Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

«Rivivere Borgo», intervista al candidato Sindaco Pellanda: «Volti giovani e idee nuove a disposizione della comunità di Borgo e Olle»

Pubblicato

-

Come già preannunciato su questo giornale, alle prossime comunali di Borgo Valsugana sarà in campo una lista civica formata da 17 volti nuovi.

Il suo nome è «Rivivere Borgo» e l’hastag di battaglia non poteva che essere #tuttiperborgo,borgopertutti

Oggi conosciamo il candidato Sindaco e la sua squadra, che presenteranno il loro programma amministrativo questa sera alle 20.30 nell’auditorium della Comunità di Valle in piazzetta Ceschi.

Pubblicità
Pubblicità

Sunil Pellanda, classe 1987 è coadiutore amministrativo presso l’Istituto Degasperi di Borgo Valsugana  ed ha rifiutato il corteggiamento della lista di centro sinistra (Civitas) e  del centro destra provinciale a traino Lega.

«Una necessità di indipendenza per costituire una vera alternativa slegata da logiche politiche passate – spiega il candidato Sindaco –  rispetto per tutte le altre forze in gioco e apertura al dialogo per un rilancio di Borgo e Olle».

Si è diplomato come Tecnico della Gestione Aziendale nel 2009 presso l’Istituto Marie Curie di Levico Terme e lavora da alcuni anni nel comparto scolastico come coadiutore amministrativo, attualmente presso l’Istituto Alcide Degasperi di Borgo Valsugana.

Da sempre è appassionato per il ciclismo che ha svolto anche a livello agonistico trasportando poi la sua esperienza come dirigente prima come presidente della Dragon Bike Strigno e membro della commissione cicloturismo della Federazione Ciclistica trentina,  poi come membro del comitato organizzatore del Trofeo Alcide Degasperi e della Coppa d’Oro.

Pubblicità
Pubblicità

Attualmente è ideatore ed organizzatore della Tesino Lagorai Bike Cross Country che si disputa a Cinte Tesino che quest’anno sarà prova di Campionato Italiano forze armate.

Pubblicità
Pubblicità

Perché ti sei candidato?

«Parlando con molti concittadini è emersa la voglia e la necessità di un rinnovamento della classe politica che ha amministrato Borgo negli ultimi decenni. Ho avuto la fortuna di trovare da subito un gruppo di cittadini da sempre attivi all’interno della comunità che come me avevano la volontà di metterci la faccia e così è partito il progetto, ricevendo un sostegno sempre maggiore col passare del tempo».

Quando è nato questo progetto?

«Sei mesi fa abbiamo iniziato a confrontare le idee per comporre il programma elettorale, con la collaborazione anche di non residenti nel Comune di Borgo che si sono appassionati al progetto e hanno voluto contribuire a darci una visione esterna pur non candidandosi».

Quali sono i punti cardine?

«All’interno del nostro programma abbiamo individuato sette necessità per il nostro comune: i cittadini chiedono maggiore sicurezza, un numero adeguato di parcheggi, una maggiore attenzione al turismo e alle attività commerciali, una riqualificazione dei centri storici, più opportunità per i giovani, l’Ospedale San Lorenzo più operativo e una migliore gestione dei rifiuti».

Parlaci della tua squadra…

«Abbiamo nove donne e otto uomini, persone motivate che non avevano mai candidato prima alle elezioni comunali di Borgo, pronte a mettere a disposizione le loro competenze e delle idee innovative». Non riconoscendosi nelle altre forze politiche già presenti, non avrebbero candidato se non in un nuovo soggetto come “Rivivere Borgo”, svincolato dalla vecchia politica borghesana, da sempre legata ad alcune famiglie e ad alcuni “soliti noti”».

Qual è la prima cosa che fareste una volta eletti?

«Esclusivamente per un fatto di rapidità di esecuzione rispetto ad altre opere, magari più importanti ma lunghe da realizzare, crediamo che questi potrebbero essere dei primi passi incoraggianti: arricchire la segnaletica ad oggi presente, scarsa e mal posizionata, garantirebbe una migliore gestione del flusso turistico legato alla ciclabile; per quanto riguarda invece il turismo legato alla Val di Sella, crediamo che con il collocamento di alcune casette con finalità commerciali e pubblicitarie, da dare in gestione agli esercenti di Borgo, si potrebbe convogliare una parte dei turisti nei nostri centri storici, a beneficio di tutti».

Quali forze politiche sentite più affini a voi? Cosa farete in caso di ballottaggio?

«Siamo consapevoli che essendo una civica nuova molte persone si chiedano in che area politica andremo a collocarci, se siamo di destra o di sinistra. A livello nazionale abbiamo constatato uno sgretolamento dei vecchi equilibri politici e riteniamo che in un contesto di un comune di 7000 abitanti sia fuori luogo identificarsi ideologicamente. Questo perchè al nostro interno ci sono diverse sensibilità che sono raggruppate grazie alle idee contenute nel programma, ma soprattutto perché in esso ci sono molti punti che sono basati a nostro avviso sulla concretezza e la ragionevolezza e che quindi possono trovare dei consensi trasversali. Ad esempio abbiamo posto attenzione al tema della sicurezza e all’imprenditoria, che tradizionalmente sono stati portati avanti da partiti di destra ma abbiamo anche molte proposte che abbracciano l’ambiente e una partecipazione diretta della cittadinanza, che invece sono più affini con la sinistra tradizionale: come lista crediamo che affrontare questi temi sia una questione di priorità oggettive e non di valutazioni ideologiche.

Se da un lato abbiamo deciso di correre da soli al primo turno per mantenere intatta la nostra indipendenza di pensiero e di azione, dall’altro non abbiamo dei pregiudizi ideologici verso nessuna coalizione e in caso di ballottaggio valuteremo come muoverci per portare avanti le nostre idee nel modo più efficace.

Ci teniamo infine a smentire con forza alcune voci che ci vedono già alleati dopo il ballottaggio con un’altra delle forze in gioco, infatti non abbiamo intavolato accordi di nessun tipo con nessuna delle altre coalizioni. In ogni caso auspichiamo che i prossimi amministratori, chiunque essi saranno, sposeranno la nostra volontà di rompere l’immobilismo di questi ultimi anni e di portare avanti la voglia di confrontarsi con chiunque senza pregiudizi col fine di attuare progetti a favore della comunità di Borgo e Olle».

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Trovati due asinelli a Cirè di Pergine. Dopo alcune ore rintracciato il proprietario

Pubblicato

-

Singolare e simpatico episodio quello successo oggi a Pergine nel primo pomeriggio di oggi

Sono stati infatti trovati in località Cirè mentre girovagavano da soli due graziosi asinelli, uno nero e l’altro marroncino.

I due animali sono stati subito legati per evitare una nuova fuga ma nonostante questo hanno subito fatto amicizia coloro che li hanno trovati.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo circa 2 ore è stato rintracciato il proprietario che è venuto a prenderli.

Pare che gli asinelli siano fuggiti da un recinto ubicato vicino al centro commerciale di Pergine.

Un paio di settimane fa nel prato adiacente allo stesso centro erano stati notati una decina di asini liberi di scorrazzare.

L’episodio di oggi potrebbe essere premonitore per il 13 dicembre, giorno di santa Lucia, dove è tradizione lasciare il sale, il fieno e la farina per l’asinello della santa che porta in groppa i doni per i bambini. Il mattino del 13 dicembre, al loro risveglio, i bimbi trovano un piatto con le arance e i biscotti consumati, arricchito di caramelle e monete di cioccolato.  Fra ironia, dolcezza, tradizione e leggenda alla fine tutto è andato bene e gli asinelli sono tornati a casa. foto pubblicata da Francesca Paris sul gruppo di «Sei di Pergine se…»

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Ottimi risultati per il secondo weekend di apertura del mercatino di Natale di Levico Terme

Pubblicato

-

Ottimi risultati per il secondo fine settimana di apertura del Mercatino di Natale di Levico Terme, che ha portato nella cittadina termale un gran numero di visitatori provenienti da tutte le regioni del nord e del centro Italia.

Nel Parco Secolare degli Asburgo si sono susseguiti eventi che hanno offerto momenti di intrattenimento ai numerosi presenti: nel soleggiato pomeriggio di sabato 30 novembre i figuranti della Corte Asburgica hanno sfilato tra i viali alberati, per poi lasciare spazio alle esibizioni musicali del coro e dell’allegra Christmas Band.

Molti si sono improvvisati pasticceri durante il laboratorio “Pan di Zenzero”, organizzato tutti i sabati dalle 13.30 alle 17.30.

Pubblicità
Pubblicità

Apertura prolungata fino alle ore 22.30 in occasione di uno degli appuntamenti più attesi al Mercatino: lo spettacolo dei fuochi artificiali sparati dal cortile del Grand Hotel Imperial, che ha emozionato gli spettatori tenendoli con il naso all’insù.

Nel pomeriggio di domenica si è svolta la tradizionale Festa del Latte dove in molti hanno assistito alla trasformazione del latte fresco in formaggio.

In centro, molti hanno ammirato il presepe in legno a grandezza naturale ed assistito all’esibizione musicale “Natale d’In-canto” a cura del Coro polifonico In-Canto.

Gli espositori che partecipano al Mercatino stanno esprimendo grande soddisfazione per la clientela che affolla i viali del maestoso Giardino Storico, che si sta già dedicando agli acquisti di Natale grazie alla vasta scelta di prodotti di qualità offerti.

Pubblicità
Pubblicità

Numerose le famiglie che hanno partecipato con entusiasmo alle proposte dedicate all’intrattenimento dei più piccoli, come l’animazione creativa del Villaggio degli Elfi, la stampa in diretta delle foto con Babbo Natale e l’incontro ravvicinato con gli animali della Fattoria didattica.

Pubblicità
Pubblicità

Affluenza costante anche per la suggestiva Mostra dei Presepi nella saletta dell’Ex Cinema di Via Dante che quest’anno ha dedicato uno spazio alla tempesta Vaia che ha colpito Levico Terme il 29 novembre 2018.

Durante il periodo del Mercatino di Natale sarà possibile visitare il Forte Colle delle Benne tramite il comodo servizio di navetta in partenza dall’ingresso del Parco in Viale Rovigo. Il mercatino riaprirà i battenti venerdì 6 dicembre 2019 e vedrà un susseguirsi di eventi in occasione del weekend dell’Immacolata.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Sarà trasformata in definitiva la viabilità per il centro rifiuti di Scurelle

Pubblicato

-

Novità nel secondo aggiornamento del Documento di Programmazione settoriale 2019 – 2021 relativo agli interventi delle opere igienico sanitarie (impianti di depurazione, collettori e impianti per rifiuti urbani), adottato dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Maurizio Fugatti

È infatti previsto di trasformare in definitiva l’attuale viabilità provvisoria per l’accesso al centro di trasferimento rifiuti di Scurelle, per un importo di 155.000 euro, e la manutenzione straordinaria dei centri integrati di Medoina (Castello Molina di Fiemme) e Ciré (Pergine), per l’importo complessivo di 155.000 euro.

Il Documento di Programmazione settoriale, adottato dal Consiglio di amministrazione dell’Agenzia per la Depurazione il 30 ottobre scorso, per il resto conferma gli interventi già previsti e comprende in totale lavori per 158.479.692,45 euro: 129.259.238,46 euro per collettori e impianti di depurazione e 29.220.453,99 euro per gli impianti per i rifiuti urbani.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza