Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Riaperta per la stagione 2019 la Galleria ciclopedonale di Terres

Pubblicato

-

Il 1° maggio scorso è tornata transitabile agli escursionisti la Galleria ciclopedonale di Terres.

Questo passaggio che dalla frazione del Comune di Contà porta in sicurezza in Val di Tovel era chiuso da ottobre 2017. In questo periodo sono stati necessari importanti interventi di manutenzione da parte del Parco Naturale Adamello Brenta.

A causa dei molteplici guasti all’ormai vetusto impianto elettrico, dovuti all’umidità e alle infiltrazioni d’acqua, la Galleria era chiusa da ottobre 2017.

Pubblicità
Pubblicità

A parte qualche vano tentativo, è stato quasi impossibile aprirla nella stagione 2018 ma, dopo un importante lavoro di manutenzione, questo passaggio, che da Terres porta agilmente in Val di Tovel, è tornato a disposizione degli escursionisti.

La Galleria è stata realizzata tra il 2003 e il 2004 come canale irriguo potabile e antincendio ed oggi, con l’interramento del tubo sotto la pavimentazione, ha acquistato un nuovo utilizzo escursionistico, entrando a far parte dei percorsi Dolomiti di Brenta Bike e Dolomiti di Brenta Trek. In virtù di una convenzione tra il Parco Naturale Adamello Brenta e il Comune proprietario, di Terres prima e di Contà oggi, questo passaggio da anni è in gestione al Parco che lo apre stagionalmente dal 1° maggio al 30 ottobre e ne sostiene anche le spese di manutenzione. I lavori sono stati quindi terminati in tempo per permettere l’apertura puntuale della Galleria, per la quale c’era molta attesa, in modo particolare dai bikers che considerano questo percorso un’esperienza da non perdere.

Pressoché pianeggiante, la galleria è lunga 2,4 km e la sua percorrenza è calcolata in un’ora a piedi e in venti minuti in bici. Si imbocca sopra l’abitato di Terres (10 minuti in bici e 30 a piedi) e sbuca circa 800 m prima del Rifugio Capriolo. Dall’uscita si percorre una strada forestale fino al Sentiero delle Segherie e poi si prosegue sulla Strada Provinciale 14 per 6,5 km per raggiungere il Lago di Tovel.

I lavori hanno riguardato soprattutto l’impianto elettrico. Le lampade sono state sostituite con una tipologia a led ad alto isolamento, e sono stati disattivati i sensori di movimento che consentivano l’accensione della luce a tratti di 150 metri solo al passaggio degli utenti. I continui cortocircuiti degli automatismi lasciavano spesso il tunnel completamente buio con tutti i disagi del caso, costringendo a chiusure improvvise della Galleria senza poter dare adeguata comunicazione agli utenti.

Per questa stagione si è deciso quindi di mantenere tutto il tunnel illuminato in modo fisso negli orari di apertura e di rimuovere le postazioni multimediali posizionate lungo il tunnel, inconciliabili con l’umidità del luogo.

Ora la galleria è aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 19.00. Apertura e chiusura dei cancelli ed accensione della luce scattano automaticamente agli orari prefissati. In caso di mancanza di corrente, entrano in funzione le luci di emergenza a batteria mentre l’apertura dei cancelli può essere effettuata manualmente dall’interno con procedura illustrata sulle bacheche presenti alle due entrate.

All’interno la temperatura è costante tutto l’anno a circa 10 °C quindi si consiglia di portare con sé, oltre a pila o frontalino e al caschetto, anche una giacca adeguata.

La galleria rimarrà aperta fino al 30 ottobre 2019. Dopodiché è in programma un intervento di consolidamento dei rivestimenti della volta in alcune parti della galleria.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Una scuola tutta nuova per gli alunni di Denno e Sporminore

Pubblicato

-

Una scuola tutta nuova, luminosa, funzionale. Il luogo ideale dove crescere e imparare. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Ville d’Anaunia: le caserme dei Vigili del Fuoco saranno ammodernate

Pubblicato

-

Le tre caserme dei Vigili del Fuoco volontari di Nanno, Tassullo e Tuenno saranno interessate da lavori di ammodernamento. Il Consiglio comunale ha approvato anche l’assestamento di bilancio, mentre sono state bocciate le due opposizioni alla bonifica del Comitato bosco. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Sequestrati in Val di Non ben 133 kg di funghi porcini

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri il personale forestale e di custodia della stazione di Fondo, coadiuvato dai colleghi della stazione di Rumo e dell’Ufficio distrettuale delle foreste di Cles, hanno provveduto ad un controllo della raccolta dei funghi nei comuni di Castelfondo e Brez.

L’operazione di vigilanza ha portato alla redazione di 28 verbali di contravvenzione per violazioni in materia di raccolta di funghi (quasi tutte per raccolta oltre i limiti consentiti) e di 3 verbali per transito non autorizzato su strade forestali.

Si è proceduto inoltre alla confisca di 133 kg di funghi, quasi tutti porcini. 

PubblicitàPubblicità

I funghi sono stati devoluti in beneficenza presso strutture locali ad eccezione di un limitato quantitativo che è stato distrutto per dubbia commestibilità, a causa del cattivo stato di conservazione.

In virtù del particolare periodo climatico, che ha favorito una copiosa produzione di funghi nel bosco, molti raccoglitori non si sono accontentati dei 2 kg per persona per giorno previsti dalla legge, superando in molti casi il limite consentito.

Eclatante il caso in cui sono stati contestati 29.5 kg a carico di un singolo raccoglitore che aveva provveduto a nascondere i porcini nel vano della ruota di scorta della propria autovettura.

Nei prossimi giorni è prevista un’intensificazione dei controlli sul territorio provinciale.

Si ricorda che la raccolta è consentita solo dalle ore 7 alle ore 19 nel limite tassativo di 2 kg a testa.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza