Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Val di Fassa: «Esiste un problema sicurezza per la presenza di lupi»

Pubblicato

-

“Dalla riunione odierna del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza è emerso che la presenza di un branco di lupi in val di Fassa, molto confidente verso l’uomo, può rappresentare un problema per la sicurezza delle persone. E’ la prima volta che il Commissario del Governo e il rappresentante di Ispra accostano alla presenza del lupo in Trentino la questione dell’incolumità delle persone, siano esse residenti o turisti”.

E’ questa la sintesi del presidente della Provincia autonoma di Trento sul tavolo di lavoro convocato per il primo pomeriggio di ieri presso la sede del Commissariato del Governo di Trento.

Attendo ora – ha aggiunto il presidente – che il prefetto Sandro Lombardi invii il verbale della seduta, con una comunicazione ufficiale, così da procedere con la richiesta, che recapiteremo al ministero dell’Ambiente , di operare in deroga alle attuali normative e procedere al prelievo, in particolare la cattura, degli esemplari che più volte in passato sono entrati nel centri abitati della val di Fassa. Questi esemplari si sono spinti fin nei giardini delle abitazioni private o nei parchi giochi, frequenti in quel momento da adulti e bambini”.

PubblicitàPubblicità

In chiusura, è intervenuta anche l’assessora provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca: “Condivido le preoccupazioni del mondo agricolo e degli allevatori in particolare. Le nostre risorse dovrebbe essere rivolte a investimenti nelle aziende per aumentarne la competitività e non in recinzioni dall’efficacia limitata”.

In apertura dei lavori del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, il prefetto Sandro Lombardi ha riassunto l’attività fin qui svolta dal gruppo di lavoro, riassumendo le diverse prescrizioni della normativa nazionale e locale in materia di grandi predatori.

Lo stesso commissario del Governo ha ricordato la preoccupazione crescente degli amministratori e delle popolazione, compresi gli allevatori, per i ripetuti avvistamenti, incontri e predazioni del grande predatore all’interno anche dei centri abitati. Inoltre, il commissario ha ricordato il numero di lupi presenti in Trentino: 70 esemplari, divisi in 7 branchi, localizzabili soprattutto nelle zone della val di Fassa, Vallagarina (Monti Lessini), e Alta val di Non.

Pubblicità
Pubblicità

“Nel corso di questi mesi – come ha ricordato il commissario del Governo -, proprio per rispondere alla mancanza di serenità da parte della gente, sono state attivate le prime misure preventive, quali gli incontri informativi con le popolazioni e i controlli da parte delle forze dell’ordine in diverse fasce orarie della giornata”.

Pubblicità
Pubblicità

Il tavolo di lavoro ha visto poi gli interventi dei sindaci, in particolare della valle di Fassa.

Pubblicità
Pubblicità

Il sindaco di Canazei ha sottolineato come sia venuta meno la garanzia che il lupo possa attaccare l’uomo:  “Di recente abbiamo inviato a tutte le famiglia del Comune un opuscolo con le informazioni e i comportamenti da tenere in caso di incontro con un lupo”.

Inoltre, il sindaco ha espresso preoccupazione per possibili forme di contagio da parte dell’esemplare, più volte avvistato in paese, affetto da rogna. Un’ipotesi questa ridimensionata dal rappresentante dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari.

Il sindaco di Sèn Jan (San Giovanni di Fassa) e la procuradora del Común general de Fascia hanno portato all’attenzione dei partecipanti del tavolo le testimonianze di coloro che si sono ritrovati il lupo nel giardino di casa o in aree pubbliche.

Di predazioni hanno invece parlato i colleghi di Mazzin e Moena: “I danni registrati dai gestori di malghe sono importanti e questo rischia di minare la fiducia degli allevatori che potrebbero preferite la stalla all’alpeggio estivo”, hanno aggiunto.

Della stesso tenore sono stati gli interventi dei rappresentanti degli allevatori (Coldiretti, Cia e Confallevatori): “A poco più di mese dalla riapertura della stagione degli alpeggi c ‘è molta preoccupazione, sia per le predazioni dei capi di bestiame sia per l’incolumità degli stessi pastori che spesso dormono all’aperto con gli animali. Se gli allevatori rinunciano a portare al pascolo gli animali – hanno concluso – il danno non è solo limitato al nostro comportato ma anche a quello turistico e commerciale”.

Il Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento ha segnalato due novità in tema di gestione dei lupi, ovvero l’autorizzazione da parte del ministero dell’Ambiente ad interventi di dissuasione e, soprattutto, la cattura di 5 esemplari per consentire approfondimenti e studio sulle loro abitudini.

Piero Genovesi, del Servizio per il coordinamento delle attività della fauna selvatica di Ispra (il braccio tecnico del ministero dell’ambiente), ha ricordato le numerose segnali di avvistamento di lupi che arrivano dall’intera penisola: “Il pericolo per l’uomo non va sottovalutato, non esiste rischio zero ma limitato”.

In particolare per la valle di Fassa, anche in risposta alle sollecitazioni dei sindaci e del presidente della Provincia autonoma di Trento, il tecnico ha concordato circa la possibilità che, comportamenti oltremodo “confidenziali” da parte di alcuni esemplari, possano generare possibili situazioni a rischio sicurezza e incolumità per le persone. Inoltre Genovesi ha ipotizzato l’opportunità di monitoraggio per il branco di lupi che ha colonizzato i monti Lessini e che si è protagonista delle incursioni in Vallagarina.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]

Categorie

di tendenza