Connect with us
Pubblicità

Trento

Emilio Giuliana critico con Fratelli d’Italia: «Felice solo per l’elezione di Sergio Berlato»

Pubblicato

-

Il partito di Giorgia Meloni aumenta i consensi ed entra nel parlamento Europeo.

In Trentino Fratelli d’Italia prende un piccolo respiro, dopo anni di terribili batoste, sconfitte, e sofferenze, dove si è temuto anche per la sua estinzione.

Elezioni europee che hanno visto l’ottima prova di Francesca Gerosa, alla sua prima esperienza con il partito della Meloni, e che hanno portato all’elezione nella circoscrizione del nord est del «campione» dei cacciatori Sergio Berlato, vicentino e il primo dei non eletti nella lista di Fratelli d’Italia ma a cui la leader Giorgia Meloni gli lascerà certamente il seggio.

Pubblicità
Pubblicità

Nel Nord-Est sono 19.448 le preferenze di Sergio Berlato, che ha bruciato una delle fuoriuscite di Forza Italia, la padovana Elisabetta Gardini ferma a 14.640 voti.

In Trentino Sergio Berlato è stato sostenuto da Emilio Giuliana,  politico tenace, caparbio, e a volte scomodo.

Giuliana si contraddistingue per la coerenza e per aver combattuto battaglie controverse,  uno di quelli insomma che divide a 360°, ma di certo un uomo che è rimasto da sempre fedele alla vecchia Destra sociale in Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

Studioso di geo politica da moltissimi anni, aveva predetto in parte, alla fine del secolo scorso, quel che sarebbe stata la nostra società a causa della globalizzazione.

E proprio dopo la vittoria di Sergio Berlato siamo andati a trovarlo ponendogli alcune domande alle quali ha risposto come sempre senza peli sulla lingua. 

Signor Giuliana in occasione delle elezioni europee lei con l’associazione che rappresenta localmente -Progetto Nazionale- avete sostenuto il partito Fratelli d’Italia?

«Non sono legato a nessun partito politico, anche se Fratelli d’Italia è tra quei partiti che idealmente più rappresenta le mie, le nostre istanze politiche e idee, ma in questo caso abbiamo sostenuto Fratelli d’Italia perché hanno candidato degli amici, nello specifico Berlato, Mariotti, Stella».

In Trentino il vostro contributo si è rivelato importante per il successo di Berlato, però le indicazioni al voto dei rappresentanti locali di Fratelli d’Italia erano diverse rispetto alle vostre, perché?

«Siamo soddisfatti per aver contribuito al successo di Berlato; per l’ennesima disfatta altrui non ho nulla da dire, mi sento di poter esternare una costatazione, ci sono uomini che vivono per la politica, per vocazione, altri che vivono grazie alla politica per interesse personale».

Con la vittoria di Berlato e la performance sottotono dei candidati locali di Fratelli d’Italia, crede che nel partito ci saranno dei cambiamenti?

«Ribadisco che non faccio parte di Fratelli d’Italia, dunque non mi occupo e non mi interesso di cose altrui e soprattutto non mi toccano e riguardano».

Tra lei e i rappresentanti locali di Fratelli d’Italia, si potrà mai ipotizzare un percorso comune?

«Potrò risultare arrogante, presuntuoso, ma credo convintamente che tra aristocratici e plebei vi sia una profonda diversità spirituale, e visto che abbraccio ogni sfumatura della visione del mondo tradizionale, l’idea verticale sociale e spirituale non la baratto con il nulla orizzontale sociale materialista, eventualmente il presupposto necessariamente non può prescindere così come bene ha spiegato qualche migliaio di anni fa -ma eternamente attuale- Menenio Agrippa».

Tra poco un anno si rinnoverà il consiglio comunale di Trento, cosa farà?

«Trento necessita di politica con la P maiuscola, di conseguenza di politici all’altezza».

Dunque?

«Troppi improvvisati con manie di protagonismo, oltre ad una buona dose di cinismo economico – la politica come fonte di guadagno-!»

Dunque?

«Sono nelle mani di Dio, questo basta».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza