Connect with us
Pubblicità

Trento

50 ragazze e ragazzi cercasi «al servizio» delle Dolomiti per 5 giorni

Pubblicato

-

Per il decennale del riconoscimento UNESCO delle Dolomiti oltre alla Fondazione omonima, si sono mobilitati, lavorando in sinergia, SAT, Fondazione Dolomiti UNESCO, Provincia autonoma e Alpinismo giovanile del Triveneto.

Nella sede della SAT-Società Alpinisti Tridentini è stata presentata l’iniziativa ‘Campo Sentieri’ che coinvolge – per cinque giorni – ragazze e ragazzi dei 12 ai 17 anni di tutto l’ambito dolomitico.

Con la presidente della SAT Anna Facchini, c’erano il vicepresidente della Fondazione Dolomiti UNESCO Mario Tonina e i rappresentanti delle Commissioni Alpinismo Giovanile di SAT, CAI Veneto e CAI Montecchio Maggiore. Si cercano 50 ragazze e ragazzi che vogliano imparare (per 5 giorni) sulle Dolomiti come è organizzata e gestita la rete escursionistica montana del CAI.

Pubblicità
Pubblicità

Le immagini video che scorrevano alle spalle dei relatori nell’incontro di presentazione dell’iniziativa facevano ben capire l’importanza e il valore dell’iniziativa ‘Campo Sentieri’. I 50 ragazze e ragazzi che vorranno aderirvi (sul sito della SAT www.sat.tn.it e del CAI i moduli di adesione), si troveranno a vivere un’esperienza indimenticabile che lascerà una profonda traccia per l’amore verso la montagna e le Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’Umanità e, soprattutto, svilupperanno, sul campo, la consapevolezza della responsabilità e dell’impegno necessario affinchè il bene comune montagna e Dolomiti possa essere trasferito alle generazioni future, grazie anche al lavoro di manutenzione dei sentieri alpini.

L’idea di allargare l’esperienza ‘Campo Sentieri’, che la Commissione Alpinismo Giovanile organizza da 5 anni in ambito regionale, è partita dalla SAT, ed è stata subito accolta dalle sezioni CAI dei territori dell’ambito dolomitico e sostenuta convintamente dalla Fondazione Dolomiti UNESCO.

Anche in questo modo si celebrano i dieci anni del riconoscimento UNESCO alle Dolomiti.

Pubblicità
Pubblicità

I 50 ragazzi partiranno infatti da Cortina d’Ampezzo il prossimo 26 giugno in concomitanza con la Cerimonia ufficiale per il 10° compleanno delle Dolomiti. Trascorreranno insieme 5 giorni sotto il Pelmo, facendo base al campeggio “Cadore” in località Peronaz a Selva di Cadore messo a disposizione dal CAI di Montecchio Maggiore (oggi era presente Giovanni Beato) e su invito del CAI Veneto (è intervenuto il neopresidente Renato Frigo).

Le iscrizioni sono aperte fino a fine maggio attraverso le segreterie regionali CAI/SAT. La quota di adesione è di 50 euro. Per spiegare le modalità di coinvolgimento dei ragazzi, la presidente Facchini ha chiamato Claudio Colpo della Commissione sentieri SAT che ha posto l’attenzione anche sulla funzione educativa che questa esperienza comporta per i giovanissimi.

“I giovani tra i 12 e 17 anni rappresentano la nostra speranza nel futuro e lo hanno dimostrato anche di recente – ha sottolineato la presidente della SAT Anna Facchini, aprendo l’incontro – cerchiamo con questa iniziativa di trasferire alle prossime generazioni un approccio con spirito di servizio che fu tra gli scopi fondativi della SAT e del CAI, e che riteniamo debba rappresentare un patrimonio condiviso, di impegno, ma anche di amicizia e di lavoro in allegria. Imparare segnare e a catalogare un sentiero non è soltanto un lavoro manuale che si apprende camminando, è conoscere un territorio, è responsabilizzarsi, è sapere che senza segnavia precisi e mappati ci si può perdere e si può anche mettere in pericolo l’incolumità e a volte la vita delle persone. Inoltre con la guida dei responsabili SAT e CAI si impara a conoscere le montagne, a orientarsi e a classificare i sentieri: quelli facili, quelli per escursionisti esperti, quelli alpinistici. La nostra esperienza in quest’ambito è forte di intere giornate durante le quali tra i ragazzi si instaurano relazioni autentiche, che difficilmente trovano spazio nella loro quotidianità e questo contribuisce a rendere il loro vissuto meno individualista”.

Il vicepresidente della Fondazione Dolomiti UNESCO Mario Tonina è intervenuto poco dopo rinnovando la convinta adesione della Fondazione ed elogiando ‘Campo Sentieri’ che “partirà proprio il 26 giugno durante i festeggiamenti del decennale del riconoscimento UNESCO. “Credo che questa sia una bellissima iniziativa- ha dichiarato – Ieri, a margine del Consiglio d’Amministrazione della Fondazione, ne abbiamo discusso per condividere anche tutta una serie di altri eventi che si svolgeranno nel corso dell’anno. Questo è un modo che io ritengo intelligente, lungimirante nel coinvolgere i giovani, per far capire loro e per trasmettere una serie di messaggi, per insegnare che è importante contribuire e garantire relazioni e imparare sul campo l’importanza e, soprattutto, la cura del territorio.

Noi sappiamo e riconosciamo le nostre bellezze, le Dolomiti sono bellezze incalcolabili riconosciute come tali 10 anni fa a Siviglia ma, nello stesso tempo, sono fragili. E anche la fragilità deve essere trasmessa con il coinvolgimento, con l’insegnamento e quindi, avete fatto bene a ideare e condividere ‘Campo Sentieri’. Di fronte a quelli che sono ormai dei cambiamenti climatici ai quali, purtroppo, dobbiamo abituarci, dobbiamo far fronte comune per evitare ciò che è successo alla fine di ottobre. Su questo mi permetto di dire che in Trentino, rispetto ad altre regioni, ci sono stati meno danni ma, questo non è casuale: è perchè in passato si è fatta una prevenzione e si è garantita una programmazione attraverso tre piani urbanistici molto importanti.

Uno in particolare quello di Bruno Kessler che ha garantito anche sviluppo ma, nello stesso tempo, oggi, ci vuole una cura e un’attenzione specifica.

In autunno ci sarà un convegno proprio sui cambiamenti climatici, lo stiamo organizzando fin da adesso perchè anche attraverso questi momenti si deve creare consapevolezza e responsabilità.

Sappiamo che un territorio di montagna bello e allo stesso tempo fragile, deve essere salvaguardato. Dobbiamo permettere alle persone di vivere all’interno dei nostri territori cercando di evitare lo spopolamento cosa che, purtroppo, in altre regioni avviene.

Il Trentino anche attraverso gli Stati generali della Montagna vuole far capire l’importanza dei territori di montagna e permettere alle persone che li abitano di poter svolgere un’attività economica e nello stesso tempo di fare prevenzione. ‘Campo Sentieri’ trasmette alle generazioni future le peculiarità caratteristiche dei nostri territori. Credo che questo sia il modo giusto di interpretare e lavorare e – ha chiosato Tonina – permettimi di dire, presidente, che la SAT è protagonista da sempre, interpreta questo ruolo nel modo giusto e questa iniziativa che avete voluto condividere va nella giusta direzione“.

La direttrice della Fondazione Dolomiti UNESCO, Marcella Morandini, che non ha potuto essere presente per impegni concomitanti sempre per il decennale del riconoscimento, ha fatto arrivare “Un sentito ringraziamento alla SAT e alle Commissioni Alpinismo giovanile di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Alto Adige per aver voluto rendere concreta e operativa quest’idea nata da una conversazione con la presidente Facchini e la sottoscritta, qualche mese fa. Gestire insieme un patrimonio mondiale è una grande sfida, che ogni giorno si fa più concreta”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dai semi di mela un olio “green” per uso alimentare e cosmetico
    Da assaggiare cruda nell’insalata o cotta nella torta, fino alle bevande con succhi, centrifugati e la versione alcolica, il sidro: le mele sono in assoluto uno dei frutti più versatili nonché sani da utilizzare in cucina. Nonostante la mela sia un frutto quasi completamente commestibile, il residuo di una lavorazione ad uso industriale è il […]
  • Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
    Tra le spettacolari Dolomiti di Brenta è possibile trovare dei paesaggi davvero mozzafiato. Alcuni di questi è possibile immortalarli in Val Nambrone, una diramazione della Valle di Campiglio, che porta alle cime del gruppo della Presanella. Questa zona è famosa soprattutto per i suoi laghi alpini tra cui il Lago Nero ed i laghi di […]
  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]

Categorie

di tendenza