Connect with us
Pubblicità

Trento

Discarica Sardagna: i pericoli di una riqualificazione che durerebbe 15 anni

Pubblicato

-

Ci sono discariche necessarie e discariche inutili: quella di Sardagna appartiene al secondo gruppo.

Si perché nell’abito del progetto di riqualificazione del quale si discute per il Bondone; di fronte ad un paese di montagna, ma che fa parte integrante della città che sta facendo di tutto per ritrovarsi come Sardagna; in un momento nel quale il Trentino si sta promuovendo per le sue montagne e la conseguente qualità ambientale e della vita, non si può dare il via ad un cantiere che durerebbe al minimo 15 anni.

Se non fosse un progetto ormai prossimo alla realizzazione, farebbe quasi ridere e invece allo stato attuale, fa paura.

Pubblicità
Pubblicità

A sud dell’abitato di Sardagna c’è l’ex cava dell’Italcementi dove gli scavi hanno causato un movimento franoso non di sassi, ma di scivolamento del terreno.

La frana è alla base della necessità di livellare il terreno, ingabbiarlo ed a lavori conclusi, chiuderlo con una sorta di coperchio restituendolo alla comunità, riqualificato.

Il progetto? Riattivare la vecchia teleferica che da Maso Visintainer porterà in quota i rifiuti urbani e speciali non pericolosi che saranno conferiti nell’area del maso.

Pubblicità
Pubblicità

Dovendo essere “caratterizzati”, cioè giudicati idonei al loro deposito, verranno stoccati praticamente in città in attesa del trasferimento.

Una volta a dimora, pur con tutti gli accorgimenti illustrati in occasione dell’incontro pubblico che si è svolto a Sardagna lunedì sera, due i rischi.

Il primo è che il vento che in quell’area è praticamente costante, sollevi le polveri portandole a Trento secondo il suo naturale percorso ovest – est.

Il secondo che trovandosi a contatto con una falda, ci possa essere un rischio inquinamento.

Da notare come le analisi abbiano certificato che gli attuali tassi d’inquinamento dell’acqua sono nella norma, ma questo non vuol dire che sia acqua limpida di sorgente.

Considerando poi che di inerti ce ne saranno a disposizione una minima parte, o a primeggiare saranno i rifiuti urbani, oppure altre tipologie di rifiuti non pericolosi come secondo l’avvocato Giuliano che rappresenta un gruppo di residenti, potrebbero le scorie nere di acciaieria.

Sativa e Nuova Ecologia hanno già un accordo col Comune che prevede che a fine lavori, 27 mila metri quadrati saranno restituiti al Comune.

E quando i cittadini hanno chiesto il conferimento di materiali più pregiati e meno rischiosi?

La risposta è stata che oltre a trovare qualcuno che li paghi, allora sarebbero i camion a trasportarli in discarica, attraversando il paese per 15 anni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Alfio Ghezzi: al Mart il perfetto connubio tra territorio, tradizione e semplicità
    Gli anni dell’infanzia, si sa, sono quelli che più segnano la nostra personalità nell’età adulta, e così dopo le esperienze nei più blasonati alberghi italiani e gli anni trascorsi con i maestri Gualtiero Marchesi e Andrea Berton, Alfio Ghezzi mai avrebbe immaginato che il Mart, nel suo Trentino, sarebbe diventato così importante per lui. Si […]
  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]

Categorie

di tendenza