Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Val di Non Live Aid, musica e solidarietà si stringono in un abbraccio

Pubblicato

-

Gli organizzatori dell'evento Val di Non Live Aid

A qualcuno potranno venire i brividi leggendo il titolo della serata: “Val di Non Live Aid”. E la mente corre veloce al 1985 e al più grande evento rock della storia.

Allora l’iniziativa fu organizzata per beneficenza, in un abbraccio tra la musica e la solidarietà. Trentaquattro anni dopo MelaMango, la onlus che si occupa di aiutare i bambini del Kenya a crescere al sicuro e a formarsi, ha preso ispirazione da quel concerto incredibile dando vita al Live Aid della Val di Non, che servirà a sostenere le attività che con passione, impegno e tanto cuore l’associazione continua a portare avanti in Africa.

Val di Non Live Aid, in programma sabato 25 maggio al Centro per lo Sport e il Tempo Libero di Cles, non sarà solo un concerto. E non sarà solo solidarietà. Non sarà nemmeno solo voglia di stare insieme per fare beneficenza. Sarà tutto questo e molto di più: giovani e volontariato, buona cucina e ottima compagnia, emozioni e condivisione di un nobile obiettivo.

PubblicitàPubblicità

Ma sarà anche l’occasione per veder lavorare insieme i due Gruppi Giovani di Ville d’Anaunia – il Gruppo Giovani Tuenno e il Gruppo Giovani 4 Ville, guidati da Gianmarco Valentini e Alessia Odorizzi – uniti nell’organizzazione di una manifestazione così importante e uniti anche nell’intento comune di fare del bene. Perché farlo insieme ha tutto un altro sapore.

La presidente di MelaMango Giuliana Cova ha voluto ringraziare tutti i volontari coinvolti – dai Gruppi Giovani all’amministrazione comunale, dai Nuvola che si occuperanno della cena alla Valium Band, fino ai coordinatori Flavio Valentini e Matteo Lorenzoni – anche da parte di padre Francis Gaciata, che in Kenya gestisce l’orfanotrofio Shalom Home.

Una struttura che accoglie 450 giovani kenioti, garantendo loro formazione e la possibilità di costruirsi un futuro. Un “paradiso all’interno dell’inferno” che un po’ alla volta camminerà con le proprie gambe, grazie anche alla fattoria realizzata in nome di Davide.

Se la nostra associazione è viva è grazie a tanti volontari e sostenitori – ha dichiarato Giuliana Cova in conferenza stampa –. MelaMango è un albero con tanti rami e tante gemme, rappresentate dalle persone che credono nei nostri progetti. Dalla gemma nasce il fiore, e dal fiore nasce il frutto, che è l’impegno dei nostri giovani nel portare avanti l’obiettivo di offrire linfa alle gemme di altri Paesi, lontani ma sempre più vicini”.

Ne sono un esempio i giovani di Ville d’Anaunia, che hanno accolto con entusiasmo la proposta di far parte dell’iniziativa. “Abbiamo accettato con piacere la proposta di creare la festa, un motivo di aggregazione per tutta la valle, occupandoci della sicurezza, del servizio ai tavoli e bar, della promozione social e del dj – ha detto Gianmarco Valentini –. Ha giocato un ruolo importante anche lo scopo benefico dell’evento”.

Venticinque anni dopo il debutto sul palco dell’Arcivescovile, Igor Portolan con la sua Valium Band proporrà un vasto repertorio di musica rock, quasi esclusivamente italiana, dagli anni ‘60 ai giorni nostri.

Per noi che siamo nati nel ‘94 proprio per fare beneficenza – ha spiegato Portolan – è stato automatico e un onore accettare l’invito. La cosa che più ci piace e ci ha dato una motivazione in più è la trasparenza nella solidarietà, vedere dove vanno a finire le somme raccolte e i progetti realizzati. Proponiamo un repertorio molto ampio proprio perché la beneficenza non ha età”.

L’evento, sostenuto anche dalla Cassa Rurale Val di Non, ha avuto il patrocinio del Comune di Ville d’Anaunia.

Sono contento che il filo conduttore sia far conoscere ai giovani come opera MelaMango, un nuovo modo di fare volontariato – ha dichiarato il sindaco Francesco Facinelli –. Mi fa piacere vedere i nostri due Gruppi Giovani sotto il cappello della solidarietà. Chissà che non possa nascere così un appuntamento fisso della primavera nonesa”.

BUONA CUCINA E MUSICA PER TUTTI I GUSTI: ECCO IL PROGRAMMA – La prima edizione dell’evento Val di Non Live Aid si terrà al Centro per lo Sport e il Tempo Libero di Cles sabato 25 maggio a partire dalle 19.30 con la cena tipica trentina.

Con 12 euro sarà possibile deliziare i propri palati con un ricco menù preparato dai Nuvola, che prevede: mortandela fiammata al teroldego e tortel de patate, orzotto con guanciale e fonduta di Casolet, filetto di maiale pancettato al sapore di senape con purea di patate e cavolo cappuccio, dolce. È gradita la prenotazione con un messaggio WhatsApp o una telefonata al numero 346.8152754 o al 346.6311598.

A partire dalle 21.30 e fino a tarda notte è poi in programma il concerto rock della Valium Band, mitico gruppo musicale che negli anni si è fatto conoscere e apprezzare per la sua originalità e la famosa canzone “Io sono della Val di Non”, scritta e interpretata dal leader del gruppo Igor Portolan. A seguire ci sarà musica con dj per tutti i giovani (e non solo) che vogliono divertirsi.

Per tutta la durata dell’evento sarà presente un fornito bar. Sarà richiesta una piccola offerta all’ingresso (offerta consigliata 5 euro) per sostenere l’associazione MelaMango onlus.

Tutto il ricavato dell’evento sarà devoluto all’orfanotrofio in Kenya Shalom Home.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

La settimana prossima la Scuola Musicale C. Eccher apre le porte al pubblico

Pubblicato

-

La sede della Scuola Musicale C. Eccher al Doss di Pez, a Cles

La prossima sarà una settimana di porte aperte per la Scuola Musicale C. Eccher. Lunedì 27 maggio toccherà alle sedi di Denno e Fondo, mentre martedì 28 maggio sarà la volta di Cles e giovedì 30 maggio di Croviana. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Nuova mobilità per la Val di Tovel: nuovi pass e navetta gratis per i residenti

Pubblicato

-

Il Comune di Ville d’Anaunia e il Parco naturale Adamello Brenta hanno dato vita a una nuova convenzione, della durata di due anni, per il servizio di mobilità in Val di Tovel che comprende anche la gestione dei parcheggi nell’area naturalistica e in località ex Russia a Tuenno. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Cles: Carabinieri e studenti insieme in nome della legalità

Pubblicato

-

Alunni delle scuole superiori di Cles e Carabinieri si sono dati appuntamento, ieri, per approfondire i “valori della legalità”.

L’iniziativa – promossa dai dirigenti scolastici del liceo Russell, dell’istituto tecnico Pilati, delle scuole professionali Enaip e UPT, ed alla quale anche l’istituto di istruzione Martini di Mezzolombardo – ha coinvolto in tutto 400 studenti.

La particolare giornata è iniziativa presso l’auditorium del liceo Russell, dove il comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Trento Ten. Col. Cuccurullo ha ricordato, nella ricorrenza della strage di Capaci del 23 maggio 1992, la figura del giudice Falcone sensibilizzando i presenti sugli effetti negativi di “indifferenza”, “complicità”, “compromesso morale”, comportamenti comuni alla gente di malaffare, contro i quali il magistrato si era battuto fermamente auspicando, accanto ad un’azione di repressione, la nascita di movimenti culturali e morali che vedessero come protagonisti proprio le giovani generazioni.

Pubblicità
Pubblicità

I ragazzi hanno poi potuto ascoltare il Mar. OSLER, responsabile del laboratorio analisi sostanze stupefacenti per il Trentino Alto Adige, il quale li ha messi in guardia sulle conseguenze, fisiche e giuridiche, dell’assunzione e dello smercio di sostanze stupefacenti, come anche sugli effetti delle c.d. “nuove droghe”, prodotti sintetici di sempre più elevata tossicità.

Gli studenti hanno trascorso la seconda parte della mattinata presso il centro per lo sport ed il tempo libero di Cles.

Qui hanno potuto conoscere da vicino il lavoro del personale specializzato nel “sopralluogo” (in una stanza è stato inscenato un delitto, così i ragazzi hanno potuto vedere il lavoro di esaltazione e repertamento di impronte e gli effetti del luminol, composto chimico usato per rilevare la presenza di sangue), vedere all’opera il cane anti-esplosivo Faust del Nucleo Cinofili di Laives (l’animale ha individuato un’arma da sparo nascosta all’interno di un bagaglio), conoscere da vicino il lavoro, in patria ed all’esterno, nell’ambito delle missioni di pace, dei carabinieri del 7° Reggimento Trentino Alto Adige in Laives, essere informati sulle competenze del comandante la stazione e del personale dell’Aliquota Radiomobile, chiamato all’attività di c.d. pronto intervento.

Qualcuno ha anche messo in pratica le proprie abilità esaltando, con pennello e polvere, le impronte di qualche compagno di classe o di un insegnante.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza