Connect with us
Pubblicità

Trento

A Pinzolo la nuova mostra del Parco Adamello Brenta “Montagne Verdi”

Pubblicato

-

E’ stata inaugurata l’altro giorno la nuova esposizione del Parco Naturale Adamello Brenta “Montagne Verdi” che rimarrà allestita al Pala dolomiti di Pinzolo fino al 20 agosto 2019. Rivolta soprattutto ai locali, la mostra si addentra con un percorso espositivo nell’ambiente dell’area protetta più estesa del Trentino raccontante le peculiarità con approfondimenti scientifici.

Rimarrà visitabile fino al 20 agosto al Pala dolomiti di Pinzolo la nuova esposizione del Parco Naturale Adamello Brenta “Montagne Verdi – la natura in mostra” che è stata inaugurata ieri.

Curata da Roberta Bonazza, la mostra apre in anticipo il Festival culturale Mistero dei Monti, di cui farà parte, ed è, infatti, sostenuta dall’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena e dai Comuni di Pinzolo e di Tre Ville, rappresentati da Michele Cereghini, sindaco di Pinzolo, e da Cecilia Maffei, vicepresidente dell’Apt.

PubblicitàPubblicità

La grande sala al piano terra del Paladolomiti è allestita come un percorso espositivo che vuole raccontare le peculiarità dell’area protetta rivolgendosi ai turisti ma, ancor di più, ai locali.

“Questo nuovo progetto – ha spiegato il Presidente del Parco Joseph Masè – si incanala nel filone della conoscenza su cui il Parco sta investendo come per la ricerca e la divulgazione scientifica. Con la convinzione che solo attraverso la conoscenza si possa davvero apprezzare il contesto naturalistico in cui viviamo, apriamo questa mostra a tutti coloro che vorranno intraprendere un percorso di piacevole approfondimento.”

Romano Stanchina, ad una delle sue prime uscite pubbliche da neo dirigente del Servizio sviluppo sostenibile e aree protette della Provincia autonoma di Trento, dopo due decenni al Servizio turismo, ha annunciato uno dei principi fissati dalla giunta provinciale:

Pubblicità
Pubblicità

“L’idea condivisa con l’Assessore all’ambiente Mario Tonina è proprio che le aree protette siano un importante strumento di sviluppo sostenibile per le comunità residenti. Comunicare e informare sono azioni fondamentali per farsi accettare e questa mostra assume grande importanza proprio per questo.”

“La cultura deve offrirsi!” secondo la curatrice Roberta Bonazza che ha concepito questa mostra “senza imporsi, volendo invece proporre in modo morbido una lettura degli elementi che caratterizzano la montagna”.

“Quello che vogliamo – prosegue – è solleticare la curiosità e il desiderio dei visitatori di andare a fondo. La natura si compone di elementi che possono continuamente essere sviscerati perché è un mondo misterioso ed è un miracolo evolutivo.”

Montagne Verdi non si limita a esibire la bellezza della natura ma è ricca di spiegazioni scientifiche, fornite dal Parco, dal Muse e dal Museo civico di Rovereto.

E’ ideata come un mosaico di universi, quello minerale, quello vegetale, quello animale e quello umano che sono esposti cercando di ricreare la stessa suggestione e lo stesso stupore che si provano scorgendo in montagna un capriolo oppure una stella alpina ma con in più la possibilità di apprenderne le caratteristiche scientifiche.

I fiori, per esempio, sono posizionati quasi a terra proprio come li troveremmo in natura e per gli animali è stato creato un angolo nascosto perché riuscire a vederli è tutta questione di fortuna.

Attraverso dei cartoncini d’identità si possono conoscere le proprietà dei fiori come in un giardino botanico oppure scoprire le rocce locali e i 61 geositi che hanno permesso al Parco di essere riconosciuto Geopark dall’UNESCO.

Pavimento e pareti indicano l’universo in cui ci si trova mentre pannelli, fotografie e video, con spiegazioni, didascalie e audio, scoprono la dimensione scientifica.

“Noi facciamo parte della natura soprattutto in termini percettivi, di godibilità ma quello che vorremmo ottenere con questa mostra – conclude Bonazza – è che la gente non passi solo a dare un occhio. Vorremmo che si fermasse a lungo e si soffermasse sui particolari. In un momento in cui tutto è superficiale, il mio auspicio è che le persone diventino sempre più viandanti curiosi, desiderosi di andare a fondo perché la sedimentazione culturale ha bisogno di tempo.”.

La mostra sarà aperta il sabato e la domenica dal 1° giugno al 30 giugno e tutti i giorni dal 1° luglio al 20 agosto sempre con orario 10.30-12.30 / 17.00-22.00.

.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]

Categorie

di tendenza