo nella zona non sarebbe isolato era successo il pomeriggio del 9 maggio 2019.

Da quel momento era cominciata una lunga caccia all’uomo da parte degli uomini del questore Garramone che è terminata ieri mattina.

A.S., Il tunisino di 25 anni, con alle spalle una serie di precedenti, alcuni anche per aggressione e per atti persecutori, è stato arrestato lunedì in via Romagnosi e portato al carcere di Spini di Gardolo in attesa di essere processato.

Pubblicità
Pubblicità

A seguito delle indagini il Sost. Procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trento dott.ssa Patrizia Foiera, ha richiesto ed ottenuto dal GIP il provvedimento della misura cautelare in carcere per il reato di cui all’art. 612 bis, eseguito poi appunto lunedì 27 maggio.

Il tunisino fra il resto era anche destinatario di un ordine cautelare per atti persecutori. 

In caso di condanna grazie al decreto sicurezza voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini sarà immediatamente espulso dall’Italia.

Dopo l’aggressione che ha costretto alle cura in pronto soccorso Gianfranco Merlin il nord africano aveva ancora di più aggravato la situazione tornando dopo alcuni giorni dal commerciante di via Travai per minacciarlo in caso di denuncia.

Merlin però ricevute le dovute assicurazioni di tutela alla sua persona da parte degli uomini della squadra Mobile guidata dal dottor Salvatore Ascione sporgeva denuncia e lasciava quindi le mani libere per partire con le indagini.

Pubblicità
Pubblicità

La questura è potuta risalire all’identità dell’aggressore grazie alle telecamere presenti in zona, alla descrizione fatta da Merlin e ad alcune foto che lo stesso commerciante aveva fatto nei giorni precedenti allo straniero.

Da segnalare ancora una volta come lo spacciatore pregiudicato fosse ospitato all’interno del «punto d’incontro», luogo che dovrebbe servire per aiutare chi veramente ne ha bisogno e non chi spaccia per le strade guadagnando anche 5 mila euro al mese.

L’episodio era salito alla ribalta delle cronache sollevando parecchie proteste da parte dei commercianti che ormai non si sentono più tutelati e che sono costretti a vivere ormai in trincea ogni giorni rischiando la propria incolumità e quella della loro aziende a causa di queste orde di criminali che girano a Trento.

«Sono molto felice che il mio aggressore sia stato arrestato – dichiara Merlin dopo aver saputo dell’arresto del nord africano – e di questo devo ringraziare molto gli uomini della squadra mobile che hanno lavorato con forte motivazione e professionalità. Ringrazio anche i militanti della Lega nord per la solidarietà dimostrata dopo la mia aggressione e la loro presenza sul territorio che per noi commercianti è ormai indispensabile»

La lega dopo il brutto episodio aveva anche organizzato una conferenza stampa a sostegno di tutti i commercianti di via Travai da anni nel mirino di spacciatori e criminali.

Come si ricorda il nord africano appena uscito dal punto d’incontro, senza proferire parola, si era scagliato contro il povero commerciante colpendolo con un pugno e mandandolo rovinosamente per terra.

Il negoziante ormai stremato ed esasperato dal continuo vai a vieni da parte degli spacciatori, aveva ripreso lo straniero appena uscito dal punto d’incontro, mentre passava la droga ad un cliente dicendogli di andare via da quella zona.

Nella caduta il commerciante aveva battuto la testa e per il colpo ricevuto aveva cominciato a perdere sangue dal labbro.

L’uomo aveva riportato delle ferite anche sulla parte destra del viso e sul collo.

“Questo ennesimo arresto conferma sempre di più, commenta il capo della Squadra Mobile di Trento Salvatore Ascione, quanto sia importante il rapporto ed il senso di fiducia tra la cittadinanza e la Polizia di Stato. Le segnalazioni e le denunce, come ribadito dal Questore Garramone, sono i segnali più significativi della nostra azione e rappresentano quel collante tra l’azione della Polizia di Stato e il senso di sicurezza della collettività”.

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza