Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Elezioni Europee: le mistificazioni di Fratelli d’Italia in Trentino

Pubblicato

-

Egregio Direttore,

chiedo ancora ospitalità, con richiesta di pubblicazione in cronaca, per porre all’attenzione di chi legge queste righe alcune considerazioni relative ai risultati di FdI in Provincia.

Lunedì, in una conferenza stampa tenuta in pompa magna e riportata dalla stampa locale, il sen De Bertoldi (foto) annunciava trionfalmente la triplicazione dei voti di FdI ed il buon risultato di Francesca Gerosa pronta per candidare a Sindaco di Trento; mi fa piacere che Francesca candidi a questa prestigiosa carica, è senz’altro una scelta più consona della corsa fatta per la Europee.

Pubblicità
Pubblicità

Io, però, sono un tecnico e come tutti i tecnici mi baso sui numeri e sui dati che questi generano.

Numeri e dati raccontano una realtà diversa di quella raccontata ieri da De Bertoldi e vanno letti per quelli che sono, non sbandierati a caso, e soprattutto non mistificati, come sembra essere successo in questo caso.

Fratelli d’Italia ha ottenuto, nella votazione di Domenica, 12.729 voti pari al 5,05% rispetto al totale dei votanti.

Pubblicità
Pubblicità

Già la percentuale è inferiore al dato nazionale che vanta un ben più cospicuo 6.46%, inoltre c’è da considerare che in quest’occasione FdI godeva dell’appoggio palese di due liste civiche (Agire per il Trentino e Civica Trentina) le quali, alle ultime elezioni regionali hanno ottenuto rispettivamente il 2.14% ed il 4.62% dei consensi rispetto al misero 1.44% ottenuto, nell’occasione, da Fdi.

Mi sembra arrogante pretendere che tutti i voti di queste due realtà locali possano essere attribuiti a FdI, alla prossima tornata elettorale locale torneranno nel loro alveo naturale riducendo, e non di poco, il già non esaltante risultato di FdI nel nostro territorio.

Anche per quanto riguarda le preferenze non capisco tanta euforia, nel 2014 Manfred de Eccher, con una percentuale di lista dell’ 1,8%, otteneva 1600 preferenze, in pratica 1 preferenza ogni 4.7 voti ottenuti dalla lista, oggi Francesca Gerosa, in Trentino, ha raccolto 1380 preferenze, praticamente 1 preferenza ogni 9.2 voti di lista, vale a dire un risultato che vale poco più della metà di quello spuntato da De Eccher nel 2014.

Ora, alla luce dei dati e dei numeri suesposti, davvero, non capisco cosa ci sia da gioire.

Poi ognuno la veda come vuole: per me è stato un flop clamoroso se altri hanno visto risultati strabilianti non so che dire ma, sicuramente sono smentiti dai fatti, obiettivi, che i numeri nudi e crudi ci raccontano.

Grazie per l’ospitalità.

Guerrino Soini – Ex Dirigente del Circolo di Rovereto di FdI – Ex Responsabile Provinciale del Dipartimento Famiglia di FdI

«Io la penso così» – la rubrica dedicata ai lettori – (invia a redazione@lavocedeltrentino.it)

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza