Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Cassa Rurale Val di Non da record: utile netto da 3,7 milioni di euro

Pubblicato

-

Silvio Mucchi, a sinistra, e Massimo Pinamonti, a destra, rispettivamente presidente e direttore della Cassa Rurale Val di Non

3 milioni e 702 mila euro di utile netto, 147 milioni di patrimonio, 1 miliardo e 407 milioni di raccolta totale e 740 milioni di impieghi, per un totale di 2 miliardi e 147 milioni di masse amministrate (solo quattro Casse Rurali trentine superano i 2 miliardi): sono questi i numeri impressionanti della Cassa Rurale Val di Non, che nei primi sei mesi di attività ha dimostrato come la fusione sia stata “una scelta azzeccatissima”, come l’ha definita il direttore Massimo Pinamonti.

In vista dell’assemblea che si terrà sabato prossimo, 18 maggio alle 17, al Centro per lo Sport e il Tempo Libero di Cles, il direttore della Cassa Rurale Val di Non e il presidente Silvio Mucchi hanno presentato alla stampa i dati di bilancio 2018 che testimoniano il grande lavoro che ha visto impegnata tutta la struttura della banca nata dalla fusione delle Casse Rurali di Tuenno-Val di Non, d’Anaunia, Tassullo e Nanno e Bassa Anaunia da quando è ufficialmente attiva.

Dopo l’appuntamento di novembre, tenutosi alla Cocea a Taio, stavolta sarà il capoluogo della Val di Non a ospitare l’assemblea.

Pubblicità
Pubblicità

Se alle cifre già citate si aggiungono anche i 96 milioni di nuovi mutui erogati, emergono tutti o quasi gli ottimi risultati ottenuti dalla Cassa Rurale, figli di una struttura solida, che può contare su 26 filiali e 140 dipendenti e può vantare oltre 29 mila clienti di cui 10.500 soci.

Si sono dichiarati naturalmente orgogliosi e soddisfatti il presidente e il direttore nell’illustrare le cifre che hanno caratterizzato i primi mesi di vita della Cassa Rurale Val di Non, nata ufficialmente a inizio luglio dell’anno scorso.

 “Siamo contenti perché rispetto alla tabella di marcia che ci eravamo prefissati siamo riusciti a ottenere già ora le risposte che ci attendevamo molto più avanti – spiega il presidente Silvio Mucchi –. L’assemblea di sabato prossimo, anche se non sarà elettiva (le cariche, infatti, hanno durata triennale ndr), sarà un momento importante per esprimere l’andamento di questo primo anno di attività. Anche se, in realtà, non è un anno intero: nel bilancio 2018 il primo semestre ha visto le quattro realtà disgiunte, il secondo la Cassa unica”.

Pubblicità
Pubblicità

Il direttore Massimo Pinamonti ha spiegato le ragioni per cui il bilancio presentato si può definire da record. “Se guardiamo la composizione dei vari numeri, la nostra struttura oggi ha raggiunto i dati che, secondo il piano industriale che avevamo stilato in sede di pre-fusione per il triennio, avremmo dovuto ottenere in due anni – afferma –. Quella della fusione si è rivelata dunque una scelta azzeccatissima. Ci eravamo prefissati di ammortizzare l’impatto dei costi di fusione, che ammontano a circa 2 milioni di euro, nel primo semestre di attività. Non solo ci siamo riusciti, abbiamo anche chiuso il bilancio con un utile netto straordinario di 3 milioni e 700 mila euro”.

Pubblicità
Pubblicità

Altro dato da porre in evidenza è quello che riguarda le nuove assunzioni: 12 in soli 6 mesi di attività, un bel segnale per i giovani, anche perché hanno riguardato ragazzi fino ai 32 anni.

Attraverso una razionalizzazione delle risorse – aggiunge Mucchi – siamo riusciti a raggiungere dei grandi risultati. La soddisfazione è enorme e ora una parte dell’utile sarà restituita direttamente al territorio. Nel 2018 abbiamo sostenuto l’attività di oltre 500 associazioni con 901 mila euro. Per noi è un grande orgoglio supportare il volontariato e le situazioni di bisogno”.

In questi mesi, poi, la Cassa Rurale ha portato avanti diversi incontri sul territorio, per far sentire la vicinanza ai soci in una fase di nuova configurazione, oltre alle assemblee territoriali, svolte per illustrare i dati ma anche e soprattutto per ascoltare sensazioni, criticità, anche consigli. Iniziative, queste, che proseguiranno.

Senza dimenticare le mostre allestite al centro direzionale, che hanno visto protagoniste anche le scuole e Gsh, e l’importantissima attività della neonata Fondazione Cassa Rurale Val di Non, che sta partendo con varie proposte, una borsa di studio e un interessante progetto per l’autunno prossimo in merito alla storia dell’economia di valle.

Un ringraziamento da parte del presidente, infine, a tutto il personale, che “ha fatto il proprio dovere e anche di più – conclude Mucchi –. Due aspetti sono risultati fondamentali per il raggiungimento di questi risultati: la fiducia della gente che ha creduto nella fusione e il grande lavoro del personale”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dai semi di mela un olio “green” per uso alimentare e cosmetico
    Da assaggiare cruda nell’insalata o cotta nella torta, fino alle bevande con succhi, centrifugati e la versione alcolica, il sidro: le mele sono in assoluto uno dei frutti più versatili nonché sani da utilizzare in cucina. Nonostante la mela sia un frutto quasi completamente commestibile, il residuo di una lavorazione ad uso industriale è il […]
  • Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
    Tra le spettacolari Dolomiti di Brenta è possibile trovare dei paesaggi davvero mozzafiato. Alcuni di questi è possibile immortalarli in Val Nambrone, una diramazione della Valle di Campiglio, che porta alle cime del gruppo della Presanella. Questa zona è famosa soprattutto per i suoi laghi alpini tra cui il Lago Nero ed i laghi di […]
  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]

Categorie

di tendenza