Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Salter una nuova caserma per i Vigili del fuoco volontari

Pubblicato

-

I Vigili del fuoco volontari di Salter, in Val di Non, hanno una nuova caserma.

All’inaugurazione, lo scorso 5 maggio, ha partecipato anche il presidente della Provincia autonoma di Trento che nel suo intervento di saluto ha avuto parole di apprezzamento per quanti a titolo di volontariato mettono a disposizione della comunità tempo e capacità e in particolare dei Vigili del fuoco, determinanti anche nei mesi scorsi quando il maltempo ha duramente colpito il Trentino.

La nuova struttura ha anche spazi che saranno a disposizione del paese.

Pubblicità
Pubblicità

Il Corpo è composto da 16 vigili in servizio attivo, 15 allievi e 2 membri onorari; è dotato di due automezzi fuoristrada, un carrello porta pompa, un carrello trasporti vari, una motopompa e una pompa per incendi boschivi, oltre ad attrezzature e materiali per gli interventi.

L’inaugurazione ha visto la partecipazione della comunità.

Dopo la funzione religiosa, la sfilata dei Vigili del Fuoco e dei partecipanti, preceduta dal Corpo bandistico del Comune di Romeno, è arrivata sul piazzale antistante alla nuova caserma. Il taglio del nastro ha rappresentato l’inaugurazione ufficiale.

Dopo i saluti istituzionali si sono svolte le premiazioni di alcuni Vigili, anche fuori servizio, per l’impegno dimostrato nell’attività di servizio. La cerimonia si è conclusa con un momento conviviale.

La storia del Corpo – Il Corpo dei Vigili del fuoco di Salter, appartenente all’Unione distrettuale di Fondo, è stato istituito il 26 maggio 1995, anche se le origini documentate della prima squadra di Vigili del fuoco di Salter sono molto più antiche: l’atto costitutivo è del lontano 1870.

A quel tempo Salter e Malgolo erano un comune unico e il Corpo di Salter apparteneva al Distretto di Cles. Doveva prestare assistenza in caso di incendio ai Comuni di Casez, Banco, S. Zeno, Tavon e Romeno. Nel 1960 circa il Corpo di Salter è stato aggregato a quello di Romeno.

Il 22 marzo 1969 il Consiglio comunale di Romeno ha istituito il Corpo autonomo dei Vigili del fuoco di Salter, ma dal 1979 fino al 1995 la Squadra dei Vigili del Fuoco di Salter, con 8 componenti, ha fatto parte di nuovo del Corpo di Romeno.

Nel 1995 è stato infine istituito un Corpo autonomo, grazie alla passione dei Vigili del fuoco, guidati dall’ex Comandante Paolo Pellegrini e dal Vice Comandante Luca Gabardi, e il sostegno dei censiti.

L’attrezzatura allora in dotazione era stata infatti acquistata interamente con contributi volontari e il vecchio magazzino (ex caseificio) era stato ristrutturato gratuitamente dai Vigili del fuoco di Salter nel 1985.

Nel 2000 il Corpo è cresciuto, vedendo la nascita della sua prima squadra allievi con 11 ragazzi che si integravano agli 11 vigili già in servizio attivo.  Per questo, con il passare del tempo uomini, mezzi, attrezzature e interventi sono cresciuti ed è nata la forte esigenza di una sede adeguata e più funzionale. Il vecchio magazzino di proprietà del Consorzio di miglioramento fondiario di Salter era diventato ormai inadatto alle esigenze del Corpo.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tabaka, la spedizione dei volontari trentini è finita: «Obiettivo raggiunto, ma questo è solo l’inizio»

Pubblicato

-

Un’avventura umanitaria iniziata alla fine di luglio con partenza da Trento in direzione Tabaka in Kenya con l’obiettivo di portare all’ospedale «Tabaka mission hospital» le cure mediche convenzionali grazie all’utilizzo del Seqex, un apparecchio che crea un debolissimo campo elettromagnetico pulsato di Ionorisonanza Ciclotronica su tutto il corpo del paziente, allo scopo di favorirne i processi di guarigione.

L’apparecchio brevettato Seqex dall’azienda trentina «Sistemi srl» di Pergine Valsugana è un’assoluta innovazione tecnologica e scientifica nel settore della terapia con campi magnetici pulsati.

Il trattamento erogato non è invasivo ed è basato su un sistema in grado di dialogare con il corpo del paziente personalizzando il trattamento.

Pubblicità
Pubblicità

Una sinergia che sta dando ottimi risultati, e che ha come obiettivo il benessere dei pazienti grazie alla ricostruzione dei tessuti e il controllo del dolore.

Il ponte fra il Trentino e il Kenya è stato reso possibile grazie all’associazione Tabaka Mission Hospital’s Friends che ha rafforzato questo legame il 1° gennaio 2018 con l’intitolazione del reparto pediatrico ad Alice Magnani, giovane ragazza trentina, scomparsa a causa di un incidente stradale, ma che ha lasciato un grande esempio per tutti, il suo motto “Credici!” che per lei è stato l’arma in più per combattere la sua malattia, e realizzare il suo sogno di guarigione, anche se pur momentaneamente.

Alla spedizione che si è conclusa in questi giorni hanno partecipato Valerio e Sofia Dallago, titolari della Sistema srl e il Filmaker Massimo Gabbani che realizzerà un documentario per mettere in luce la nuova strategia dell’ OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità – per la medicina tradizionale.

L’ospedale di Tabaka da sempre è molto legato con il Trentino, per oltre 40 anni infatti la struttura è stata diretta da padre Francesco Avi, missionario Camilliano di Baselga di Pinè, e nel corso degli anni sono molti i trentini che si sono recati in Kenya, a Tabaka come volontari.

«La nostra esperienza è stata molto positiva – dichiara Valerio Dallago – l’obiettivo di integrare una medicina convenzionale  con una medicina elettromagnetica è stato raggiunto. Seqex ha messo in trattamento molte persone con problematiche piuttosto importanti dove la sofferenza è molto alta ed è riuscita a ridurre il dolore in modo significativo, ma questo deve essere è solo l’inizio».

«Ho sentito spesso parlare del Mal d’Africa, ed ora ho capito cosa significa – commenta in modo commovente nel video la figlia Sofia – una permanenza che mi ha arricchito molto di grandi emozioni, un viaggio che rimanendo a contatto con le persone che soffrono mi dato molto in una parte del mondo dove ho trovato molte  persone di buona volontà che intendono cambiare le cose, una realtà molto lontana dalla nostra quotidianità».

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Raccolta funghi sul territorio di Predaia: i non residenti in provincia di Trento devono versare un corrispettivo

Pubblicato

-

Il Comune di Predaia ha pubblicato un avviso nel quale comunica che per la raccolta di funghi i non residenti in Provincia di Trento devono effettuare apposita denuncia, sostituita di fatto dal versamento di un corrispettivo commisurato ai giorni di raccolta. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Nanno, sospesa l’erogazione dell’acqua per lavori

Pubblicato

-

Il Comune di Ville d’Anaunia, attraverso un avviso pubblicato sul sito internet comunale, ha reso noto che nelle giornate di domani, mercoledì 21 agosto, e dopodomani, giovedì 22 agosto, verrà sospesa l’erogazione dell’acqua in alcune zone dalle 8.30 fino alla fine dei lavori. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza