Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Internazionali Roma: al secondo turno termina il sogno di Jannik Sinner

Pubblicato

-

Il sogno di Jannik Sinner agli Internazionali d’Italia s’infrange al secondo turno posticipato a causa della pioggia.

Un rinvio che ha di certo frenato il prospetto altoatesino che è dovuto scendere in campo in un caotico giovedì nel quale si sono giocate le partite di due giornate di gara.

Poi l’ostacolo Tsitsipas era comunque di quelli praticamente insormontabili, trattandosi del settimo giocatore al mondo.

Pubblicità
Pubblicità

Però quando si hanno diciassette anni si possono affrontare i campioni con la massima sfrontatezza e tranquillità e si corre anche il rischio che i campioni ti possano sottovalutare e quindi non si parte sconfitti in partenza.

Non è andata esattamente così per Sinner – numero 262 del ranking – che domenica aveva battuto in rimonta lo statunitense Steve Johnson, numero 59 Atp, dopo aver salvato un match-point: ha ceduto a Tsitsipas per 6-3, 6-2, dopo in un’ora e 17 minuti, ottava testa di serie, in una sfida tutta Next Gen.

Sinner, seguito da Andrea Volpini del team di Riccardo Piatti, è la rivelazione di questo avvio di stagione in cui ha vinto un challenger (Bergamo) e raggiunto un’altra finale (Ostrava) oltre a due titoli futures (Trento e Pula): Jannik aveva ottenuto una wild card per il main draw attraverso le pre-qualificazioni.

Di certo giocare l’ultima partita domenica e poi fermarsi fino a ieri non è stato un vantaggio, anche la sosta è stata inframezzata dalla soddisfazione dell’allenamento che Sinner ha fatto con Federer.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Pallamano serie A: la cura Fusina funziona, Pressano batte Bressanone

Pubblicato

-

Nella foto il nuovo allenatore del Pressano Alessandro Fusina

La cura Fusina fa subito effetto ed il Pressano vince il derby casalingo giocato col Bressanone, guadagnando due punti fondamentali per la classifica.

Il Bolzano batte Cassano e raggiunge il team brissinese a quota 22, a sei punti dalla capolista (Conversano) ed a quattro dalla seconda (Siena).

In coda inattesa sconfitta del Merano a Gaeta che con questa vittoria raggiunge l’Appiano sconfitto a Siena.

Pubblicità
Pubblicità

Si diceva della convincente prestazione del Pressano che dopo aver subito il 2 a 0 è stato in vantaggio per tutta la partita.

Dopo l’intervallo – punteggio parziale di 15 a 12 – i gialloneri hanno allungato sul 18 a 13, ma a quel punto si sono smarriti.

Tanto che Bressanone è rientrato in gioco sul 18 a 16.

Immediata la reazione del Pressano con un break di 6 a 1 ( 24 a 17) che di fatto chiude la partita.

Pubblicità
Pubblicità

Sabato prossimo sarà trasferta sul campo di Siena: una partita da vincere se si vogliono guadagnare punti per recuperare la zona play off. Mentre sarà scontro diretto tra Bolzano e Bressanone.

RISULTATI. Fondi – Cologne 22 – 21. Siena – Appiano 32 – 27. Bolzano – Cassano 26 – 18. Conversano – Sassari 19 – 18. Fasano – Trieste 29 – 26. Gaeta – Merano 31 – 28. Pressano – Bressanone 30 – 25.

CLASSIFICA: Conversano 28. Siena 26. Bressanone e Bolzano 22. Cassano 21. Sassari 19. Pressano e Fasano 15. Merano 13. Fondi 10. Appiano e Gaeta 8. Trieste 6. Cologne 4.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, Ale Gentile la vince sulla sirena! Sassari espugnata 87-90

Pubblicato

-

La Dolomiti Energia Trentino vince al PalaSerradimigni di Sassari 87-90 e lo fa con la vendetta perfetta, pareggiando i conti con quella tripla della vittoria di Jerrells alla BLM Group Arena nel match di andata grazie ad una pazzesca conclusione di Alessandro Gentile che a fil di sirena ferma la striscia di nove successi consecutivi dei sardi con la tripla della vittoria.

I bianconeri giocano 40′ di energia, determinazione e qualità, trascinati da un fantastico Justin Knox da 23 punti (10-13 al tiro), cinque rimbalzi e tre stoppate: in vantaggio intorno alla doppia cifra di margine per buona parte dell’incontro, gli ospiti vengono raggiunti da una tripla di Michele Vitali che a quattro secondi dalla fine sembra condannare la Dolomiti Energia al supplementare.

Poi il “canestrone” di Gentile ammutolisce i 5000 del PalaSerradmigni e regala ai trentini due punti pesantissimi in trasferta che rilanciano le ambizioni dei ragazzi di coach Nicola Brienza (che ha festeggiato il quarantesimo compleanno nel migliore dei modi) anche in classifica.

Pubblicità
Pubblicità

«Siamo molto contenti, avevamo bisogno di fare una partita importante: l’abbiamo indirizzata bene fin dal primo minuto, mettendo in campo al meglio il nostro piano partita. Sappiamo che Sassari è un’eccellente squadra, siamo stati bravi nel limite del possibile a limitare le loro situazioni di gioco spalle a canestro in post e allo stesso tempo ad essere aggressivi sul loro tiro da tre, visto che sono la migliore squadra del campionato dall’arco. Abbiamo fatto extra sforzo a rimbalzo, alla fine determinante: all’andata loro avevano vinto per quella tripla di Jerrells ma anche perché avevano preso 18 rimbalzi d’attacco, stavolta siamo stati più bravi noi sotto i tabelloni, in difesa e in attacco. Bene così, ora sarà importante mettere stessa attenzione in casa domenica prossima e in settimana nella trasferta di Bologna in EuroCup». – Nicola BRIENZA, Allenatore Dolomiti Energia Trentino

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Coach Brienza: «A Sassari per riprendere a crescere e ripetere le performance che ci hanno permesso di espugnare campi tosti»

Pubblicato

-

La Dolomiti Energia domani sera (ore 20.30) affronta il Banco di Sardegna nel 20° turno di campionato: i sardi hanno vinto le ultime nove partite consecutive in Serie A, i bianconeri vogliono voltare pagina dopo la sconfitta contro Reggio Emilia.

NICOLA BRIENZA (Allenatore DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Sassari è un’eccellente squadra che gioca una bellissima pallacanestro, probabilmente oggi esprimono quella più efficace dell’intero campionato e i risultati lo dimostrano: vanno fatti i complimenti e riconosciuto il lavoro della società e di coach Pozzecco per il percorso che stanno portando avanti, e in cui la virtù principale dei giocatori in campo è la capacità e il piacere che hanno nel passarsi il pallone. Ogni giocatore si sente importante nel suo ruolo, hanno tutti grande fiducia nei propri mezzi. Noi avremo bisogno di uno sforzo extra per giocare una partita da provare a mettere su ritmi e “binari” a noi più congeniali senza dover inseguire Sassari giocando la sua pallacanestro. Ale Gentile? È in ripresa, nelle ultime settimane ha avuto un po’ di acciacchi e di situazioni non gravi ma che non gli hanno permesso di lavorare bene nel quotidiano, non sarà al top ma è della trasferta. Dopo una settimana difficile ci siamo allenati bene in questi due giorni e vogliamo fare una partita importante in trasferta, ripetendo il tipo di performance che quest’anno ci ha permesso di vincere partite toste lontani da casa su campi difficili e contro grandi squadre».

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza