Connect with us
Pubblicità

Trento

Visite specialistiche: approvato il piano provinciale per contenere i tempi di attesa

Pubblicato

-

Ricette per le visite specialistiche che prevedono, oltre al codice di priorità RAO, anche il quesito diagnostico (che specifica il bisogno di salute) e visite di controllo fissate già durante la visita specialistica in agende specifiche dal medico specialista e non più dal medico di medicina generale.

Sono queste le principali novità del Piano provinciale per il contenimento dei tempi di attesa, che recepisce quello nazionale, approvato venerdì dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia.

Se da un lato l’obiettivo è quello di dare al cittadino la risposta più adeguata ai suoi bisogni di salute con una corretta gestione dei tempi di attesa, ma anche una maggiore appropriatezza degli accertamenti diagnostici, delle visite e degli interventi terapeutici – spiega l’assessore provinciale alla salute -, preme anche evidenziare che il piano nazionale prevede degli adempimenti che, in provincia di Trento, sono già stati attuati.

Pubblicità
Pubblicità

Pensiamo al sistema dei RAO, ovvero dei cosiddetti Raggruppamenti di attesa omogenei che già individuano per le prescrizioni specialistiche il grado di priorità e che, dal Trentino, verrà esteso a tutt’Italia, oppure alla trasparenza di tutte le agende di prenotazione del sistema CUP, o ancora alla cartella clinica del cittadino TreC”.

Entro 60 giorni l’Azienda provinciale per i servizi sanitari dovrà predisporre uno specifico programma per l’attuazione delle direttive e il raggiungimento degli obiettivi previsti.

Priorità e RAO:

Pubblicità
Pubblicità

Nel dettaglio il Piano nazionale prevede un modello di governo clinico basato sulla distinzione tra primo accesso e accessi successivi  e sulla responsabilizzazione dei medici di medicina generale che prescrivono le visite con l’indicazione del quesito clinico e del codice di priorità, ovvero del RAO per visite ed accertamenti in base alla seguente tabella:

U ovvero urgente da eseguire entro 72 ore, B ovvero breve da eseguire entro 10 giorni, D quindi differibile da eseguire entro 30 giorni per visite ed entro 60 giorni per accertamenti diagnostici, P quindi programmato da eseguire entro 120 giorni (dal 2020) ed entro 180 giorni (fino al 2020).

Si tratta di un modello che già esisteva in Provincia autonoma di Trento e sarà operativo con i nuovi codici e limiti di attesa più restrittivi per le classi di priorità D e P rispetto a quanto previsto a livello nazionale:

U ovvero urgente da eseguire entro 72 ore
B ovvero breve da eseguire entro 10 giorni
D ovvero differibile da eseguire entro 30 giorni sia per visite che per accertamenti diagnostici
P ovvero programmato (non prioritario) da eseguire entro 90 giorni.

Inoltre in Trentino è già in corso di progressiva implementazione la prescrizione e la prenotazione delle visite di controllo durante la visita specialistica su Agende specifiche.

Ricoveri:

Altro passaggio del Piano nazionale sono le prestazioni in regime di ricovero, già applicate in Provincia di Trento, si tratta di questa suddivisione:

-classe A entro 30 giorni casi clinici con tendenza ad aggravamento rapido

-classe B entro 60 giorni casi senza tendenza ad aggravamento rapido

-classe C entro 180 giorni poco dolore e senza tendenza ad aggravamento-

-classe D senza attesa minima nessun dolore – casi effettuati comunque entro 12 mesi.

Agende trasparenti:

Il Piano nazionale prevede che il CUP debba gestire in maniera centralizzata tutte le Agende di prenotazione delle strutture pubbliche e private convenzionate, inoltre i sistemi CUP devono prevedere funzionalità atte e intercettare eventuali prenotazioni contemporanee per una stessa ricetta elettronica da parte del medesimo utente, prevedendo appositi sistemi di sbarramento che minimizzino il rischio di prenotazioni multiple, anche di natura opportunistica.

Quindi una gestione trasparente e totale visibilità delle Agende di prenotazione delle strutture pubbliche e private accreditate, nonché quelle dell’attività istituzionale e della libera professione intramuraria, da parte dei sistemi informativi aziendali e regionali. Tutte le Agende di prenotazione devono essere gestite dai sistemi CUP e devono essere suddivise per classi di priorità.

Anche questo modello è già funzionante in Provincia di Trento dove sono attivi anche il CUPONLINE sia, da diversi anni, tramite internet (WEB) sia, più recentemente, tramite APP (telefoni mobili) e tramite TreC (cartella clinica del cittadino).

Tutela:

In allineamento con il Piano nazionale che prevede un percorso di tutela, a garanzia del rispetto dei bisogni di salute, in caso di incrementi anomali della domanda, che prevede l’acquisto di prestazioni extra budget presso strutture private accreditate e l’utilizzo di prestazioni orarie aggiuntive di medici.

Anche il Piano provinciale del Trentino prevede che, in caso di rischio di superamento del tempo massimo di attesa a livello istituzionale, per richieste di prestazioni di primo accesso in classe di priorità U, B, D, sia garantita comunque l’erogazione nel rispetto dei tempi previsti, tramite l’accesso da parte del cittadino al sistema CUP,  che gestisce l’assegnazione ad una struttura privata accreditata  o istituzionale, attraverso l’acquisto e l’erogazione di prestazioni orarie aggiuntive, contrattualmente concordate con i professionisti e sostenute economicamente dall’Azienda sanitaria.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]
  • “Regalati il Molise”:case vacanze gratis per rilanciare turismo e piccoli borghi
    Nell’anno in cui l’emergenza sanitaria ha rotto tutti gli schemi del classico turismo legato alle grandi mete e alle vacanze tradizionali, una delle regioni più piccole d’Italia ha deciso di riaprire i confini del turismo con una particolare iniziativa aperta al mondo: “ Regalati il Molise perché il Molise è un regalo speciale”. L’annuncio arriva […]

Categorie

di tendenza