Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Giardino della Rosa di Ronzone tra i 40 più bei parchi d’Italia dedicati alle rose

Pubblicato

-

C’è anche un pezzetto di Val di Non tra i 40 più bei parchi dedicati alle rose d’Italia. Il Giardino della Rosa di Ronzone – unico in Provincia – è stato infatti inserito dal network “Grandi Giardini Italiani” nell’itinerario “In Nome della Rosa”.

Ogni anno, nei mesi di maggio e giugno, viene promossa attraverso questa iniziativa la visita di giardini selezionati dal circuito come occasione per conoscere o riscoprire importanti collezioni di rose antiche e moderne.

Un viaggio alla scoperta dei più affascinanti roseti d’Italia il cui unico rappresentante trentino, affiancato dai Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano in Alto Adige, è proprio il Giardino della Rosa di Ronzone, che racchiude una ricca collezione dei principali gruppi di rose, in fiore da metà giugno.

Pubblicità
Pubblicità

Immerso fra i prati dell’alta Val di Non, questo giardino regala una vista mozzafiato sul vasto paesaggio e le montagne dell’alta Anaunia fino al parco Adamello Brenta e alla catena delle Maddalene.

Pubblicità
Pubblicità

Francesco Decembrini, ideatore e progettista del Giardino della Rosa, ha spiegato come la sua proposta voglia essere un “modesto esempio e volano per uno sviluppo diverso di questa parte della Valle, che punti sulla qualità e sull’unicità, come la natura meravigliosa e ancora in parte incontaminata di queste terre merita. Non troverete in questo giardino la bellezza, a volte sfacciata, delle rose moderne, non i colori commerciali… ma la delicatezza e i profumi di rose da contemplare una a una: il particolare, il piccolo”.

Al suo interno si può ammirare un’importante collezione di uno dei generi botanici fra i più antichi e amati della storia dei giardini occidentali e orientali, che comprende numerose specie di rose botaniche, prime forme di specie spontanee, accomunate dalla presenza di fiori semplici a cinque petali, dalla vigoria e rusticità, nel corso della storia selezionate e trasformate nelle forme attuali attraverso un instancabile lavoro di selezione e ibridazione.

Pubblicità
Pubblicità

Delle 160 specie botaniche, tutte provenienti dall’emisfero boreale e progenitrici dell’attuale patrimonio di rose, alcune sono state ampiamente coltivate: Rosa chinensis, Rosa gigantea, Rosa multiflora, Rosa moschata, Rosa foetida, Rosa fedschenkoana, Rosa rugosa e Rosa gallica, nativa del centro e sud Europa.

Si possono trovare inoltre Rose bourbon, ibridi di Rosa moschata, Rose muscose, le Centifolia, le antiche Rose del piccolo gruppo Alba e Rose inglesi.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Terzolas sette film per raccontare alle ragazze e ai ragazzi i valori della vita

Pubblicato

-

Sette film per raccontare alle ragazze e ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni i valori della vita. L’associazione “In semplicità Aps” e i frati cappuccini di Terzolas hanno organizzato una rassegna cinematografica che vedrà la proiezione di un film significativo un sabato al mese dalle 18 alle 20 a partire da sabato prossimo, 16 novembre. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Predaia, entro il 30 novembre le domande di contributo da parte di enti e associazioni

Pubblicato

-

Il Comune di Predaia ha reso noto che il 30 novembre 2019 è il termine entro il quale enti e associazioni possono presentare istanza per la concessione di contributi ordinari a sostegno di attività previste nel 2020. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Campodenno sarà più sicuro grazie al marciapiede da quasi un milione di euro

Pubblicato

-

Scendendo verso la nuova piazza di Campodenno, il marciapiede sarà realizzato sul lato destro della strada provinciale 55

Campodenno sarà presto un paese più sicuro, ma anche più bello e funzionale. Sarà infatti realizzato nei prossimi mesi un marciapiede che dalla nuova piazza Santa Barbara sale lungo la strada provinciale 55, ovvero Corso Principale, per raggiungere l’incrocio con la strada provinciale 67 e proseguire verso Lover fino all’intersezione con via San Pancrazio. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza