Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Curiosa novità alla 6a edizione di “Ri-Piazza”: in centro a Cavareno anche il “Mercatino del riuso”

Pubblicato

-

Anche quest'anno il centro di Cavareno farà da cornice a "Ri-Piazza", la festa del riciclo creativo

La 6a edizione di “Ri-Piazza”, la festa del Riciclo Creativo che la Comunità della Val di Non organizza in collaborazione con il Comune di Cavareno e la Charta della Regola-Fucina dei Mestieri, sta iniziando a scaldare i motori.

Nelle giornate di venerdì 31 maggio e sabato 1° giugno l’evento animerà infatti il centro di Cavareno. “Sarà l’occasione per parlare del rispetto dell’ambiente – ci tiene a sottolineare il presidente della Comunità di Valle Silvano Dominici –. Lo faremo attraverso laboratori, conferenze, mostre e lo spettacolo ‘La balena di plastica’: una favola contemporanea emozionante per riflettere sul delicato problema dei rifiuti di plastica in mare”.

Sarà anche un modo per stare assieme, fermarsi a pranzo per un picnic in famiglia possibilmente senza ricorrere a piatti, bicchieri e posate usa e getta come vivamente raccomandato dall’organizzazione.

PubblicitàPubblicità

Saranno due le novità principali di quest’anno: il “Repair cafè” e un mercatino tutto particolare.

Sabato 1° giugno, infatti, il centro di Cavareno farà da scenografia al primo “Mercatino del riuso”, aperto a tutti i privati cittadini e alle associazioni senza scopo di lucro.

Pubblicità
Pubblicità

Un’occasione unica per vendere-scambiare-regalare oggetti ancora in buono stato e degni di nuova vita.

Per partecipare basta semplicemente liberare casa, soffitta e cantina da ciò che si conserva perché “ancora buono”.  Tutti gli oggetti che meritano una nuova opportunità possono essere messi in esposizione in attesa di un nuovo proprietario.

Pubblicità
Pubblicità

Per ottenere uno spazio è sufficiente compilare un breve modulo di partecipazione entro il 25 maggio, scaricabile dal sito della Comunità della Val di Non o del Comune di Cavareno.

L’organizzazione, fino ad esaurimento delle scorte, mette a disposizione un tavolo.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Lover: la parrocchia costruisce il campetto, il Comune di Campodenno contribuisce

Pubblicato

-

La frazione di Lover

La Parrocchia dell’Immacolata di Lover ha realizzato, in prossimità della canonica, un campetto polifunzionale a servizio della frazione. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

«Agorà forum sound» a Smarano, il concerto finale con MotoContrario

Pubblicato

-

Domenica 15 dicembre ad ore 20.30 a Smarano, nell’Auditorium della Smarano Organ Academy, si terrà un concerto con le opere dei giovani compositori che hanno partecipato all’“Agorà Forum & Sound – Workshop & Performance”, progetto promosso dall’Associazione Culturale “Piazza del Mondo” in collaborazione con Associazione di Promozione Sociale Mons. Celestino Eccher e MotoContrario Ensemble.

Nei mesi da settembre a dicembre 2019 un gruppo consistente e internazionale di compositori ha lavorato a Smarano alle proprie composizioni nell’ambito di quest’esperienza aperta di creatività, condivisione e confronto; giovani provenienti da Italia, Russia, Iran, Germania.

Le composizioni saranno eseguite dal MotoContrario Ensemble nella composizione con Beatrix Graf (clarinetti), Emanuele Dalmaso (sassofoni), Riccardo Terrin (tromba), Andrea Mattevi (viola), Marco Longo (pianoforte). L’ensemble eseguirà opere dei compositori: Marco Faglia, Claudio Dina, Sebastiano De Salvo, Edgar Caracristi, Veronika Reutz Drobnić, Roman Parkhomenko, Abolfazl Rahbarian, Daniele Grott, Giacomo Mazzucchi.

Pubblicità
Pubblicità

A Smarano si sono svolti i laboratori creativi di composizione, studio e ricerca, guidati da Cosimo Colazzo, compositore, docente al Conservatorio Bonporti.

Qui i compositori hanno potuto seguire i laboratori dedicati alle tecniche strumentali contemporanee tenute dai musicisti del MotoContrario ensemble, il sassofonista Emanuele Dalmaso, il violista e compositore Andrea Mattevi, il pianista e compositore Marco Longo, il trombettista Riccardo Terrin, la clarinettista Beatrix Graf, ed hanno potuto incontrare compositori e artisti ospiti.

Pubblicità
Pubblicità

 Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la Fondazione Cartitro, la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, la Provincia Autonoma di Trento ed il Consorzio BIM dell’Adige.

Ha preso così forma e si compie un progetto dove giovani compositori emergenti hanno potuto incontrarsi, scambiare esperienze e idee, condividere i loro esperimenti. Un luogo, anche, dove questi stessi artisti hanno realizzato un loro progetto compositivo, che ora viene comunicato al pubblico grazie all’interpretazione di un ensemble professionale.

Pubblicità
Pubblicità

“Agorà Forum & Sounds” ha rappresentato una manifestazione di grande successo, di richiamo internazionale, con la sua formula di laboratori, di forum di discussione e confronto, con worskhop su tecniche compositive, tecniche strumentali.

L’intenzione e la volontà degli organizzatori, di quanti vi hanno partecipato, è di replicarla nell’anno a venire, allargandola a nuove occasioni di relazione e confronto: nuovi organici, rapporti di antico e contemporaneo.

In una sede come l’Accademia di Smarano, quale più bella e arricchente esperienza di connettere e mettere in dialogo l’antico e il contemporaneo, gli strumenti della tradizione e nuovi strumenti, la cultura dell’interpretazione filologica e quella che si esprime con le visioni del futuro? A questo stanno pensando gli organizzatori e collaboratori. Una straordinaria possibilità di mettere in rete esperienze, sensibilità diverse, di aprire dialoghi culturali, in un orizzonte internazionale.

L’ingresso al concerto è libero

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Riapre stasera la Statale 421 per Molveno

Pubblicato

-

Grazie all’impegno determinante del Servizio Gestione Strade della Provincia, a partire da questa sera sarà riaperta al traffico la S.S. 421 nel tratto tra S. Lorenzo in Banale e Molveno, chiusa dal 23 novembre scorso a causa di una frana staccatasi dalla parete rocciosa che costeggia la sede stradale

Gli interventi per ripristinare l’agibilità dell’arteria viaria sono stati avviati già all’indomani della frana dallo stesso Servizio Gestione Strade, in collaborazione con i geologi del Servizio provinciale e di una ditta specializzata in disgaggi.

La riapertura è avvenuta in tempi record, nonostante la situazione della parete rocciosa a monte della strada, l’entità della frana e le condizioni di intervento non certe.

Pubblicità
Pubblicità

Superato questo problema immediato rimane l’impegno, confermato dal presidente Maurizio Fugatti, di affrontare strutturalmente le condizioni della strada, per la quale sono già disponibili risorse a bilancio.

Al momento, oltre alla bonifica di un’ampia porzione del versante interessato dai crolli, si è provveduto allo svuotamento del materiale di frana trattenuto dalle barriere paramassi già in opera ed a realizzare una nuova barriera paramassi nella parte superiore delle alte pareti presenti.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre, per accelerare la riapertura della strada in considerazione della sua valenza turistica e considerato che sono già in attività gli impianti delle stazioni sciistiche dell’Altopiano della Paganella, per un tratto di circa 80 metri, la sede stradale è stata provvisoriamente spostata più a valle, in modo da allontanarla il più possibile dalla base della parete della frana.

Ad ulteriore protezione del traffico è stata realizzata una barriera di elementi prefabbricati in cemento armato, sormontati da una rete metallica, in modo da contenere le eventuali proiezioni di frammenti che potrebbero essere rilasciati nella fase di completamento dei lavori, prevista per le prossime settimane.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza