Connect with us
Pubblicità

Trento

Morte Sofia Zago per malaria: respinta la richiesta di archiviazione

Pubblicato

-

E’ stata respinta la richiesta di archiviazione del procedimento aperto in seguito alla morte della piccola Sofia Zago.

Sono ancora molte le zone d’ombra per le indagini sulla morte della bimba, avvenuta il 4 settembre 2017 in seguito a un contagio di malaria all’ospedale di Trento.

Non sarebbe ancora chiara la dinamica del contagio e si prosegue dunque verso l’udienza che a luglio vedrà la possibilità per il gip Marco La Ganga di ordinare al pubblico ministero nuove indagini per l’imputazione dell’infermiera del Santa Chiara.

Pubblicità
Pubblicità

L’accusa: omicidio colposo.

E’ stato già accertato, al termine delle lunghe analisi ordinate dal pm Gallina, come il contagio sia avvenuto all’interno del nosocomio cittadino, tanto che l’azienda sanitaria ha già proceduto al risarcimento dei danni alla famiglia.

Quello che resta da accertare è l’eventuale accusa a carico della professionista.

Pubblicità
Pubblicità

L’attenzione degli inquirenti continua a concentrarsi sulla giornata del 17 agosto 2017, giorno in cui vennero effettuati nove prelievi del sangue, tra i quali quelli ad una bimba africana affetta da malaria.

L’ipotesi del contagio avvenuto attraverso l’agocannula utilizzato rimane da verificare così come la seconda idea per la quale la donna potrebbe avere utilizzato due volte un guanto usa e getta.

Tutte accuse che l’infermiera, assistita dagli avvocati Alessandro Melchionda e Giuliano Valer, ha sempre respinto con forza, affermando di avere agito sempre ed esclusivamente nel rispetto delle regole.

In quelle ore, inoltre, era presente in reparto anche un’altra infermiera. Elemento che tenderebbe ad escludere la certezza assoluta nell’indicare un solo possibile responsabile.

Tra le ipotesi, infine, quella che le bambine possano essere entrate in contatto da sole.

I diversi episodi di epistassi (sangue da naso) della piccola africana malata e le diverse ferite di Sofia potrebbero infatti far pensare che il contagio sia avvenuto in modo alternativo all’errore umano.

Nessuna prova concreta e la presenza di scenari alternativi rendono dunque impossibile l’archiviazione del procedimento.

A luglio il pm deciderà se disporre ulteriori indagini o mandare l’infermiera a processo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza