Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Scoperta officina abusiva a Soraga, denunciati padre e figlio che è un dipendente pubblico

Pubblicato

-

Personale del Distaccamento Polizia Stradale di Predazzo e della Tenenza della Guardia di Finanza di Cavalese, nell’ambito di mirati controlli sul territorio riguardanti l’adempimento alle normative di rispettiva competenza, è intervenuto lo scorso sabato 11 maggio, presso un’autorimessa privata ubicata nel comune di Soraga di Fassa, ove si stava svolgendo un’attività abusiva di riparazione di autovetture, gestita prevalentemente da padre e figlio, l’uno dipendente pubblico e l’altro dipendente di una società privata.

L’operazione svolta dagli operatori della polizia stradale, insospettiti dal transito di un furgone che scaricava pneumatici davanti ad un garage adiacente un edificio di civile abitazione, ha comportato il monitoraggio per diversi giorni dell’attività abusiva, che si svolgeva all’interno di un’autorimessa adiacente un’abitazione privata, documentata anche fotograficamente; contestualmente, la Guardia di Finanza aveva ipotizzato la possibilità che nell’edificio vi fosse un’officina “in nero”, priva della prescritta iscrizione nel registro delle imprese degli esercenti e dei titoli autorizzativi previsti per legge per l’esercizio dell’attività.

Pubblicità
Pubblicità

Le forze dell’ordine hanno pertanto predisposto e coordinato dai due Uffici un intervento congiunto, grazie al quale all’interno dell’autorimessa privata è stata rinvenuta la presenza delle attrezzature tecniche necessarie per le riparazioni di autovetture.

Pubblicità
Pubblicità

Al responsabile dell’attività, non iscritto alla Camera di Commercio così come prescritto dalla Legge nr. 122 del 1992, è stata notificata la violazione dell’articolo 10 della Legge 122 del 5/02/1992, la cui sanzione amministrativa prevede un minimo di  5.164 euro ed un massimo di 15.493 euro nonché la confisca delle attrezzature e delle strumentazioni utilizzate per l’attività illecita.

La polizia stradale di Predazzo procederà inoltre alla contestazione degli illeciti amministrativi nei confronti dei proprietari dei veicoli che si sono avvalsi del lavoro svolto abusivamente dai due soggetti, la cui sanzione prevede da un minimo di  51 euro ad un massimo di 258 euro

Per quanto riguarda l’attività prettamente fiscale derivante dall’esercizio abusivo dell’attività di autoriparazione, la Tenenza della Guardia di Finanza di Cavalese sta procedendo alla ricostruzione dell’attività svolta nel corso degli ultimi anni e del volume d’affari conseguito.

Pubblicità
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

A Cavalese la finale under 13 3×3 sarà siculo-toscana

Pubblicato

-

Alle 11.30 di domenica 26 maggio saranno la Pallavolo Roomy Catania e la Torretta Volley di Livorno a contendersi, allo Stadio del Ghiaccio di Cavalese, il titolo italiano Under 13 3×3.

Inedita questa finalissima per le finali nazionali giovanili, con Catania e Livorno che sono giunti fino all’atto finale dopo aver superato in semifinale, rispettivamente, i campioni in carica del Volley Tonoli Nyfil Montichiari per 2-0 (15-14 e 15-13) e la Colombo Volley Genova per 2-1 (14-15, 15-8, 15-10). Per la Sicilia è un ritorno ad una finale nazionale giovanili dopo tantissimi anni d’assenza.

Pubblicità
Pubblicità

Montichiari e Genova, due piazze che negli ultimi anni si erano già portate a casa lo scudetto Under 13 3×3, si affronteranno così nella finalina per il terzo e quarto posto.

Pubblicità
Pubblicità

In queste due semifinali, alla fine, hanno sorriso i due sestetti più fisici, quelli dotati di qualche centimetro e qualche chilo in più, riuscendo così rispetto a due sestetti molto tecnici a sentire meno la stanchezza dopo due intense giornate di gare.

A queste due semifinali si è giunti dopo dei quarti di finale particolarmente combattuti e tirati.

Quasi riusciva il C9 Arco Riva, piegato solo 2-1 dalla Colombo Genova, ad approdare alle semifinali mentre Modena Volley ha lottato anch’essa fino al 2-1 finale contro Torretta. Con un 2-0 perentorio Montichiari ha fatto suo il derby lombardo contro la Powervolley Milano 2.0 mentre per 2-1 la Roomy Catania ha piegato Falconara. Nella mattinata di domenica, a partire dalle ore 9, via a tutte le finali per delineare la classifica finale.

Detto delle prime quattro posizioni, la sfida per il quinto posto avrà un sapore di SuperLega visto che si affronteranno Modena Volley e Powervolley Milano 2.0.

Mentre settima ed ottava piazza vedranno i padroni di casa della Pallavolo C9 Arco Riva vedersela contro l’Asd Volley Game Falconara Marittima.

Kk Eur Roma contro Scuola Volley Paola assegnerà, invece, la nona e decima piazza mentre l’undicesima e la 12esima saranno in palio nell’incrocio fra i piemontesi dell’Usd San Rocco Novara ed i romagnoli della Consar Ravenna.

In campo alle 9.30 di domenica per la 13esima e 14esima posizione, invece, Sts Bolzano e Invent Volley Team San Donà, mentre Volley Meta e Sieco Service Impavida Ortona si affronteranno per 15esimo e 16esimo posto. Finalina per la 17esima piazza fra Grottazzolina e Revolution Asti, mentre Ischia e Lagonegro si affronteranno per 19esima e 20esima.

In palio il 21esimo posto fra Amis Chiavari e Sir Safety Conad Perugia, mentre New Mater Castellana Grotte e Libertas Pasian Martignacco incroceranno le ginocchiere nel match valevole per il 23esimo posto finale.

Chiuderanno il programma Gada Pescara 3 contro Sarò Volley Olimpia Aosta e Asd Pallavolo Isernia contro i sardi dell’Audax Quartucciu, rispettivamente in campo per la 25esima e la 27esima posizione finale.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Inaugurate a Cavalese le finali nazionali Crai Under 13 3×3: «Un’esperienza da vivere fino in fondo»

Pubblicato

-

Tutti insieme, stanchi ma pronti a darsi sportiva battaglia per il titolo italiano.

Le 28 squadre provenienti da tutte le regioni italiane ieri sera sono giunte a Cavalese, in Val di Fiemme, per il vernissage di inaugurazione delle Finali nazionali Crai Under 13 3×3 maschile.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo una giornata di viaggio i giovanissimi protagonisti di questa finale nazionale giovanile, la prima ospitata dal Trentino in quest’ultimo ventennio, sono saliti sul palco del PalaFiemme per l’atto inaugurale.

Pubblicità
Pubblicità

Accolti dal calore della Val di Fiemme, dall’ospitalità trentina e da una splendida giornata di sole che scalda le Dolomiti.

Un vernissage che ha rotto il proverbiale ghiaccio, in vista dell’inizio delle partite in programma alle ore 9 di venerdì allo Stadio del Ghiaccio di Cavalese per l’occasione trasformata in una grande arena per il volley 3×3 maschile con ben sette campi dove si giocherà venerdì e sabato fino alle ore 19. «Così come voi anche noi siamo una squadra – ha detto dal palco Massimo Dalfovo, presidente del Comitato regionale trentino della Fipav – e per l’organizzazione di questa finale nazionale giovanile è stato importantissimo il lavoro di squadra da parte di tutti. Dal Comitato ai volontari, dai tecnici agli amministratori locali, per creare un evento che voi possiate ricordare a lungo. Il nostro sport, il volley, è l’unico nel quale è obbligatorio passare la palla al compagno ed il concetto di squadra trova così il suo massimo significato».

Una alla volta i terzetti provenienti da tutte le regioni italiane sono salite sul palco del PalaFiemme, raccontando la propria voglia di vivere queste finali nazionali al massimo.

Sia dal punto di vista sportivo sia, soprattutto, dal punto di vista umano. «State vivendo un bel momento, godetevelo – ha aggiunto Franco Bertoli, l’ex “Mano di Pietra” della Panini Modena ospite speciale di questa inaugurazione – questo sport è portatore di valori importanti. Potendo vivere tre giorni in questo posto magnifico, pensate soprattutto a divertirvi e vivere questi giorni con lo spirito giusto».

Ovvero, provare ovviamente a vincere e conquistare il posto migliore possibile in classifica.

Ma, soprattutto, a vivere questa esperienza con tanta voglia di conoscere tanti coetanei, tanti nuovi amici, mettendo il divertimento anche davanti al risultato finale.

«Ragazzi vedo tanti di voi concentrati e pronti per questa esperienza – ha aggiunto Pino Mazzon, trentino nonché consigliere nazionale della Federazione italiana pallavolo – il mio augurio è di rivedere tutti voi l’anno prossimo alle finali nazionali Under 14, poi a quelle Under 16 e quindi a quelle Under 18». «Complimenti agli organizzatori – ha poi aggiunto Adriano Bilato, vice presidente nazionale della Federvolley – perché solo con un bel lavoro di squadra si può arrivare ad ottenere grandi risultati. Grazie a Crai, title sponsor di tutte le nostre finali giovanili da diversi anni a questa parte. L’augurio che vi faccio è che un giorno tutti voi possiate essere di nuovo protagonisti a Cavalese fra qualche anno, in questa località che è diventata ormai la casa del volley».

Circa 200 fra ragazzi e staff tecnico giunti oggi per queste finali, ai quali aggiungere genitori ed altri accompagnatori.

Che oltre a dar vita ad un appuntamento sportivo di livello nazionale, hanno anche portato tanti giovanissimi alla scoperta della Val di Fiemme, di quest’angolo di Trentino.

«Complimenti a tutti perché portate avanti uno sport che è davvero il più bello del mondo – hanno aggiunto Silvano Welponer, sindaco di Cavalese, e Paolo Gilmozzi assessore comunale allo sport – uno sport che ha in sé tanti valori e tanti sentimenti positivi, perché lo sport sano fa crescere i cittadini di domani».

«La parola più bella che ho sentito questa sera – ha aggiunto Maria Elena Gianmoena dell’Apt della Val di Fiemme – è stata “amicizia”. Bello vedere come voi intendente questa esperienza non solamente come evento agonistico ma anche e soprattutto come buona occasione per fare un’esperienza di vita, per conoscere ragazzi nuovi, per stringere nuove amicizie. Benvenuti in Val di Fiemme, con l’augurio di potervi rivedere anche quando sarete più grandi».

Nella serata di oggi è poi in programma la riunione tecnica, ultimo atto prima del via ufficiale alle gare in programma venerdì 24 maggio alle ore 9 allo Stadio del Ghiaccio di Cavalese.

Si giocherà mattino e sera nelle giornate di venerdì e sabato, prima delle finalissime di domenica che sarà trasmessa in diretta streaming sui canali social e web della Federazione italiana pallavolo.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Giovedì a Cavalese le finali nazionali Crai Under 13 3×3

Pubblicato

-

È tutto pronto in Val di Fiemme per il taglio del nastro.

Per l’apertura, in programma giovedì 23 maggio, a Cavalese delle finali nazionali Crai Under 13 3×3.

Pubblicità
Pubblicità

Allo Stadio del Ghiaccio di Cavalese, per l’occasione trasformata in una splendida arena dedicata alla pallavolo giovanile con l’installazione di sette campi da volley, si terrà la cerimonia di apertura di questa finale nazionale giovanile.

Pubblicità
Pubblicità

La prima, con la moderna formula, ospitata dal Trentino dopo quella Under 14 femminile giocata alle nostre latitudini un ventennio or sono.

I giovani campionissimi del domani stanno già iniziando ad arrivare in Val di Fiemme dove, alle ore 18, di giovedì 23 maggio è in programma al PalaFiemme la presentazione ufficiale delle 28 squadre qualificate per queste finali.

Sul palco del centro congressi di Cavalese, splendidamente ristrutturato per i Mondiali di sci nordico del 2013, sfileranno tutti i sestetti giunti per cercare di conquistare il titolo italiano.

Ospite speciale di questo vernissage, accanto a Massimo Dalfovo presidente del Comitato regionale trentino della Fipav, sarà Franco Bertoli.

L’ex “Mano di Pietra” della mitica Panini Modena e della nazionale italiana sul palco interagirà con i ragazzi e parlerà con loro di queste finali e della sua lunghissima carriera, mentre tutti quanti potranno iniziare a prendere confidenza con Cavalese e la Val di Fiemme.

In una prima giornata trentina che culminerà con la cena, alle ore 20, nei rispettivi alberghi prima della riunione tecnica in programma alle ore 21 al PalaFiemme.

Dalle ore 9 di venerdì il via alle partite, che proseguiranno nelle giornate del 24 e 25 maggio fino alle ore 19.

Domenica 26 maggio sarà la volta delle finali, per arrivare alle 12.30 alla sfida per il titolo italiano che sarà trasmessa in diretta streaming sui canali social e YouTube della Federazione italiana pallavolo.

Durante tutta la tre giorni di evento sarà possibile restare aggiornati sull’andamento del torneo attraverso il sito ufficiale della manifestazione e grazie agli aggiornamenti in tempo reale che saranno pubblicati sulla pagina Facebook, sui canali di YouTube e di Twitter e sul profilo Instagram della Fipav del Trentino

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza