Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Pallamano Mezzocorona, Bazzanella: «Primo obiettivo far crescere i giovani atleti trentini»

Pubblicato

-

A due settimane dalla fine del campionato di A2 di pallamano, Paolo Bazzanella presidente della Metallsider Mezzocorona traccia un bilancio di quello che che è stato e di quello che potrà essere il futuro della società rotaliana.

Il campionato si è concluso con un quartultimo posto: una salvezza tutto sommato tranquilla, conquistata con una squadra giovane che potrà fare tesoro dell’esperienza acquisita in questa stagione.

La squadra è composta interamente da giocatori trentini provenienti anche da Mori, Pressano e Cavalese e così Mezzocorona è diventato un terminale del movimento provinciale della pallamano, 22 anni l’età media del roster con gli Under 19 che hanno concluso la stagione con minutaggi significativi.

Pubblicità
Pubblicità

“Il bilancio è decisamente positivo – commenta il Presidente Bazzanella – Il ritorno al girone unico ha elevato il livello della Serie A1 e diminuito le squadre partecipanti ci ha permesso di ripartire con l’A2 ed un progetto con nuovi obiettivi ed ambizioni, pur restando nella seconda serie nazionale.

La Metallsider ha così cambiato strada, senza dover dipendere dalla presenza in massima serie:Ci siamo posti come obiettivo quello di crescere un gruppo di atleti trentini, talenti provenienti da altre società o anche giocatori che non avrebbero avuto spazio in massima serie ed a questo gruppo abbiamo affidato un allenatore competente; il risultato è stato più che soddisfacente e sicuramente ci dà ragione.

La strada verso il futuro è dunque tracciata “ma la stessa soddisfazione che prova la società – continua Bazzanella – speriamo ci sia anche da parte degli atleti. Soltanto con questa sintonia possiamo fare un altro gradino nel nostro progetto.”

Un Mezzocorona che guarda quindi avanti verso la formazione di una base:”Finché ci sarò io ambire alla massima serie non sarà un obbligo; soltanto se i tempi saranno maturi e se avremo a disposizione una base locale pronta per il massimo girone unico nazionale, allora ci potremo pensare ma – conclude Bazzanella – questi sono discorsi molto lontani dalla realtà odierna.”

Con campionato maschile concluso, l’attenzione si sposta sulla squadra femminile, dove la Metallsider si giocherà gran parte delle soddisfazioni: fra campionati regionali da assegnare ed alla portata delle gialloverdi e finali nazionali da disputare.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Mercato, le operazioni concluse e la rosa di Trentino Volley per la stagione 2019/20

Pubblicato

-

Si è concluso alle ore 17 di ieri il periodo di tempo utile per il tesseramento di atleti delle tredici società iscritte alla SuperLega Credem Banca 2019/20.

Oggi giovedì 18 luglio, alle ore 10.30, presso il Palazzo Congressi di Salsomaggiore Termine, al termine della tre giorni dedicata al Volley Mercato 2019, verrà presentato il calendario del 75° campionato di Serie A1 SuperLega Credem Banca.

Trentino Volley ufficializza le trattative portate a termine:

Pubblicità
Pubblicità

IN ENTRATA
Klemen Cebulj (schiacciatore), Powervolley Milano – SuperLega
Mitar Djuric (opposto), Stade Poitevin – Francia
Luis Sosa Sierra (schiacciatore), inattivo

IN USCITA

Oreste Cavuto (schiacciatore), Consar Ravenna – SuperLega
Maarten Van Garderen (schiacciatore), Top Volley Latina – SuperLega
Gabriele Nelli (opposto), Gas Sales Piacenza – SuperLega

La rosa per la stagione sportiva 2019/20:

Palleggiatori: Simone Giannelli e Nicola Daldello
Opposti: Luca Vettori e Mitar Djuric (Gre)
Schiacciatori: Uros Kovacevic (Srb), Aaron Russell (Usa), Klemen Cebulj (Slo) e Luis Sosa Sierra (Cub)
Centrali: Davide Candellaro, Srecko Lisinac (Srb) e Lorenzo Codarin
Libero: Jenia Grebennikov e Carlo De Angelis
Allenatori: Angelo Lorenzetti (1°) e Francesco Petrella (2°).

DEFINITO ANCHE IL ROSTER DELLA SQUADRA GIALLOBLU’ CHE DISPUTERA’ LA SERIE A3: FRANCESCO CONCI L’ALLENATORE

 Nella giornata odierna, l’ultima utile per concludere le operazioni della sessione estiva di Volley Mercato 2019, Trentino Volley ha definito anche il roster della squadra che, da ottobre, sarà ai nastri di partenza del neonato campionato di Serie A3 – girone Bianco.

La Società di via Trener disputerà il torneo con una rosa esclusivamente di giocatori fra i 18 e i 21 anni, la maggior parte dei quali già in organico durante la scorsa stagione per disputare i campionati nazionali di Serie B e Under 19. Il gruppo sarà affidato al Direttore Tecnico del Settore Giovanile Francesco Conci, che ricoprirà il ruolo di primo allenatore, e verosimilmente giocherà le partite casalinghe il sabato sera presso la palestra di Sanbapolis di Trento.

Fra i nomi di maggior spicco a disposizione di Conci lo schiacciatore dell’Italia Under 19 Alessandro Michieletto e l’universale Stefano Bonatesta, già nel giro azzurro; gli unici tre innesti sono il martello trevigiano Pol, quello veronese Magalini ed il libero vicentino Lambrini.

IL ROSTER

Palleggiatori: Antonio Mussari (classe 2001, 195 cm) e Filippo Pizzini (1999, 187 cm)
Opposti: Davide De Giorgio (1999, 202 cm) e Sergio Poggio (2000, 198 cm)
Schiacciatori: Stefano Bonatesta (2002, 194 cm), Samuel Dietre (2000, 196 cm), Giulio Magalini (2001, 196 cm – da Club Italia via Blu Volley Verona), Alessandro Michieletto (2001, 202 cm) e Alberto Pol (2001, 200 cm – da Volley Treviso)
Centrali: Alessandro Acuti (2000, 198 cm), Stefano Coser (2001, 196 cm) e Francesco Simoni (1999, 198 cm)
Liberi: Gabriele Lambrini (1999, 185 cm – da Lagaris Volley) e Alex Zanlucchi (2001, 187 cm)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Il Tennis Club C10 centra la salvezza in D1

Pubblicato

-

La squadra maschile del Tennis Club C10 classificandosi al quarto posto del suo girone, ha conquistato la salvezza nel campionato regionale di Serie D1 organizzato dal Comitato Trentino FIT.

Obiettivo non facile alla vigilia vista la caratura tecnica delle squadre partecipanti, che schieravano alcuni tra i migliori giocatori della nostra provincia.

La formazione composta da Maronato, Ambrosi, Colorio, Caputo, Gugole, Rizzi, Slomp e Manica, non ha mai perso in casa, vincendo con Trento e Sportivando, e pareggiando contro l’Argentario nell’incontro d’esordio.

Pubblicità
Pubblicità

In trasferta oltre al pareggio colto contro il Centro Val di Sole a Malè, ci sono state le uniche due sconfitte con l’Ata e l’Arco, formazioni arrivate ai primi due posti del raggruppamento. Nel complesso quello giocato dal circolo roveretano è stato un buon campionato, migliorando la posizione in classifica dell’anno passato.

Tutti giocatori si sono impegnati per ottenere questo risultato, evidenziando notevole spirito di gruppo. Da segnalare il ritorno alle gare di Marco Manica, protagonista negli anni di tanti successi del club.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Alessandra Campedelli torna a casa: allenerà la C9 di Arco – Riva del Garda

Pubblicato

-

Alessandra Campedelli torna a casa: allenerà l’under 16 della Pallavolo C9 di Arco – Riva del Garda.

A darne comunicazione è la stessa società sulla sua pagina social.

L’allenatrice della Nazionale di pallavolo sorde, campione d’Europa in carica, dopo tre anni alla Blu Volley Verona, torna in Trentino dove, venticinque anni fa, iniziò la sua avventura pallavolistica, prima come allenatrice e poi anche come giocatrice prima di tornare sulla panchina.

PubblicitàPubblicità

Oggi inizia una nuova avventura nel C9, società trentina di tradizione, una tra le prime in Italia con 400 tesserati, disputa 26 campionati, tra FIPAV e CSI.
“Sono felicissima – spiega raggiante Alessandra Campedelli, insegnante di sostegno di Mori (TN) – perché per me è un po’ come tornare a casa. Qui ho iniziato con la pallavolo tanti anni fa e in questo momento della mia vita dovevo fare delle scelte importanti legate al lavoro e alla mia famiglia. Sono contenta di aver trovato questa opportunità, vicino casa, in una delle società più numerose d’Italia, con tanti riconoscimenti per il lavoro svolto negli anni”.

IL COMUNICATO STAMPA DELLA SOCIETÀ – L’allenatrice della Nazionale di pallavolo sorde, campione d’Europa in carica, dopo tre anni alla Blu Volley Verona, torna in Trentino dove, venticinque anni fa, iniziò la sua avventura pallavolistica, prima come allenatrice e poi anche come giocatrice prima di tornare sulla panchina: “Dovevo capire sulla mia pelle cosa poter chiedere alle ragazze” spiega a distanza di tempo Campedelli. Un percorso, una partenza che, negli anni, le ha portato tanta fortuna e che le ha permesso di conquistare successi e titoli importanti sia con le squadre maschili FIPAV sia con la rappresentativa pallavolistica sorde femminile della FSSI (Federazione Sport Sordi Italia). Oggi inizia una nuova avventura nel C9, società trentina di grande tradizione, una tra le prime in Italia per numero di iscritti, se pensiamo che, considerando i settori maschile e femminile, supera i 400 tesserati, disputando 26 campionati, tra FIPAV e CSI.

“Sono felicissima – spiega raggiante Alessandra Campedelli, insegnante di sostegno di Mori (TN) – perché per me è un po’ come tornare a casa. Qui ho iniziato con la pallavolo tanti anni fa e in questo momento della mia vita dovevo fare delle scelte importanti legate al lavoro e alla mia famiglia. Sono contenta di aver trovato questa opportunità, vicino casa, in una delle società più numerose d’Italia, con tanti riconoscimenti per il lavoro svolto negli anni. Ho unito tutti i puntini e non potevo davvero chiedere di meglio per la prossima stagione. Al di là dell’aspetto pallavolistico, quello della Pallavolo C9 è un ambiente familiare ma, nello stesso tempo, ambizioso che può puntare, per capacità e per numeri, a diventare una delle società fiore all’occhiello del volley giovanile italiano. Ha mantenuto negli anni l’affetto dei propri atleti, molti dei quali hanno anche conquistato palcoscenici importanti, come Katja Luraschi e Valentina Rania nel femminile, Lorenzo Gallosti e Daniele Cro nel maschile. Per quanto riguarda me, hanno apprezzato il lavoro fatto con la nazionale sorde e mi sostengono in questa mia avventura: anche tale aspetto è stato fondamentale nella mia scelta. Sarà una grande sfida perché allenerò un gruppo giovane, al primo anno di under 16, dove ci sono diversi giocatori interessanti e con una bella prospettiva. E sono felice di far parte di un team di allenatori con i quali, ne sono certa, potremo portare in alto la Pallavolo C9”.

“Alessandra si inserisce in un gruppo di allenatori di valore – spiega Maurizio Mattei, vicepresidente e direttore sportivo del settore giovanile maschile della Pallavolo C9 – lei è un’eccellenza e ci aiuterà molto a crescere dal punto di vista tecnico. Quello di Alessandra è un bel gruppo di atleti che ha fatto bene negli ultimi anni e che ha bisogno di crescere. Ci sono delle buone fisicità e pensiamo che Alessandra sia la persona giusta, la più indicata per accompagnare questi atleti verso la maturità sportiva. Siamo una società in forte crescita, a livello nazionale, tra le società di base, siamo sesti in Italia per tesserati e attività nel settore maschile. Tornando al nuovo coach, sono convinto che l’esperienza di Alessandra nell’ambito della nazionale sorde sia davvero un valore aggiunto e possa stimolare i nostri ragazzi a rapportarsi con le disabilità nel migliore dei modi, per crescere non solo come atleti ma soprattutto come uomini”

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza