Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Controlli Carabinieri val Rendena: succede di tutto

Pubblicato

-

Le Stazioni Carabinieri della Val Rendena, dipendenti dal Comando Compagnia di Riva del Garda, nel corso di servizi mirati al controllo ed alla prevenzione delle stragi del sabato sera, in collaborazione con l’unità cinofila Carabinieri di Laives (BZ) e le Polizie Locali della Val Rendena e della Giudicarie, hanno effettuato numerosi controlli accertando diverse violazioni lungo le strade del territorio di competenza.

La Stazione di Spiazzo ha denunciato 39enne fiorentino, a suo dire imprenditore, che all’interno di un bar del paese stava creando problemi a causa della presenza del suo cane, di grossa taglia, che secondo gli avventori e i gestori non era tenuto in sicurezza, tanto che alcune persone si sono allontanate dal locale.

All’arrivo dei Carabinieri, il proprietario del cane, non solo non ha ripreso l’animale, ma si è anche rifiutato di fornire i documenti e le generalità, venendo accompagnato in caserma, dove, oltre all’identificazione, ha ricevuto una denuncia a piede libero.

Pubblicità
Pubblicità

Sempre a Spiazzo i Carabinieri sono dovuti intervenire per una lite tra automobilisti per questioni di circolazione stradale.

L’arrivo dei militari non è servita a placare uno dei due, C.M. 45enne operaio di Pelugo che è stato denunciato per minacce e violenza privata, in quanto, oltre ad inveire contro l’altra persona, aveva messo la sua macchina di traverso non consentendogli di allontanarsi.

A Madonna di Campiglio invece sono state denunciate due ragazze, una moldava 25enne ed una trentina 17enne, che, dipendenti di un locale del paese, sono state scoperte mentre si appropriavano dei soldi della cassa. Entrambe denunciate.

A Tione i militari della locale Stazione CC hanno denunciato un tunisino di 35 anni, pregiudicato, in Italia senza permesso di soggiorno, perché colpito da ordine del Questore di lasciare il territorio italiano non aveva ottemperato.

Pubblicità
Pubblicità

Sempre qui è incappato nei controlli un 32enne commerciante del posto che all’esito dell’etilometro è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, avendo registrato un valore di 1,90 g/l e la patente ritirata. Il veicolo, un’Alfa Romeo è stata sequestrata per la confisca.

Anche a San Lorenzo Dorsino è stato denunciato un 22enne del posto per guida in stato di ebbrezza. Il cuoco al momento del controllo guidava la sua macchina con un tasso alcolemico pari a 2,43 e anche in questo caso la patente è stata ritirata.

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

È morto giovedì 5 dicembre don Fortunato Caresani. Aveva 79 anni.

Pubblicato

-

È morto giovedì 5 dicembre don Fortunato Caresani. Aveva 79 anni.Originario di Cavrasto, fu ordinato presbitero nel 1966.

Fu vicario parrocchiale a Baselga di Pine (1966-1969), Lavis (1969-1972), Levico (1972-1976); dopo aver studiato all’Università a Padova nella facoltà di Lettere (1976-1980), divenne professore del Collegio Vescovile (1976-1994).

Fu quindi parroco a Fiavè e Ballino (1994-2017), Campo Lomaso, Godenzo-Poia, Lundo, Vigo Lomaso (2010-2017); da ultimo, collaboratore pastorale dal 2017.Da agosto di quest’anno era alla Casa del Clero.  Il feretro da sabato 6 dicembre è nella camera mortuaria di S.Croce del Bleggio, mentre il funerale verrà celebrato a Fiavè oggi lunedì 9 dicembre alle ore 14.30

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Ieri a Storo la Festa del Vigili del Fuoco volontari

Pubblicato

-

Un’occasione per fare comunità ma soprattutto per far conoscere l’attività portata avanti dai Vigili del Fuoco di Storo.

Sono stati tante ieri le persone che hanno voluto stringersi attorno ai volontari, visitare la caserma, i mezzi e le attrezzature in dotazione al Corpo, partecipare a una vera e propria festa.

Accolto dal comandante Alessandro Giacco, il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Mario Tonina ha voluto esprimere ai Vigili del Fuoco la vicinanza della Giunta provinciale: “Siete i custodi delle nostre comunità, esempio di responsabilità e senso civico. Grazie alla vostra dedizione portate avanti i valori del nostro Trentino che vedono nel volontariato uno dei punti di forza. I cittadini sanno sempre di poter contare su di voi, sempre pronti ad intervenire quando c’è bisogno. Lo abbiamo visto in modo straordinario con la tempesta Vaia, ma lo vediamo quotidianamente, giorno dopo giorno”.

Pubblicità
Pubblicità

Accanto al vicepresidente Tonina vi erano anche il sindaco di Storo Luca Turinelli, il presidente della Federazione dei Vigili del Fuoco volontari Tullio Ioppi e il consigliere provinciale Alex Marini.

Il pomeriggio di porte aperte alla caserma si è chiuso con la messa celebrata da don Andrea Fava nella Chiesa parrocchiale di San Giovani Nepomuceno a Darzo e quindi con un momento conviviale.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

A Condino il vice presidente della Giunta festeggia la patrona dell’Arma dei Carabinieri

Pubblicato

-

Grande festa ieri a Condino, per i Carabinieri in congedo della sezione “Brig. Carlo Baldrachi” di Pieve di Bono, Condino e Storo.

In piazza San Rocco numerose persone hanno sfidato il maltempo per celebrare tutti insieme la “Virgo Fidelis“, Maria Vergine, patrona dell’Arma.

Fra le autorità presenti vi era anche il vicepresidente provinciale e assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione, Mario Tonina, che ha voluto far sentire la vicinanza dell’amministrazione provinciale.

PubblicitàPubblicità

“In questa giornata di festa, vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare i tanti volontari di questa associazione, che dopo anni e anni di servizio attivo spesi nel garantire sicurezza, vigilanza, tranquillità ai territori, oggi continuano ad assicurare il loro apporto e il loro sostegno, in ogni occasione, alle comunità – sono state le parole del vicepresidente -. Vorrei ribadire ancora una volta il ruolo del volontariato, delle tante persone che si mettono a disposizione nelle iniziative delle comunità, il volontariato fa parte della storia della nostra autonomia“.

Accanto al vicepresidente Tonina, e al presidente della locale sezione dei Carabinieri, il vice brigadiere in congedo Paolo Obrofari, anche i locali amministratori, ovvero tutti i sindaci della Valle del Chiese, fra cui il sindaco di Borgo Chiese Claudio Pucci, e il presidente della Comunità delle Giudicarie Giorgio Butterini, proprio come segno tangibile della vicinanza delle istituzioni all’associazione e, più in generale, al mondo del volontariato.

La cerimonia è iniziata con la messa officiata da don Vincenzo Lupoli, accompagnata dal coro Azzurro di Strada, poi l’alzabandiera e la deposizione della corona al monumento dei caduti con il corpo musicale Giuseppe Verdi di Condino. Dopo i discorsi ufficiali aperitivo di benvenuto per tutti i presenti.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza