Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Dolomiti Energia spalle al muro: domani sera deve vincere gara-3 per allungare i quarti di finale con Venezia

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo il doppio successo della Reyer al Taliercio ai bianconeri serve un successo interno per rientrare nella serie ed evitare l’eliminazione dai playoff Scudetto: palla a due alle ore 20.45.

Go Big or Go Home. La post-season dei bianconeri, conquistata dopo un esaltante girone di ritorno fino a raggiungere il sesto posto in classifica, arriva al suo primo momento dentro-o-fuori. Dopo lo “spareggio” di Brindisi che era valso il pass playoff, la Dolomiti Energia Trentino sotto 2-0 nella serie dei quarti di finale contro Venezia è di nuovo spalle al muro, questa volta fra le mura amiche della BLM Group Arena dove domani sera alle 20.45 comincerà gara-3

Nella serie al meglio delle cinque partite per il momento non c’è stata storia: dopo il 67-57 di gara-1, martedì sera al Taliercio la Reyer ha mostrato perché (non a caso) abbia avuto per tutto l’anno la miglior difesa del campionato e ha concesso ai bianconeri la miseria di 51 punti a referto nel 69-51 che ha permesso agli orogranata di difendere il fattore campo.

Pubblicità
Pubblicità

Per la Dolomiti Energia i 51 punti segnati rappresentano un nuovo record negativo in Serie A: il minimo a referto precedente era un 54 datato 10 ottobre 2015, quando 17 punti di Julian Wright non bastarono ad impedire un pesante tonfo interno dei bianconeri contro Pistoia (54-74).

«Ci serve uno sforzo maggiore, una concentrazione maggiore – commenta coach Maurizio Buscaglia poco prima dell’allenamento di squadra alla BLM Group Arena -: in gara-1 e gara-2 non abbiamo fatto una cattiva performance difensiva, per qualità di punti concessi e nella gestione di alcune situazioni che potrebbero metterci in difficoltà, ma dobbiamo trovare il modo di far fruttare quel lavoro anche nella metà campo offensiva. L’enorme sforzo anche mentale della rincorsa ai playoff è normale che si faccia sentire, ma in questo momento dobbiamo metterci tutto alle spalle e dare tutto per allungare la serie e proteggere il nostro parquet».

Le difficoltà dei bianconeri in attacco, palesate in ogni zona del campo ma in particolare nel tiro da due punti, sono peraltro state una costante di tutti i precedenti stagionali fra le due squadre, compreso il match vinto dalla Dolomiti Energia al Taliercio in regular season. In quattro incontri nel 2018-19 i trentini hanno tirato complessivamente 63-184 da dentro l’arco dei 6.75, una percentuale del 34.2% che mette in luce la capacità della squadra veneta di chiudere l’area e non permettere ai bianconeri di trovare punti facili attorno al ferro.

Pubblicità
Pubblicità

Per gara-3 intanto è attesa la BLM Group Arena delle grandi occasioni: già oltre 3.800 i biglietti venduti, con tutti i presenti sulle tribune del palazzetto di via Fersina che riceveranno la speciale t-shirt Playoff realizzata con il contributo del main sponsor del club aquilotto Dolomiti Energia. La #DieHardNation è chiamata a sostenere i bianconeri per creare la magica atmosfera playoff di Trento che ha permesso all’Aquila di spiegare le ali e raggiungere le ultime due Finali Scudetto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza