Connect with us
Pubblicità

Trento

L’autolesionismo della sinistra: oggi i sindacati in piazza per protestare contro i tagli per l’accoglienza.

Pubblicato

-

La sinistra trentina fa quasi compassione quando continua ad intestardirsi su quei temi che l’hanno portata al tracollo elettorale.

Il suo comportamento è un chiaro segno di autolesionismo e un segnale anche per chi continua a mettersi contro i cittadini in nome della difesa dei diritti civili non meglio individuati, che alla fine penalizzano però solo gli italiani ed i Trentini.

Il tam tam della sinistra per il risultato elettorale delle europee serve solo a mascherare l’ennesima emorragia di voti.

Pubblicità
Pubblicità

Infatti rispetto alle politiche del 4 di marzo del 2018 il PD ha perso sul suolo nazionale circa 250 mila voti.

Ma per loro sembra una vittoria. Contenti loro.

Uno dei motivi del nuovo flop elettorale è stato quello dell’esasperata accoglienza di tutto e di più con annesse attività economiche di lucro per pochi e a tutto danno degli italiani.

Pubblicità
Pubblicità

E’ stata questa una delle leve con le quali la Lega ha rotto quell’idillio pluriennale che gli italiani avevano con la sinistra.

Oggi hanno perso quasi tutto.

Comuni e provincie diventate sempre più verdi a conferma di come si sia innescata una reazione a catena sempre più a favore della Lega e sempre meno a favore della sinistra.

E la sinistra allora che fa?

Invece di cambiare rotta cercando di recuperare elettoralmente chi l’ha abbandonata, insiste convinta di essere nel giusto e che ha sbagliare, come sempre, siano gli altri.

La grande idea per le elezioni europee?

Portare ventimila migranti residenti in Puglia per un voto simbolico in 5 seggi a Bari e 2 a Lecce. Chi ha pagato?

Si spera le casse esangui del PD e allegra brigata.

Ovviamente un altro schiaffo a tutti quegli italiani che in Puglia e come in quasi tutto il Meridione, avrebbero bisogno di un aiuto perché realmente in difficoltà.

E a Trento?

Cosa fa la sinistra dopo anche i giornali da sempre schierati al suo servizio, hanno dovuto riconoscere il successo della Lega e quindi del suo programma elettorale?

Alle 10 di questa mattina tutti in Piazza Dante per chiedere l’avvio del tavolo della ricollocazione di quegli operatori dell’accoglienza rimasti senza lavoro.

La causa?

Ovviamente la cattiveria di Fugatti e della giunta di centro destra che hanno tagliato i fondi per finanziare cooperative costituite ad arte per lucrare col business dell’accoglienza e per dare lavoro agli amici degli amici. Altro che volontariato.

E già un tavolo promesso e mai partito.

Poi che quasi tutto si sia fermato per un mese per via della campagna elettorale; che solo sabato 32 famiglie di dipendenti del Mercatone Uno siano rimasti senza lavoro, nulla importa ai sindacati e la sinistra trentina: per li sindacati ci sono i disoccupati di serie A e di serie B e quelli del comparto dell’accoglienza sono di serie A+++.

Per i sindacati a contare non è tanto l’aspetto umanitario dell’accoglienza, ma tutti quei progetti ad essa collegati che aveva portato nelle casse di poche realtà, un fiume di euro incontrollato. Come per esempio il business delle consulenze dei professionisti o degli avvocati pronti per i ricorsi, pagati dai cittadini italiani, in caso di diniego dello status di profugo. 

Ai sindacati non interessa nemmeno che proprio la loro protesta dimostri come si fosse creato un indotto che si basava unicamente sui contributi provinciali.

Finanziamenti che poi si trasformavano in voti per il centro sinistra.

Si è sempre detto che si doveva fare fronte ad un’emergenza temporanea ed allora perché sono stati fatti contratti a tempo indeterminato e non a termine, come per tanti altri lavoratori.

E se erano a termine è per definizione stessa che sono destinati a finire ed allora, se è successo che problema c’è?

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce il primo superstore senza casse: Amazon conquista con l’innovazione
    All’interno dell’immensa panoramica della distribuzione organizzata, mette piede con estrema originalità il colosso Amazon che, potenziando ulteriormente la sua offerta apre il primo negozio senza cassa. Dall’idea senza dubbio originale e molto innovativa nasce un Fresh store in cui i clienti possono fare comodamente la spesa e uscire direttamente dalla corsia dedicata: “ senza pagare”. […]
  • Valentino dice addio alle pellicce e corre alla ricerca di nuovi materiali
    Mentre a Parigi sfila l’alta moda,  la maison di Valentino si esibisce virtualmente a Roma a Galleria Colonna. Il contrasto tra sontuosità del luogo ed il minimalismo della collezione è netto e per la prima volta uomo e donna sfilano insieme, una moda che non ha bisogno di definizione. Una sfilata che racconta la celebrazione […]
  • Il futuro del mercato immobiliare passa dalla casa in legno: un’abitazione con molti vantaggi
    Il futuro del mercato immobiliare potrebbe spostarsi dal mattone ad un materiale tanto semplice quanto resistente e sostenibile, come il legno. In particolare, il legno è il materiale per eccellenza alleato della sostenibilità ambientale perché aiuta a raggiungere al meglio l’autosufficienza energetica, permettendo di ridurre gli sprechi. Infatti, grazie alla sua elevata capacità di isolare […]
  • Hotel Chalet Mirabell: lo spirito di Merano!
    Nell’esclusivo Hotel a 5 stelle Chalet Mirabell ad Avelengo vicino Merano è possibile trascorrere le giornate più belle dell’anno tra lusso e naturalezza alpina, ampi spazi aperti e natura incontaminata. “Qualche anno fa la nostra passione ci ha portati a trasformare il nostro residence alpino da 16 camere nell’hotel 5 stelle Mirabell in Alto Adige. Abbiamo […]

Categorie

di tendenza