Connect with us
Pubblicità

Trento

Approvate le graduatorie di ammissione al nido d’infanzia per l’anno educativo 2019/2020

Pubblicato

-

Sono 587 i bambini che, insieme a quelli che già frequentano, verranno inseriti a partire da settembre nei 24 nidi d’infanzia comunali.

I posti assegnati soddisfano l’88 per cento delle richieste per il nuovo anno educativo.

Tra settembre 2018 e aprile 2019, infatti, sono state presentate complessivamente 628 domande di ammissione per il servizio a tempo pieno e 199 per il tempo parziale.

Pubblicità
Pubblicità

Poiché per ciascun bambino può essere presentata domanda sia per il servizio a tempo pieno che per il servizio a tempo parziale, risultano interessati effettivamente 667 bambini.

Per l’anno educativo 2019/2020 i posti nei nidi d’infanzia sono 1.152 di cui 978 a tempo pieno, 171 a tempo parziale e 3 messi a disposizione dal Comune di Lavis.

La graduatoria di ammissione elenca le posizioni e le assegnazioni in base ai posti disponibili in ciascun nido d’infanzia (495 nei nidi a tempo pieno e 92 nei nidi a tempo parziale).

Il posto è stato assegnato seguendo la graduatoria, tenuto conto dei posti disponibili in ogni nido d’infanzia, distinti per fasce d’età.

Coloro che hanno avuto l’assegnazione del posto sono già stati raggiunti da una comunicazione “di cortesia” (sms, email) se richiesto all’atto della domanda.

Le graduatorie sono consultabili fino a lunedì 27 maggio presso il servizio Servizi all’infanzia, istruzione e sport, l’Ufficio relazioni con il pubblico – Urp e presso le circoscrizioni.

Nello stesso periodo sarà possibile consultare la graduatoria di ammissione al nido d’infanzia anche sul sito del Comune, sotto forma di estratto e, a tutela dei dati dei minori, prive dei relativi dati identificativi.

La consultazione della graduatoria sarà possibile per i genitori verificando la posizione del proprio bambino attraverso il numero di protocollo della domanda presentata.

Successivamente alla scadenza del termine per l’accettazione, si procederà all’assegnazione dei posti rimasti liberi a seguito di rinuncia e verrà data comunicazione agli assegnatari presso i recapiti da questi indicati nella domanda di ammissione.

Gli utenti ai quali è stato assegnato il posto al nido d’infanzia sono tenuti ad accettarlo formalmente entro le ore 12 di lunedì 27 maggio 2019 mediante la consegna allo sportello del servizio Servizi all’infanzia, istruzione e sport o l’invio tramite fax o e-mail a istruzionesport.comune.tn@cert.legalmail.it della seguente documentazione:

modulo di accettazione disponibile presso lo sportello o sul sito del Comune; ricevuta dell’avvenuto pagamento dell’anticipo tariffario di 150 euro (o di 40,60 euro per bambini appartenenti a nuclei familiari con indicatore ICEF inferiore o pari a 0,05 come dichiarato all’atto della domanda di ammissione), salvo eventuali agevolazioni in caso di accettazioni contemporanea di fratelli o fratelli gemelli. Il pagamento può essere effettuato con bonifico bancario o versamento presso la Tesoreria comunale della Unicredit Banca Spa: codice IBAN: IT 73 I 02008 01820 000001202801; causale del versamento: anticipo tariffario “cognome e nome del bambino” per frequenza nido d’infanzia di … e attestato di “conformità dello stato vaccinale” rilasciato dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari.

La mancata accettazione del posto o il mancato perfezionamento dell’accettazione entro il termine fissato, sarà considerata tacita rinuncia con la conseguente cancellazione del bambino o della bambina dalla graduatoria per quel nido.

Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi al servizio Servizi all’infanzia, istruzione e sport, ufficio Servizi per l’infanzia, via Alfieri 6 – n. tel. 0461/884365 – 884177, negli orari di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì 8-12, giovedì 8.00-16.

Pubblicità
Pubblicità

Trento

Autovettura finisce nel lago di Canzolino, 3 morti

Pubblicato

-

L’allarme è scattato verso le 11.30 quando alcuni testimoni hanno visto volare nel lago di Canzolino all’altezza di una semicurva nei pressi dell’Hotel Aurora un’autovettura con a bordo e persone e pare un cane

Due di queste, che sono due anziani residenti nella zona, sono state recuperate dal nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco morte.

Il loro animale non è stato ancora ritrovato.

Pubblicità
Pubblicità

Continuano le ricerche anche se le speranze di trovare vivo almeno il cane sono ridotte al lumicino.

Si teme che l’animale non sia riuscito a fuggire dall’abitacolo appena la macchina è finita nel lago finendo così annegato. 

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

38 enne investita sulle strisce in via Lampi

Pubblicato

-

Una donna di 38 anni è stata investita poco prima delle 8.30 di stamane in via Lampi nel rione di Cristo Re.

Da una prima ricostruzione pare che la donna stesse attraversando le strisce pedonali quando è stata travolta da una Panda proveniente dal Lung’Adige Leopardi

Purtroppo la realizzazione delle strisce pedonali in quel punto, che interessa tutti le vie che collegano la via con Corso Buonarroti non è stata una idea molto geniale, infatti sia le autovetture provenienti da via Lung’Adige Leopardi sia chi intende attraversare la carreggiata non gode di molta visibilità. 

Pubblicità
Pubblicità

Sarebbe stato meglio posizionarle qualche metro più addentro alle vie in modo da avere maggiore visibilità.

La donna è stata subito soccorso da un‘ambulanza di Trentino Emergenza ed è stata trasportata in codice rosso all’ospedale santa Chiara di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Trento

Terminata con successo la spedizione trentina in Bolivia

Pubblicato

-

Loro sono Alessandro Corazza capospedizione, Paola Stelzer e Cristina Mittempergher di Pergine Valsugana, Nicola Marchio di Coredo, Aiardi Emiliano, Giuseppina Gottardi, Giovanni Tonolli e Valter Piazza di Brentonico, Gelmini Daniela di Arco, Nicola Pizzini e Luca Pizzini di Trento.

Erano partiti con un pulmino il 3 Agosto da Trento prendendo l’aereo da Venezia.

I partecipanti alla spedizioni sono tutti soci SAT, anche se il viaggio è stato fatto in totale autonomia.

Pubblicità
Pubblicità

Gli undici avventurieri hanno viaggiato in tutti i meravigliosi territori della Bolivia, visitando la parte archeologica preinca di Tiawanaku, il paese di Corroico con la cascata e l’ospedale per animali, il deserto salato di Uyuni, le terme vulcaniche con i Geiser, le lagune colorate con i vulcani i fenicotteri le piscacia e le volpi, l’isola del sol con copacabana e il lago Titicaca.

La spedizione ha conquistato infine tre magnifiche montagne, il Pequegno Alpamajo 5410mt, L’Huayna Potosi 6088mt, L’Ilimani 6434mt.

Un viaggio durato una ventina di giorni che i membri della spedizione trentina ricorderanno per tutta la vita.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza