Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Lavoro subordinato: scoperti in val Rendena «finti artigiani» che lavoravano per una ditta Trentina

Pubblicato

-

I Carabinieri di Madonna di Campiglio, dipendenti dalla Compagnia CC di Riva del Garda, nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando Provinciale in materia di tutela dei lavoratori, hanno eseguito diversi controlli nei cantieri del territorio di competenza.

Nei periodi di chiusura degli alberghi molti imprenditori del settore provvedono a degli ammodernamenti degli immobili e la località della Val Rendena si riempie di ditte ed operai edili.

In questo contesto hanno operato i Carabinieri, con il personale dell’Ispettorato del lavoro della Provincia Autonoma di Trento.

PubblicitàPubblicità

In particolare, cinque sono i siti già oggetto di approfondito controllo.

In un caso sono stati identificati tre lavoratori intenti a svolgere la propria attività il 25 aprile scorso.

Uno di essi, dipendente di una società Trentina, di fatto coordinava e impartiva gli ordini agli altri due (entrambi di nazionalità rumena e provenienti da Modena) che si qualificavano come artigiani liberi professionisti.

I controlli approfonditi hanno disatteso la loro tesi e dimostrato che in realtà erano lavoratori subordinati, mascherati da artigiani, in quanto privi di una propria organizzazione aziendale e di fatto inquadrati nell’assetto della ditta Trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Tale pratica, piuttosto diffusa permette notevoli risparmi in materia di contributi previdenziali ed assistenziali, in quanto, come nel caso di specie, gli artigiani rumeni fatturavano la mera prestazione d’opera con un compenso pattuito di 15 euro all’ora, netto intorno ai 10 euro.

I carabinieri sottolineano come uno dei due sedicenti artigiani avesse da pochi giorni aperto la partita IVA e fosse privo di qualsiasi strumento di lavoro, tanto da non avere nemmeno l’autovettura per tornare a Modena (luogo di residenza).

Gli accertamenti sono stati comunicati al Servizio Lavoro della Provincia Autonoma di Trento per i provvedimenti di competenza.

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Col trattore precipita da un muretto su un’autovettura parcheggiata. Grave 72 enne

Pubblicato

-

Un 72 enne del posto è rimasto ferito nel pomeriggio a Biè, una frazione di Comano Terme nel Bleggio inferiore.

L’uomo verso le 16.30 aveva finito di raccogliere le mele nella sua campagna quando uscendo da un filare il suo trattore ha cominciato per cause ancora da precisare a roteare su se stesso.

Perso il controllo il trattore è precipitato per un paio di metri da un muretto di contenimento schiantandosi contro una vettura che si trovava nel parcheggio sottostante.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo è rimasto schiacciato sotto il rimorchio.

Sul posto sono arrivate due ambulanze di Trentino Emergenza ma visto condizioni del 72 enne si è deciso di far intervenire l’elisoccorso che ha trasportato il ferito all’ospedale di Santa Chiara.

L’agricoltore è rimasto comunque sempre cosciente durante il trasporto. Le sue condizioni sono gravi ma non corre pericolo di vita.

Sul posto anche la Polizia locale delle Giudicarie.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Scuola, l’assessore Failoni: «Lo sport ha una grande importanza formativa»

Pubblicato

-

Primo giorno di scuola anche all’istituto Comprensivo Val Rendena, a Pinzolo.

Gli alunni sono stati accolti all’ingresso a scuola dall’assessore provinciale allo sport Roberto Failoni, accompagnato dalla dirigente Cinzia Salomone, dal sindaco Michele Cereghini e dal presidente della Consulta dei genitori dell’Istituto Maurizio Freschi.

“L’augurio che voglio formulare agli alunni – ha detto l’assessore Failoni – è di affrontare il percorso scolastico con serenità ed entusiasmo. Al mondo della scuola rivolgo inoltre l’invito a favorire la possibilità che i ragazzi, oltre a studiare ed apprendere con profitto, possano anche trovare il tempo per praticare lo sport, che è così importante per il loro sviluppo fisico, mentale e sociale“.

PubblicitàPubblicità

Sono oltre 700 gli alunni iscritti all’Istituto Comprensivo che conta sette plessi per la scuola primaria e tre per la secondaria. Accoglie i giovani della Valle Rendena e nel suo progetto formativo riserva grande attenzione alle lingue, ai temi ambientali e legati al territorio, alle nuove tecnologie, alla possibilità per gli alunni di fare attività sportiva.

L’assessore ha anche visitato una classe. “Ricordo – ha spiegato Failoni rivolgendosi al personale scolastico e ai genitori presenti – che abbiamo previsto, nei nuovi criteri recentemente approvati, incentivi per sostenere l’attività sportiva”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Il vicepresidente Tonina all’I.C. Giudicarie Esteriori: un inizio all’insegna dell’ambiente, dell’Autonomia, del diritto allo studio

Pubblicato

-

Ambiente e Autonomia al centro del saluto del vicepresidente della Provincia autonoma Mario Tonina agli alunni e studenti dell’Istituto Comprensivo Giudicarie Esteriori, guidato dal nuovo dirigente scolastico Renato Paoli, e un “grazie” a tutto il personale docente e non docente che anche quest’anno si impegnerà al massimo per dare ai ragazzi un’educazione di qualità e ricca di valori.

La scuola deve essere una palestra di vita – ha detto il vicepresidente – , una preparazione al mondo della scuola e anche un luogo in cui si forma la futura classe dirigente. Vorrei però soprattutto richiamare un tema su cui la classe politica è fortemente sollecitata, anche sull’esempio di Greta Thunberg, la giovane attivista che è quasi coetanea di tanti voi ragazzi: l’ambiente. Abbiamo una grande responsabilità nei vostri confronti. Abbiamo visto lo scorso anno con la tempesta Vaia quali possono essere gli effetti dei cambiamenti climatici. Attraverso la scuola dobbiamo essere in grado di diffondere una cultura della tutela e valorizzazione dell’ambiente, come abbiamo ribadito recentemente anche agli Stati generali della montagna, e contribuire a diffondere comportamenti virtuosi. Dobbiamo ridurre l’uso della plastica e il consumo di energia, come ci ricorda anche il Consorzio Elettrico attivo in questo Comprensorio, che svolge un ruolo di sensibilizzazione importante sul tema. Dobbiamo prenderci cura delle Dolomiti patrimonio Unesco, cosa che sarà anche al centro di un progetto che svilupperemo con l’Iprase. I temi su cui impegnarci sono tanti, auguro quindi a tutti coloro che frequentano questa scuola, che conosco molto bene, di poterlo fare in maniera proficua e soddisfacente”.

Da Tonina infine un richiamo ai valori dell’Autonomia speciale del Trentino, che va studiata, compresa e valorizzata, e un “buon lavoro” al nuovo dirigente scolastico, che inizia il suo percorso alla guida dell’Istituto.

PubblicitàPubblicità

L’I.C. Giudicarie esteriori, con sede a Ponte Arche, comprende la scuola primaria e la secondaria di primo grado, per un totale di quasi settecento alunni e studenti. E’ il polo scolastico di riferimento per tutte le Giudicarie Esteriori, e pertanto è naturalmente una scuola molto attenta ai temi cari anche al territorio.

“Mi auguro che possiate trovare qui tutto ciò che desiderate – ha detto il dirigente scolastico Paoli salutando a sua volta i ragazzi e  i loro insegnanti, riuniti per l’occasione nella palestra dell’istituto – . La scuola offre un enorme ventaglio di possibilità. Ma soprattutto la scuola è un diritto, perché i giovani hanno il diritto di essere istruiti ed educati. Assicuravi che possiate goderlo è compito di tutta la comunità. Questo diritto vi garantisce una cosa preziosissima: la libertà, quella  fare le vostre scelte, bene e in piena consapevolezza. Naturalmente la scuola implica anche il rispetto di alcune regole, necessarie per garantire una buona convivenza e creare una comunità serena. Soprattutto, però, spero che il vostro percorso scolastico sia ricco di soddisfazioni, di amicizie, di gioia”.

La mattinata si è conclusa con una piccola cerimonia di consegna degli Avatar che gli alunni delle prime classi avevano realizzato nelle prime ore  trascorse nelle loro aule, disegni con i quali era stato chiesto ai ragazzi di rappresentare se stessi e quindi, anche, di presentarsi agli altri.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza