Connect with us
Pubblicità

Trento

La mafia nigeriana: centri di accoglienza basi per lo spaccio e la prostituzione – Ultima puntata

Pubblicato

-

Si conclude oggi la nostra inchiesta in cinque puntate  sulla mafia nigeriana che è arrivata in Italia, si è consolidata e radicata all’ombra del buonismo che accompagna il business dell’accoglienza.

L’opportunità è interessante in quanto dopo il racket dei flussi migratori in Africa, il “business nero” può guadagnare anche sugli scafisti che trasportano la loro futura manovalanza.

Una volta in Italia, documenti nuovi; Centri d’accoglienza dietro i quali oltre a fare proseliti e dove nascondere le basi dello spaccio e della prostituzione.

Pubblicità
Pubblicità

In considerazione del collegamento diretto che c’è tra migrazione e mafia nigeriana, il buonismo esasperato che caratterizza l’Italia, impedisce non solo di parlare di mafia nigeriana, ma anche di contestare il reato di associazione mafiosa.

Intanto in Italia transita più di un latitante: dieci sono stati recentemente arrestati in Francia e Germania, per reati compiuti in Sicilia ed il Gip del Tribunale di Catania ha firmato a gennaio un mandato di cattura europeo.

Questo è uno dei pochissimi casi nei quali è stata contestata anche l’associazione di stampo mafiosa finalizzata al traffico di droga, violenza sessuale anche di gruppo.

Indicativo il fatto che la base operativa fosse il centro d’accoglienza Cara di Mineo dove la gang dei Vikings si era imposta controllando le comunità straniere presenti all’interno del centro d’accoglienza creando un forte assoggettamento omertoso.

La mafia nigeriana ha potuto mettere facilmente radici in Italia in quanto spesso gli scontri tra bande venivano considerati unicamente come problemi di ordine pubblico; gli spacciatori venivano considerati come soggetti singoli e non come membri di organizzazioni alla pari delle prostitute.

Pubblicità
Pubblicità

Giudizi condizionati dalla politica e dalla volontà di limitare le critiche al business dell’accoglienza.

Ma potendo operare protetti da questo limbo, la mafia nigeriana dove può essere arrivata se la Dia nel 2016 relazionava: “ I gruppi criminali nigeriani operano sul territorio nazionale , comprese le regioni ove risulta forte il controllo della criminalità endogena, come nel caso della Campania e della Sicilia. A Palermo sono state registrate cointeressenze tra i gruppi criminali e esponenti di Cosa Nostra finalizzati alla gestione del narcotraffico”.

Qui la prima puntata

Qui la seconda puntata

Qui la terza puntata

Qui la quarta puntata

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Scuole chiuse e Coronavirus: Carabinieri consegnano i libri a casa
    Da qualche settimana sono in atto i severi controlli lungo le strade e nei centri città di tutta Italia da parte delle forze dell’ordine per il rispetto delle prescrizioni imposte dal Governo per il contenimento della diffusione del Covid – 19. In particolare, i Carabinieri della Provincia di Sondrio, oltre a sorvegliare gli automobilisti e […]
  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]

Categorie

di tendenza