Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

A Bolognano il giornalismo on line torna nelle scuole

Pubblicato

-

nella foto la dottoressa Alessandra Corrente a lezioni con gli alunni

E’ passato un anno dal primo incontro: la prima volta che le porte di una scuola trentina si sono aperte ad una giornalista.

Alessandra Corrente, giornalista pubblicista, nostra collaboratrice, è stata nuovamente accolta da altri insegnanti e studenti della nostra regione.

Grazie al progetto ‘Giornalismo delle scuole’ promosso dall’Associazione Grande Quercia, di cui la dottoressa Corrente è la Referente dell’Ufficio stampa, anche l’Istituto Comprensivo di Arco ha potuto incontrarla.

Pubblicità
Pubblicità

Due le classi coinvolte: la classe 5B e la classe 5A della scuola primaria di Bolognano.

“Anche questa volta le parole che leggerete sono quelle scritte dai ragazzi, che ringrazio davvero di cuore per tutto quello che mi hanno donato” afferma Alessandra Corrente. “Quando entro nelle classi vedo negli occhi dei bambini la meraviglia di incontrare chi fa questo mestiere, la curiosità di conoscere cosa si celi dietro parole e articoli. In realtà poi, lasciata dietro di me la porta della scuola, sono io quella che torna a casa ancora più arricchita. Ogni incontro è sempre uno scambio in cui si dà e si riceve. Io ho ricevuto davvero tanto da questi bambini. Grazie piccoli giornalisti in cerca della verità”.

Nella classe 5B, con il supporto dell’insegnante Lara Piantoni, i bambini hanno formato 5 gruppi e ognuno ha dato alla luce un articolo diverso: lo stesso fatto, lo stesso incontro ma 5 risultati diversi.

Pubblicità
Pubblicità

Sotto i 5 articoli scritti dagli alunni delle classi

Pubblicità
Pubblicità

LA GIORNALISTA IN CLASSE – La giornalista, Alessandra Corrente, è venuta in classe a spiegarci il suo lavoro

Intorno alle 10.15 è venuta in classe una giornalista di nome Alessandra Corrente che ci ha spiegato il difficile mestiere della giornalista.

Essa ha i capelli castano chiari a caschetto, la pelle chiara, gli occhi marroni e gli occhiali bordò. Lei è molto alta e indossava dei pantaloni rosso mattone e una camicetta bianca.

Ci ha parlato di una ragazzina che sul comodino non aveva né cellulari, né computer. Questa ragazzina leggeva e scriveva molto.

Poi abbiamo scoperto che era lei: Alessandra, la giornalista venuta in classe. Ci ha colpito l’importanza di dire la verità in un articolo, bisogna essere coraggiosi e dirla, anche se c’è qualcuno che è contro.

Lei ci ha detto che ogni parola ha il suo significato e quindi è una perla preziosa. Poi ci ha parlato di alcune persone che hanno avuto il coraggio di manifestarsi. Ci ha detto che dobbiamo confrontare diverse fonti per sapere la verità del fatto. Poi per farci capire, ci ha fatto questo esempio: ha chiesto a una nostra compagna di descriverla; quando ha finito la descrizione, la giornalista ha chiesto ad altri due compagni di fare la stessa cosa, anche se le informazioni erano riferite alla stessa persona, c’era chi diceva cose in più e chi in meno o leggermente sbagliate.

Ci sono poi anche dei giornalisti che scrivono delle “fake news”, cioè notizie false oppure si schierano da una parte, anziché dall’altra, scrivendo così le cose sbagliate, fatte dal loro “favorito”.

Alla fine abbiamo scoperto nuove parole e cose molto brutte, di cui non sapevamo l’esistenza.E’ stato un momento unico incontrare una vera giornalista.

CATERINA, DAVIDE, ISABEL TOMMASO

UNA GIORNALISTA IN CLASSE -La giornalista Alessandra Corrente spiega alla classe 5 B di Bolognano la sua esperienza da giornalista.

“ Le parole devono essere espresse al momento opportuno”, iniziò così la giornalista; poi proseguì dicendo che le parole usate in modo scorretto possono ferire più di una lama, ma usandole in modo corretto possono essere dolci come il miele e,a volte, anche il silenzio è una parola, con un enorme significato.

Poi, fece un esempio da più punti di vista: chiese a tre bambini di descriverla, ognuno la descrisse diversamente seguendo, naturalmente, la proprio opinione e il proprio modo di vedere.

“Alcune volte, soprattutto in certi ambiti, dire la verità porta alla morte ”, disse Alessandra, infatti alcune persone importanti sono morte per fermare illeciti. Inoltre purtroppo esistono le “fake news”, cioè le notizie false. Con questo modo di informare, la gente viene manipolata.

Ad un certo punto, la giornalista raccontò alcuni aneddoti, ecco uno di questi: un giorno, un ragazzo dichiarò pubblicamente che suo padreera un boss mafioso, disse che volevabene a suo padre,perché appunto era suo padre,ma non era d’accordo con il suo modo di vivere;così facendo stimolò tutte le altre persone a denunciare le persone mafiose.

In quel momento, in quell’istante, il 20 maggio del 2019, alle 11.25, una terribile verità si aprì nel cuore di ogni bambino presente alla lezione “Giornalismo nelle scuole”.

GABRIEL, RAFFAEL, SERENA, VERONICA

ALESSANDRA CORRENTE: UN’ONDATA DI INFORMAZIONI – Quattro ragazzi della 5B di Bolognano ispirati da una giornalista: Alessandra Corrente, una bambina che amava leggere e scrivere dando una grande importanza alle parole, perché le parole feriscono e fanno gioire una persona ma, a volte, è meglio tacere.

“Non farti manipolare dal web, cerca e ascolta più pareri”, così disse la giornalista.

Alcuni giornalisti creano false notizie, cioè le “fake news”.

Un buon giornalista dovrebbe dare sempre informazioni seguendo la verità oggettiva.

“Non bisogna aver paura di dire quello che pensiamo, prendete esempio da Falcone, Borsellino e Daphne Caruana”, così esortò Alessandra. Queste persone sono morte perché hanno detto la verità; in particolare, ci ha colpito la storia di Daphne, la giornalista maltese che stava tornando dal lavoro e non vedeva l’ora di riabbracciare i suoi figli, quando, a un certo punto, esplose la sua macchina e lei morì.

Poi descrisse un altro aneddoto: il figlio di un boss mafioso disse: “Io a mio padre vorrò sempre bene, però prendo distanza da lui per non prendere il suo esempio, è un consiglio che dò ai figli degli altri boss mafiosi.”

Ci sono, inoltre, molte fonti che ingannandoti ti possono spingere a spendere soldi inutilmente dandoti anche idee sbagliate, una di queste è la pubblicità. Le emozioni in questa giornata sono state tante e una di queste è stato lo stupore di capire che cosa sta succedendo in questo MONDO.

EMMA, INDIA, FEDERICA, NICOLA

NOTIZIA E VERITA’: le notizie devono essere vere. La giornalista Alessandra Corrente ci racconta, ci spiega e ci insegna il lavoro del giornalista. Lunedì 20 maggio, è venuta in classe la giornalista: ci ha letto un articolo per capire come si fa a scriverlo e a leggerlo.

Ci ha detto delle cose stimolanti, altre belle e altre ancora brutte.

Ci ha raccontato che alcuni giornalisti hanno perso la vita perché hanno cercato di trovare la verità di un fatto accaduto.

La giornalista ha anche raccontato una breve storia: c’era una volta una bambina, che sul suo comodino non aveva oggetti elettronici, ma una torre di libri.

Era una bambina che stava chiusa nella sua stanza a leggere e a scrivere perché era quello che amava fare di più, alla fine, ci ha detto che era lei.

Ci ha colpito sapere che a volte scrivere la verità su un giornale può essere pericoloso.

IWEN MARTINA RICCARDO SARA

GIORNALISMO E SINCERITA’ – Quello che c’è dietro al giornalismo. Oggi, 20 maggio 2019, nella nostra classe è venuta una giornalista di nome Alessandra Corrente per parlarci del suo lavoro: il giornalismo.

Ha iniziato col raccontare un pezzo del suo passato, dicendo che quando era piccola, circa alla nostra età, ha iniziato ad amare la lettura e la scrittura.

Alessandra ci ha invitato a scrivere e a leggere maggiormente, così il nostro lessico diventerà sempre più sviluppato.

La giornalista, poi, ha iniziato a spiegarci che un articolo può contenere fatti falsi, in questo caso si possono chiamare “fake news”; per credere a ciò che scrivono sul giornale bisogna approfondire l’argomento, andando a verificare su altri giornali e confrontare i vari articoli, solo così si capirà se il fatto realmente accaduto è avvenuto in un modo o nell’altro, o in un altro ancora.

Gli argomenti che ci ha descritto sono vari, ma quello che ci ha colpito di più è stato quello del ragazzo che aveva come papà un boss mafioso.

Un giorno il ragazzo disse : “ Io amo con tutto il mio cuore mio padre, ma lui è un mafioso e quindi mi dissocio da lui.”

Poi,aggiunse che ai suoi tempi non esistevano oggetti elettronici con cui passare il tempo, c’erano solo i libri, quindi , spesso , leggere era l’unica cosa che rimaneva da fare, ora è una donna che lavora con le parole.

ALESSIA CHIARA EDISON

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza