Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Tiziano e Francesca Nerobutto vincono il 9° Valsugana Historic Rally

Pubblicato

-

Combattuta, spettacolare, rocambolesca: così è stata la nona edizione del Valsugana Historic Rally che si è conclusa nel pomeriggio di sabato 27 dopo nove ore di gara ricche di emozioni ed agonismo.

Ad aggiudicarsela sono stati i locali Tiziano e Francesca Nerobutto, padre e figlia di Borgo Valsugana, che dopo un inizio in salita con la loro Opel Ascona 400 Gruppo 4 coi colori del Team Bassano, hanno cambiato passo ed infilato un poker di successi parziali sulle sei prove regolarmente disputate.

A completare il podio la Ford Sierra Cosworth 4×4 Gruppo A di Riccardo Bianco e Fabrizio Handel, bravi a resistere nonostante alcune noie meccaniche ed aggiudicarsi la vittoria nel 4° Raggruppamento precedendo i compagni della Scuderia Palladio Historic Paolo e Giulio Nodari che non si sono arresi ad un inizio di gara travagliato e proprio sul filo di lana hanno conquistato la terza posizione con la BMW M3 Gruppo A.

Pubblicità
Pubblicità

Cielo terso e sole splendente, decisamente inaspettati dopo la sfuriata meteorologica del venerdì pomeriggio, hanno accolto la partenza del rally con le A112 del Trofeo ad iniziare le schermaglie seguite dalle restanti vetture del rally e dalle quarantasei della regolarità sport.

Sono Alberto Battistolli e Luigi Cazzaro a piazzare il primo scratch con la Lancia Rally 037 sulla prova “Morello”; dietro di loro Tiziano e Francesca Nerobutto pagano ben 8”7 con l’Opel Ascona 400 e addirittura 11”3  il distacco che accusano Riccardo Bianco e Fabrizio Handel con la Ford Sierra 4×4 che dà loro qualche problema coi freni.

Pubblicità
Pubblicità

Roberto Rimoldi e Roberto Consiglio con la Porsche 911 SC esordiscono sulle prove del Valsugana con un buon quarto tempo precedendo Giorgio Costenaro e Lucia Zambiasi, i più veloci del 2° Raggruppamento con la Lancia Stratos; ottimo riscontro per Matteo Luise e Melissa Ferro, ottimi sesti e primi tra le “due litri” con la Fiat Ritmo 130 Tc nonostante qualche noia all’idroguida. Attardati i Nodari padre e figlio, che sbagliano la scelta delle gomme sulla BMW M3.

Nel Trofeo A112 Raffaele Scalabrin e Giulia Paganoni partono all’attacco tirandosi in scia Franco Beccherle ed Emanuele Dal Bosco, secondi, e Lisa Meggiarin con Marsha Zanet, terze.

Primo passaggio sul “Passo Broccon”, particolarmente insidioso nella discesa, e nuovo parziale firmato da Battistolli, ma è Luise a strabiliare col secondo tempo in prova a soli 2”7; l’impresa lo fa salire in posizione d’onore anche nell’assoluta dove precede Bianco che si conferma terzo.

Nerobutto è penalizzato da un dritto ma mantiene il contatto con la vetta e si fanno vedere anche Maurizio Finati e Martina Codotto al debutto con la Lancia Rally 037. Notevole il decimo tempo stampato dalla Honda Civic di Andrea Marangon e Massimo Darisi che viaggiano in dodicesima posizione assoluta. Paolo Basso e Sergio Marchi si ritirano per la rottura della frizione sulla Porsche 911 RSR.

Scalabrin patisce un assetto troppo rigido e la classifica di Trofeo subisce un ribaltone grazie anche allo scratch di Nicola Cazzaro e Giovanni Brunaporto che si portano al comando tirandosi in scia Filippo Fiora e Massimo Soffritti, ora secondi.

Tocca alla terza prova, la temuta “Trenca”  e la classifica si rivoluziona letteralmente: Battistolli rompe il differenziale e si ferma lasciando va libera a Nerobutto che cambia passo, vince la prova e si  porta al comando del rally scavalcando in un sol colpo Bianco e Luise, ora secondo e terzo. Dopo il primo giro Rimoldi è saldamente quarto con Nodari che recupera qualcosa e gli si avvicina a 3”4. Scalabrin stacca un tempo “monstre” e si riprende il comando del Trofeo A112 davanti a Cazzaro e Fiora.

Che Nerobutto sia riuscito a prender le giuste misure dell’Ascona lo conferma anche il successo sulla “Morello 2” dove precede di 1”8 Bianco e 2”1 Rimoldi nella prova più congeniale alle Porsche 911. L’assoluta rimane invariata e si attendono le ultime decisive prove che sono quelle che potrebbero rimescolare le carte. Fiora attacca e va a prendersi la seconda posizione tra le A112 ma 16”9 permettono a Scalabrin di mantenere un buon margine.

Limando quasi mezzo minuto dal passaggio precedente, Nerobutto si aggiudica anche la ripetizione del “Passo Broccon” e consolida la leadership su Bianco che ora segue a 19”3 e Luise che si conferma sul podio a 29”5. Nodari stacca un buon secondo tempo e si porta  0”1 da Rimoldi col quale si giocherà la posizione nell’ultima prova; il biellese è anche il più veloce tra le Porsche 911 in gara.

Seguono poi Finati che lamenta dei problemi di alimentazione agli alti regimi ed è sesto, e “Raffa” settimo seguiti da Costenaro, ottavo e primo del 2° Raggruppamento; nel 1°, quello delle vetture più datate, sono Capsoni – Masin e Giuliani – Sora a giocarsi il primato separati da pochi secondi.

Un problema meccanico ferma la bella corsa dell’Honda Civic di Marangon e il più veloce tra le “1600” diventa quindi Luca Delle Coste con la Fiat Ritmo 75 che condivide con Franca Regis Milano: sono tredicesimi assoluti ad una prova dalla fine.

L’ultima prova dà un ulteriore scossone alla classifica: la Fiat Ritmo di Luise si ferma per un problema al motore e chiude mestamente una prestazione maiuscola del pilota polesano; Bianco riesce a terminare la prova nonostante diversi problemi e a difendere il secondo posto e Nodari, che scavalca Rimoldi di 0″8 passa terzo assoluto e festeggia il podio proprio ai danni del biellese della Porsche che si deve accontentare del quarto posto assoluto dopo una gara molto buona.

Colpo di scena anche nel Trofeo A112 con Scalabrin che è costretto ad abbandonare prima di entrare in prova e dà via libera alla vittoria di Fiora e Soffritti che precedono Cazzaro e Brunaporto, secondi, e Beccherle con Dal Bosco, terzi.

Al Team Bassano la vittoria tra le scuderie; nella Michelin Historic Rally Cup, vittorie per Capsoni e Masin (Renault Alpine A110) nel 1° Raggruppamento, Fiorentini e Modenini (Fiat X 1/9) nel 2° e per i Nerobutto nel 3°. Nerobutto, Rimoldi e Costenaro, infine, sono i tre componenti dell’ideale podio del Memory Fornaca.

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Bosentino: il rischioso sorpasso di un furgone

Pubblicato

-

Siamo sulla strada provinciale 1 che porta da Vigolo Vattaro a Caldonazzo. 

In prossimità del paese di Bosentino un furgone dopo essere uscito da una rotonda decide di sorpassare due autovetture. 

Lungo la strada, divisa dalla la linea continua, erano presenti anche degli «stradini» che si stavano occupando del disboscamento della carreggiata e un trattore, che nel rientrare il conducente del camion ha sfiorato di pochi centimetri. Il video è stato girato dalla Dash Cam (telecamera di sicurezza) installata sull’autovettura

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Forum per la ricerca: sabato 20 luglio, ad Arte Sella, la presentazione del documento finale

Pubblicato

-

Cinque sessioni plenarie, visite a centri di ricerca, confronti e dibattiti, momenti di ascolto delle categorie economiche e del territorio, 15 esperti di fama internazionale.

Al termine di tre mesi di lavoro Trentino Research Habitat, il Forum per la ricerca e l’innovazione istituito dalla Provincia autonoma di Trento e coordinato da Trentino Sviluppo, si prepara a vivere la sua giornata conclusiva.

Sabato 20 luglio, a partire dalle ore 10.00, nella suggestiva cornice di Malga Costa (Borgo Valsugana), porta di ingresso al percorso di Arte Sella, si terrà la presentazione del documento finale.

Pubblicità
Pubblicità

Una “Carta” contenente linee strategiche per lo sviluppo della ricerca scientifica e l’innovazione in Trentino che nelle intenzioni della Giunta provinciale contribuirà ad orientare le risorse verso gli ambiti che possono generale le ricadute più interessanti, sia sul versante economico che per la risoluzione di problemi reali e la creazione di nuove opportunità per l’intero territorio.

L’evento, aperto dal saluto di Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento, sarà moderato da Enrico Pagliarini, giornalista di Radio24, e trasmesso in diretta Facebook.

Pubblicità
Pubblicità

Il documento finale, sottoscritto dai 15 esperti componenti il Gruppo di lavoro del Forum, verrà presentato dal coordinatore scientifico Emil Abirascid e commentato da Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento, che anticiperà alcune traiettorie di ricerca prioritarie, oltre al percorso strategico che la Giunta provinciale ha individuato per il sistema trentino della ricerca scientifica e dell’innovazione.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Valsugana e Primiero

Rimangono gravi le condizioni del 19 enne rimasto ferito mercoledì sera a Roncegno

Pubblicato

-

Rimangono gravi le condizioni del 19 enne di Marter, Tommaso Paoli, che mercoledì sera in prossimità della pizzeria il Picchio ha perso il controllo della sua auto e dopo essersi ribaltato, si è schiantato contro un albero. Si stava recando proprio nella pizzeria il Picchio per ordinare delle pizze, ma non ci è mai arrivato.

Un testimone oculare ha riferito che il ragazzo stava viaggiando ad una velocità non proporzionata alla strada, e complice l’asfalto bagnato, non è più riuscito a controllare il mezzo. Nell’urto il giovane si è procurato gravi ferite, fra cui un trauma cranico.

Il personale sanitario lo ha trasportato con l’elicottero all’ospedale Santa Chiara dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione. La prognosi è riservata.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza