Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Pietramurata: Fabrizio Berlanda trovato morto sul terrazzo di casa

Pubblicato

-

E’ stato trovato a terra, ormai senza vita, sul terrazzo della sua abitazione a Pietramurata il 36enne Fabrizio Berlanda.

Un malore fatale all’origine della morte del geometra, avvenuto poco prima delle 8.30 di ieri, ora del ritrovamento del giovane professionista.

Sul posto l’elitrasporto con il medico di emergenza verricellato per il soccorso, due ambulanze dell’ospedale di Arco e i sanitari della Croce Rossa e i vigili del fuoco di Dro.

Pubblicità
Pubblicità

Nulla da fare per il figlio del conosciuto assessore della DC e poi presidente del consiglio comunale Vittorio Berlanda, un lavoro alla «Meccanica Dallapè» di Pietramurata e un matrimonio felice con la siciliana Gina dalla quale aveva avuto il piccolo Lorenzo, 3 anni.

“Un grande dolore” anche per Vittorio Fravezzi, politicamente a lungo a fianco del padre, che si dice vicino alla famiglia.

Appassionato di sport, la bici in particolare, e di tecnologia, Fabrizio lascia “un vuoto incolmabile in famiglia e per gli amici” e viene ricordato con affetto anche dai vicini di casa.

Pubblicità
Pubblicità

A quanto ricordano tutti godeva inoltre di buona salute.

Pubblicità
Pubblicità

L’unico intervento eseguito di recente, quello per una calcolosi.

I funerali sono attesi entro un paio di giorni, giovedì al massimo nella chiesa parrocchiale di Pietramurata.

Pubblicità
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

È stato ritrovato nella zona di Dro sano e salvo Dalmazio Scopini

Pubblicato

-

È stato ritrovato nella zona di Dro, l’uomo scomparso stamane che ha tenuto in apprensione molte persone.

L’uomo è stato trasportato all’ospedale di santa Chiara con l’elisoccorso.

A darne notizia è sua nipote Chantal sulla sua pagina social. 

Pubblicità
Pubblicità

Si chiama Dalmazio Scopini ed era scomparso stamane lunedì 23 settembre alle ore 7.50.

Dalmazio è residente a Riva del Garda e sulle sue tracce si erano subito messi i Vigili del fuoco  di Dro – Arco – Drena – Lasino – Cavedine e Calavino insieme al soccorso alpino l’elisoccorso che ha continuato a sorvolare la zona e i carabinieri.

Dalmazio era uso inviare la mattina presto un messaggio di buongiorno a molte persone.

Pubblicità
Pubblicità

Cosa che puntualmente era avvenuta anche stamane e alla quale in molti hanno risposto ma senza più avere notizie dell’uomo.

Pubblicità
Pubblicità

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Migliorano le condizioni di Davide Cattoi. E’ ritornato a parlare e a camminare

Pubblicato

-

Dopo il terribile incidente Davide Cattoi sta lentamente ricominciando a camminare.

E’ ancora ricoverato nel reparto rianimazione dell’ospedale Santa Chiara, ma le sue condizioni migliorano considerevolmente.

E’ ritornato a parlare e a camminare, e nei prossimi giorni dovrebbe iniziare la riabilitazione.

Pubblicità
Pubblicità

Il meccanico, 26 anni di Arco, facente parte dei vigili del fuoco del paese, era stato investito il 2 settembre sulle strisce pedonali a Vignole mentre attraversava il semaforo fra via Fibbie e via San Valentino da una moto con a bordo e persone di nazionalità austriaca.

La coppia di centauri stava sorpassando un camion che era fermo all’incrocio e che stava facendo passare il 26 enne sulle strisce pedonali.

Venne soccorso e trasportato d’urgenza al Santa Chiara. (qui l’articolo in dettaglio).

Pubblicità
Pubblicità

L’avvenimento sulla pagina della Contrada Vignole è stato salutato da tantissime persone attraverso messaggi di felicitazioni ed incoraggiamento.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Garda e Ledro

Salviamo il tiglio di viale dei Tigli a Riva del Garda. Al via la petizione online

Pubblicato

-

Paolo Barbagli ha lanciato la petizione per cercare di salvare il tiglio che ormai da anni è radicato in via dei Tigli a Riva del Garda.

La racconta firma è diretta al Sindaco di Riva del Garda. Dopo nemmeno un giorno sono quasi 100 le firme raccolte. (clicca qui per firmare la petizione)

«Con riferimento al previsto taglio di un tiglio davanti al n. 17 di viale dei Tigli a Riva del Garda, – si legge nelle motivazioni – dopo attento sopralluogo gli “Amici della Terra dell’Alto Garda e Ledro” ritengono che tale maestoso (e sanissimo) monumento arboreo possa e debba essere salvato. Essendo l’unico nel viale a non essere stato protetto, come gli altri, da una seppur minuscola aiuola di terra con cordolo in porfido, cerca solamente di liberarsi dal manto di asfalto con il quale è a suo tempo stato quasi sommerso. E la cui unica colpa sembra soltanto quella di disturbare parzialmente l’entrata al parcheggio del civico 17. Pertanto, a nostro parere, andrebbe semplicemente liberato dall’asfalto con una microaiuola, che tra l’altro risolverebbe anche i problemi di sicurezza per passanti e ciclisti. E andrebbe semmai piantato un nuovo tiglio nell’aiuola di fronte  orfana (da quanto tempo ?) del suo tiglio». 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza