Connect with us
Pubblicità

Sport Trentino

Un Trento orgoglioso cede di misura al Campodarsego

Pubblicato

-

Sul campo della quarta della classe il Trento disputa una prova orgogliosa e si arrende solamente di misura al Campodarsego, che passa nel primo tempo con Scapin, raddoppia ad inizio ripresa con Santinon, prima del ritorno dei gialloblù che accorciano le distanze con l’eurogol di Roveretto e poi sfiorano in un paio di circostanze il pareggio con Bertaso e lo stesso Roveretto.

Esordio assoluto in categoria per i classe 2001 Michele Panizza e Nicola Battisti, entrambi prodotti del settore giovanile, “prima” stagionale da titolare per Elvir Islami e prima apparizione stagionale per il portiere Ilario Guadagnin. Domenica prossima ultimo impegno della stagione con la sfida interna contro il Belluno.

Mister Loris Bodo deve fare a meno degli squalificati Zucchini e Sanseverino e degli infortunati Sabato, Petrilli e Cristofoli e si affida al “4-1-4-1”.

Pubblicità
Pubblicità

Esordio stagionale per il portiere Ilario Guadagnin e il difensore classe 2001 Michele Panizza, uno degli elementi più promettenti del gruppo della formazione Juniores. “Prima” da titolare anche per Islami.

Si gioca in un pomeriggio freddo e con forti folate di vento. Botta e risposta nei primi minuti con una verticalizzazione dei padroni di casa per il centravanti Vuthaj, ma il suggerimento è lungo e facile preda di Guadagnin, mentre il Trento si fa vedere con il traversone da sinistra di Roveretto che non trova compagni a centroarea.

Al 20′ Scapin viene servito sul filo del fuorigioco, ma Guadagnin è bravo in uscita e respinge con i piedi il tiro del numero undici di casa e, subito dopo, Caporali cerca la porta con un tiro da fuori area, facile preda del portiere del Trento.

Al 29′ la squadra di Bodo torna a pungere con Mureno, che calcia dal limite, un difensore veneto devia la sfera che viene bloccata in due tempi dal portiere Voltan, che anticipa Carella.

Il risultato si sblocca al minuto 32 con il Campodarsego che passa a condurre: discesa di Vuthaj a sinistra e traversone al centro: Raimondi non ci arriva, ma giunge di gran carriera Scapin, che dal limite dell’area batte Guadagnin con un tiro potente che s’insacca a fil di palo.

Prima dell’intervallo da segnalare una conclusione fuori misura e un colpo di testa a lato di Vuthaj, prima del grande intervento di Guadagnin, che respinge di puro istinto il colpo di testa a botta sicura di Raimondi.

Nella ripresa il Campodarsego trova il raddoppio al 51′: piazzato dalla destra di Michelotto per Santinon che stacca da centroarea e insacca sotto la traversa con un preciso colpo di testa.

Guadagnin dice “no” a Raimondi e Scandilori (con la collaborazione di Mureno), poi i gialloblù guadagnano campo e al 74′ accorciano le distanze con un gran gol di Roveretto, che si accentra dalla sinistra e poi lascia partire un tiro di collo esterno destro che s’insacca proprio all’incrocio dei pali.

Al 79′ il Trento va vicinissimo al pareggio con Bertaso, entrato in campo al posto di Frulla, che batte di prima intenzione da pochi metri ma non trova la porta.

Bodo getta nella mischia anche Battisti, centrocampista classe 2001 e la formazione del capoluogo ha un’altra grande occasione per raggiungere il pareggio, ma l’estremo difensore di casa Voltan è strepitoso nell’intervento in tuffo sul tiro rasoterra da centroarea di Roveretto.

Nel finale, con il Campodarsego in dieci per l’espulsione comminata a Giorgi (che rimedia due cartellini gialli nel giro di tre minuti), il Trento spinge alla ricerca del pareggio: Furlan non arriva di un soffio sul traversone dalla sinistra di Mureno e poi la conclusione dell’esterno mancino gialloblù viene bloccata in due tempi dal portiere veneto.

Finisce 2 a 1 per il Campodarsego. Domenica prossima ultimo impegno della stagione: al “Briamasco” arriverà il Belluno.

CAMPODARSEGO (4-4-2): Voltan; Santinon (26’st Dario), Seno, Leonarduzzi, Scandilori (42’st Barison); Scapin (46’st Nnodim), Trento, Caporali, Michelotto (20’st Franciosi); Raimondi (30’st Giorgi), Vuthaj.
A disposizione: Costa, Bedin, Pilotto, Coppola.
Allenatore: Antonio Andreucci.
AC TRENTO (4-1-4-1): Guadagnin; Paoli, Carella, Panizza, Mureno; Furlan; Islami (18’st Ferraglia), Frulla (26’st Bertaso), Trevisan (36’st Battisti), Roveretto; Bosio.
A disposizione: Barosi, Badjan, Degasperi, Baronio, Romagna, Panariello.
Allenatore: Loris Bodo.
ARBITRO: Bullari di Brescia (Facchini di Bologna e Siboni di Faenza).
RETI: 32’pt Scapin (C), 6’st Santinon (C), 29’st Roveretto (T).
NOTE: spettatori 100 circa. Campo in discrete condizioni. Pomeriggio freddo. Forte vento per tutta la durata della gara. Espulso al 43’st Giorgi (C) per doppia ammonizione. Calci d’angolo 6 a 4 per il Trento. Recupero 0′ + 3′.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Aquila Basket Trento: è ufficiale, Beto Gomes torna in Portogallo

Pubblicato

-

Anche se la notizia era stata data per certa (senza conferme o smentite da parte dello stesso Beto) ancora un mese faBeto Gomes saluta oggi il trentino ed i propri fan tramite un video pubblicato sul suo profilo Instagram e poi condiviso sul profilo ufficiale della squadra trentina.

Dopo tre anni meravigliosi, quindi, si separano le strade si Beto Gomes e della Dolomiti Energia Trentino.

Nativo di Capoverde e arrivato a Trento nell’estate del 2016, il giocatore portoghese è rapidamente diventato uno degli uomini simbolo delle imprese del team bianconero: 145 partite giocate fra Serie A, EuroCup e coppe nazionali, 4.106 minuti in campo a tutta intensità, 1.439 punti segnati e 801 rimbalzi catturati a quote irreali.

Pubblicità
Pubblicità

Il tutto condito da due Finali Scudetto, una Top 16 di EuroCup ed una infinità di indelebili ricordi lasciati nel cuore dei tifosi del team trentino. Gomes lascia da migliore di sempre con la maglia dell’Aquila per triple segnate (264) e per punti realizzati in una singola partita di EuroCup (28 nell’indimenticabile rimonta a San Pietroburgo contro lo Zenit).


Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Mercato, le operazioni concluse e la rosa di Trentino Volley per la stagione 2019/20

Pubblicato

-

Si è concluso alle ore 17 di ieri il periodo di tempo utile per il tesseramento di atleti delle tredici società iscritte alla SuperLega Credem Banca 2019/20.

Oggi giovedì 18 luglio, alle ore 10.30, presso il Palazzo Congressi di Salsomaggiore Termine, al termine della tre giorni dedicata al Volley Mercato 2019, verrà presentato il calendario del 75° campionato di Serie A1 SuperLega Credem Banca.

Trentino Volley ufficializza le trattative portate a termine:

Pubblicità
Pubblicità

IN ENTRATA
Klemen Cebulj (schiacciatore), Powervolley Milano – SuperLega
Mitar Djuric (opposto), Stade Poitevin – Francia
Luis Sosa Sierra (schiacciatore), inattivo

IN USCITA

Oreste Cavuto (schiacciatore), Consar Ravenna – SuperLega
Maarten Van Garderen (schiacciatore), Top Volley Latina – SuperLega
Gabriele Nelli (opposto), Gas Sales Piacenza – SuperLega

La rosa per la stagione sportiva 2019/20:

Palleggiatori: Simone Giannelli e Nicola Daldello
Opposti: Luca Vettori e Mitar Djuric (Gre)
Schiacciatori: Uros Kovacevic (Srb), Aaron Russell (Usa), Klemen Cebulj (Slo) e Luis Sosa Sierra (Cub)
Centrali: Davide Candellaro, Srecko Lisinac (Srb) e Lorenzo Codarin
Libero: Jenia Grebennikov e Carlo De Angelis
Allenatori: Angelo Lorenzetti (1°) e Francesco Petrella (2°).

DEFINITO ANCHE IL ROSTER DELLA SQUADRA GIALLOBLU’ CHE DISPUTERA’ LA SERIE A3: FRANCESCO CONCI L’ALLENATORE

 Nella giornata odierna, l’ultima utile per concludere le operazioni della sessione estiva di Volley Mercato 2019, Trentino Volley ha definito anche il roster della squadra che, da ottobre, sarà ai nastri di partenza del neonato campionato di Serie A3 – girone Bianco.

La Società di via Trener disputerà il torneo con una rosa esclusivamente di giocatori fra i 18 e i 21 anni, la maggior parte dei quali già in organico durante la scorsa stagione per disputare i campionati nazionali di Serie B e Under 19. Il gruppo sarà affidato al Direttore Tecnico del Settore Giovanile Francesco Conci, che ricoprirà il ruolo di primo allenatore, e verosimilmente giocherà le partite casalinghe il sabato sera presso la palestra di Sanbapolis di Trento.

Fra i nomi di maggior spicco a disposizione di Conci lo schiacciatore dell’Italia Under 19 Alessandro Michieletto e l’universale Stefano Bonatesta, già nel giro azzurro; gli unici tre innesti sono il martello trevigiano Pol, quello veronese Magalini ed il libero vicentino Lambrini.

IL ROSTER

Palleggiatori: Antonio Mussari (classe 2001, 195 cm) e Filippo Pizzini (1999, 187 cm)
Opposti: Davide De Giorgio (1999, 202 cm) e Sergio Poggio (2000, 198 cm)
Schiacciatori: Stefano Bonatesta (2002, 194 cm), Samuel Dietre (2000, 196 cm), Giulio Magalini (2001, 196 cm – da Club Italia via Blu Volley Verona), Alessandro Michieletto (2001, 202 cm) e Alberto Pol (2001, 200 cm – da Volley Treviso)
Centrali: Alessandro Acuti (2000, 198 cm), Stefano Coser (2001, 196 cm) e Francesco Simoni (1999, 198 cm)
Liberi: Gabriele Lambrini (1999, 185 cm – da Lagaris Volley) e Alex Zanlucchi (2001, 187 cm)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

Il Tennis Club C10 centra la salvezza in D1

Pubblicato

-

La squadra maschile del Tennis Club C10 classificandosi al quarto posto del suo girone, ha conquistato la salvezza nel campionato regionale di Serie D1 organizzato dal Comitato Trentino FIT.

Obiettivo non facile alla vigilia vista la caratura tecnica delle squadre partecipanti, che schieravano alcuni tra i migliori giocatori della nostra provincia.

La formazione composta da Maronato, Ambrosi, Colorio, Caputo, Gugole, Rizzi, Slomp e Manica, non ha mai perso in casa, vincendo con Trento e Sportivando, e pareggiando contro l’Argentario nell’incontro d’esordio.

Pubblicità
Pubblicità

In trasferta oltre al pareggio colto contro il Centro Val di Sole a Malè, ci sono state le uniche due sconfitte con l’Ata e l’Arco, formazioni arrivate ai primi due posti del raggruppamento. Nel complesso quello giocato dal circolo roveretano è stato un buon campionato, migliorando la posizione in classifica dell’anno passato.

Tutti giocatori si sono impegnati per ottenere questo risultato, evidenziando notevole spirito di gruppo. Da segnalare il ritorno alle gare di Marco Manica, protagonista negli anni di tanti successi del club.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza